Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

UN GRUPPO DI PIONIERI PIEMONTESI RENDE OMAGGIO A MARIO BRETTO

Un gruppo di pionieri piemontesi ha deciso di rendere omaggio a Mario Bretto, personaggio che si è adoperato per la diffusione dei nostri sport. Di lui si ricorda ad esempio che fu arbitro nella prima partita ufficiale di softball giocata in Italia.
L'omaggio includeva una targa ricordo, il libro "The golden age of baseball", i volumi dei tesserati dal 1951 al 1960 e 25 copie di un opuscolo dedicato proprio a Bretto.

Racconta Dario Agostini, che aveva avvertito Bretto di una visita al fine di consegnargli l'elenco dei tesserati dal 1951 al 1960 ricavati dal Museo Virtuale: "Mi aspettava solo, quando si è accorto che ero accompagnato da Ecclesia, Bonetto e Magno si è commosso. L'ho visto felice e 'quasi' senza parole".

Conclude Agostini: "Per la prima volta penso che Mario abbia ricevuto qualcosa dal baseball, lui che per tutta la sua vita ha solo e sempre dato".