Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

CONCLUSA LA SERIE DI PRESENTAZIONI AL CIO DEGLI SPORT CHE AMBISCONO AD OCCUPARE I 2 POSTI LIBERI DEL PROGRAMMA OLIMPICO

Si è conclusa la serie di presentazioni al Comitato Olimpico Internzionale (CIO) degli sport (baseball, softball, karate, squash, sport a rotelle, golf e rugby a 7) che ambiscono ad entrare nel programma delle Olimpiadi 2016. Come è noto, l'Esecutivo del CIO farà ad agosto le sue raccomandazioni per quali di questi sport ammettere al voto finale a Copenhagen, previsto ad ottobre.
"Tutte le discipline hanno fatto presentazioni molto interessanti" ha commentato il Presidente del CIO Jacques Rogge.
Determinante sarà naturalmente la relazione della Commissione sul Programma Olimpico, presieduta dall'Italiano Franco Carraro.
"Posso garantire che le nostre valutazioni saranno fatte seguendo un criterio di trasparenza" ha commentato.
I criteri seguiti dalla Commissione sono 33, con enfasi particolare su universalità, popolarità e immagine della disciplina.

La Federazione Internazionale Softball (ISF) ha espresso "cauto ottimismo" dopo la presentazione.
"E' andata molto bene" ha commentato il Presidente Don Porter "La ISF e il CIO condividono gli stessi principi di base. Certamente far parte del programma Olimpico arrichirebbe il softball, ma mi sento di dichiarare che la nostra presenza arricchirebbe il Movimento Olimpico".

La presentazione della Federazione Internazionale Baseball (IBAF) è stata svolta dal Presidente Harvey Schiller, dal Segretario Generale John Ostermeyer, dal responsabile anti doping Jean Pierre Moser accompagnati dal Presidente della Major League Baseball Bob DuPuy e dal Direttore Esecutivo dell'Associazione Giocatori MLB Don Fehr. Era presente in rappresentanz dello staff IBAF Ian Young e in rappresentanza degli atleti il catcher della nazionale olandese Sidney De Jong.