Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'OLANDA TORNA SUL TRONO DELL'EUROPA DEL SOFTBALL DOPO 19 ANNI

Da Valencia, Maurizio Caldarelli

VALENCIA - Per otto edizioni erano state costrette a ingoiare bocconi amari, guardando impotenti il trionfo dell'Italia. Sabato sera a Valencia, però, le olandesi si sono prese l'attesa rivincita, salendo sul trono d'Europa a spese della Gran Bretagna (4-0 il finale), che è riuscita a tenere testa alle avversarie solo per tre inning, poi alcune valide ed un errore hanno aperto la strada ad un successo meritato. L'Olanda ha chiuso questo Europeo spagnolo, che passerà alla storia per l'inatteso sesto posto dell'Italia (che tra l'altro ha battuto la Gran Bretagna ed ha perso di misura con le rivali di sempre), con nove vittorie e zero sconfitte, mostrando sempre la massima concentrazione e grinta, anche nei momenti più difficili. Una dimostrazione lampante arriva dalle tre vittorie ai supplementari ottenute nella seconda fase, con l'Italia, la Gran Bretagna (rimontando dal 2-0 iniziale)  e la Repubblica Ceca (passando dallo 0-5 al 6-5 finale).  

La Gran Bretagna si presentava al playball con la ventunenne Stacie Townsend, che prima della finale ha messo insieme il ragguardevole bottino di cinque vittorie e di due sconfitte. L'Olanda puntava invece sulla Bloeming. La prima occasione della gara la creava l'Olanda, che arrivava in terza  con un solo out grazie alle valide di Osterink e Speel, ma la difesa britannica chiudeva molto bene sulla Anneveld (strike out) e la Van Heisjt (out interbase-prima base).  Un doppio di Kosterink  apriva la strada al vantaggio orange al quarto:   l'esterno centro segnava poi sul singolo a sinistra della Timermmans. La Townsend accusava il colpo e dopo aver effettuato la seconda eliminazione, subiva un doppio dalla Anneveld che faceva segnare il 2-0 alla Timermmans. La stessa Anneveld rubava la terza e firmava il 3-0 che la Gran Bretagna non riusciva più a recuperare. Le neocampionesse d'Europa anzi allungavano al 6°  con un gran triplo di Vonk, a punto sulla volata di sacrificio di Kosterink.

Premi individuali. Miglior battitore: Petraskova (Rep. Ceca); miglior lanciatore: Soumeru (Olanda); mvp: Townsend (Gran Bretagna). Mvp dell'Italia: Leslie Malerich

La classifica finale dell'Europeo: 1. Olanda, 2. Gran Bretagna, 3. Rep. Ceca, 4. Russia, 5. Germania, 6. ITALIA, 7. Austria, 8. Spagna, 9. Francia, 10. Slovacchia.