Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

PRIMA VITTORIA AZZURRA AL MONDIALE JUNIORES: BATTUTA LA REPUBBLICA CECA 7-1

Da Edmonton Riccardo Schiroli

Pesci ha spinto a casa il primo punto azzurroL'Italia festeggia la prima vittoria al Mondiale Juniores di baseball con un 7-1 sulla Repubblica Ceca che dà un'idea abbastanza precisa della differenza di valori in campo.
Gli azzurrini avevano iniziato contratti. Il partente Valerio Simone aveva colpito il terza base ceco Vybora, primo battitore della gara, facendolo poi avanzare in seconda su un 'balk'. Un sacrificio dell'esterno sinistro Zaruba aveva portato Vybora in terza, ma la Repubblica Ceca non aveva saputo farlo avanzare oltre.
Scampato il pericolo l'Italia è passata in vantaggio. Caradonna (colpito) è avanzato in seconda sul 'bunt' di Castagnini e ha toccato la terza sulla battuta di Reginato. Pesci ha toccato corto verso la terza, beffando Vybora e portando a casa il primo punto.

Simone ha sofferto anche l'inizio del secondo inning, passando in base per ball il prima base Sladek e il designato Oralek, poi però ha chiuso con 2 strike out e un comodo pop sull'esterno centro.
Al cambio campo è stato il partente boemo Tomek ad avere problemi di controllo. Fornasari ha ricevuto 4 ball e Corsaro è stato colpito. Sul sacrificio di Sellaroli, i cechi hanno cercato l'out in terza, ma il tiro impreciso di Tomek ha dato il via libera a 2 segnature azzurre. Con un bunt, Caradonna ha spinto in terza Sellaroli e, dopo lo strike out su Castagnini, il triplo di Reginato ha portato il risultato sul 4-0.

Anche la prima metà della terza ripresa non è filata liscia per l'Italia. Simone ha aperto con 4 ball a Vybora e Zaruba ha toccato un singolo a destra. Il primo out è arrivato al piatto sull'esterno destro Sucha e sulla battuta dell'esterno centro Hejma Corsaro ha cercato l'out in seconda; Caradonna però non è riuscito a completare Valerio Simone, partente azzurrol'eliminazione. A basi piene Simone ha comunque chiuso con 2 strike out.

Uscito Valerio Simone (5 strike out, 4 basi e 2 valide in 4 riprese) l'Italia ha chiamato sul monte Andrea Pizziconi. Il rilievo ha esordito mettendo al piatto Sucha, ma poi è stato toccato a destra da una valida di Hejma che, aiutato da un rilancio un po' macchinoso della difesa azzurra, ha guadagnato la terza. Sulla battuta in diamante di Sladek è arrivato così il primo punto della Repubblica Ceca.
I boemi non ne hanno ottenuti altri, sia per la prova complessivamente buona di Pizziconi (3 strike out, 1 base e 4 valide in 5 riprese), sia per la bravura del catcher azzurro Reginato nel controllare il gioco sulle basi con 2 colti rubando.

L'Italia ha potuto rilassarsi definitivamente al sesto. Quando (a basi piene e con un out) Tartaglia ha battuto sul terza base, Vybora ha assistito a casa per l'eliminazione. Il tentativo di ottenere un doppio gioco si è però tramutato in un errore di tiro del catcher Janicek, che ha permesso all'Italia di segnare altri 2 punti.
L'ultima segnatura azzurra è arrivata all'ottavo sulle valide di Reginato e Cozzolino (2 su 2 con 3 basi per ball).

L'Italia chiude il girone eliminatorio alle 15 locali di mercoledì 30 luglio (le 23 in Italia) contro Cuba.

LA SCHEDA DELLA PARTITA