Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

LA FASE PRINCIPALE DEL MONDIALE 2009 SI GIOCHERA' IN ITALIA

Da martedì 15 aprile è ufficiale: il Mondiale IBAF 2009 sarà il primo della storia a coinvolgere non una nazione, bensì un Continente.
"Il Mondiale toccherà tutta l'Europa" ha detto il Segretario Generale della Federazione Mondiale (IBAF) John Ostermeyer "Da est a ovest, da nord a sud. E la parte più rilevante del torneo si svolgerà in Italia. E' una scelta che ha motivazioni precise" ha continuato Ostermeyer "Perchè riconosciamo l'importanza dello sport italiano sullo scenario Mondiale. Ve lo dice un australiano e noi di 'downunder' siamo molto orgogliosi del valore del nostro movimento sportivo".
Ostermeyer ha specificato che il Mondiale si pone obbiettivi precisi: "E' un passo importante del nostro piano per vedere il baseball rientrare alle Olimpiadi. E' un progetto talmente importante che sono ottimista: un giorno lo ricorderemo proprio per questo".

Ostermeyer ha ceduto poi la parola al Presidente della FIBS per l'illustrazione della formula: "Visto che è un'idea che nasce dalla visione di Riccardo Fraccari" ha chiarito.
Riccardo Fraccari ha spiegato che il Mondiale si giocherà dal 9 al 27 settembre del 2009 e coinvolgerà 20 squadre: 8 europee (inclusi i paesi organizzatori), 6 americane, 4 asiatiche, 1 dell'Oceania e 1 dell'Africa. Le 20 squadre saranno divise in 5 gironi. Si giocherà a Barcellona (Spagna), Regensburg (Germania), Praga (Repubblica Ceca), Mosca (Russia) e Stoccolma (Svezia). Le prime 3 e la miglior quarta si qualificheranno per la seconda fase; queste 16 squadre saranno divise in 2 gironi da 8 formazioni che si contenderanno in Olanda (presumibilmente Rotterdam e Haarlem) e Italia la qualificazione ad una terza fase. Le prime 4 di ciascun gruppo si affronteranno tra di loro. La nuova classifica dei 2 gironi sarà la base per una quarta fase, che assegnerà le medaglie: la prima giocherà contro la prima per l'oro, la seconda contro la seconda per il bronzo e così via. Terza e quarta fase si disputeranno integralmente in Italia.

"48 partite su 106 del Mondiale si giocheranno nel nostro paese. In linea di massima, la seconda fase si giocherà al centro nord e la terza e quarta fase saranno di scena al centro sud. Se sarà pronto lo stadio a Roma? Il nuovo stadio penso di no; il progetto, voluto dalla Major League Baseball e non solo allo scopo di giocare gare del Mondiale, ha subito un rallentamento dopo le dimissioni del Sindaco di Roma. Ma la Capitale avrà un'Acquacetosa rinnovata e la finale rimarrà probabilmente nell'area metropolitana di Roma".

Il Segretario Generale del CONI Raffaele Pagnozzi, presente anche come Segretario Generale dell'Associazione dei Comitati Olimpici europei (ACNOE), ha portato il suo contributo sul tema del baseball olimpico.
"Ero a Pechino la scorsa settimana" ha spiegato "E ho assistito ad un'ottima presentazione da parte del Presidente IBAF Harvey Schiller. Ero anche a Singapore e Torino, momenti drammatici della storia di questo sport, che sancirono l'uscita del baseball dal programma olimpico e la mancata volontà del CIO di votare la riammissione. Allora si respirava un'aria triste e molti furono concordi nel definire il tentativo di Torino velleitario. Io non posso sapere se il baseball rientrerà nel programma delle Olimpiadi, ma quello che avete presentato oggi è un progetto importante. Il tentativo questa volta è costruito su basi solide. E non dimentichiamo che una decisione verrà presa a Copenhagen, nemmeno un mese dopo la fine del Mondiale 2009".

"So quanto ha pesato per questa Federazione non qualificare la nazionale di baseball e di softball alle Olimpiadi di Pechino" ha concluso il Presidente del CONI Gianni Petrucci "Io ero a Ronchi e ho vissuto in prima persona questo dramma sportivo. Io, che non manco di ricordare le mie esperienze giovanili da giocatore di quello sport straordinario che è il baseball, ho sofferto con i dirigenti della FIBS. Oggi mi voglio complimentare con loro per la capacità che hanno avuto di reagire e confermo che il CONI è vicino a baseball e softball".

LA PRESENTAZIONE DELLA IBL 2008