Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Nick Urbanus in azione in difesa (Lauro Bassani)

E' stato un monologo di Amsterdam

Non è stato l’esordio in Coppa Campioni che il Rimini si aspettava. I Pirati sono stati battuti dall’Amsterdam L&D con un 6-2 che lascia poco spazio a recriminazioni. Charlie Urbanus ha messo in campo una squadra aggressiva, che ha iniziato a mettere la palla per terra a suon di bunt fin dal secondo uomo e segnando il primo punto proprio con una smorzata a sorpresa di Draijer. Nick Urbanus è arrivato sempre salvo nei suoi primi 4 turni alla battuta e ha sempre concluso l’azione segnando. Il partente del Rimini Candelario non è riuscito a completare il terzo inning.
I Pirati non sono praticamente mai entrati in partita. Il magistrale controllo di Kevin Heijstek ha limitato a 3 valide (2 di Caradonna e una di Mayora) il line up di Munoz per due terzi di gara. Al settimo, contro il bull pen olandese, le speranze di rimonta sono svanite esattamente dopo che il Rimini ha segnato i suoi 2 punti. Desimoni, autore della valida con punti battuti a casa, è stato il terzo out quando è rientrato in ritardo sul cuscino di prima.

Per l’esordio europeo il Rimini si affida ad Alexis Candelario. Munoz non può utilizzare Di Fabio, infortunatosi nel pre game. Mayora gioca in terza, con Caradonna in prima, Retrosi esterno destro e Zappone a sinistra. In seconda base Noguera è preferito a Babini. Amsterdam risponde con Kevin Heijstek sul monte e una formazione imbottita di nazionali.
Il primo lancio cerimoniale viene affidato al Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, accompagnato in campo dal Consigliere Federale Monica Corvino. Gnassi e gli Assessori Gianluca Brasini (Sport) e Roberto Biagini (Lavori Pubblici) salutano le squadre prima del play ball.
Nick Urbanus apre la partita con un singolo a destra e Duursma lo porta in seconda con un bunt. L’esterno sinistro Lampe è il secondo out ma fa avanzare Urbanus in terza con una rimbalzante a destra. Remko Draijer vede Mayora giocare profondo e lo sorprende con un bunt perfetto lungo la linea di foul. Il terza base del Rimini spera fino alla fine veder rotolare la palla in territorio non buono, ma sembra piazzata con una stecca da biliardo e vale il punto di Urbanus.
Al cambio campo il primo corridore del Rimini ad arrivare in base è Flores che, con 2 out, guadagna la base. Il singolo al centro di Mayora. Ramos, sul quale gli olandesi applicano una difesa shift, alza una volata altissima ed è il terzo out.
Con un out al terzo, Urbanus batte la seconda valida della sua partita: un doppio all’esterno centro. Il terzo lancio di Candelario sfugge a Camargo e Urbanus arriva in terza. Duursma batte debolmente sul prima base. Nella fretta di assistere a casa, Caradonna lascia cadere la palla. Urbanus segna il secondo punto e quando Caradonna recupera la palla, anche Duursma è ormai salvo in prima. Una palla mancata porta Duursma in seconda e Munoz sul monte per la visita a Candelario. Alla ripresa del gioco Lamper batte un singolo al centro che porta Duursma a segnare il terzo punto olandese. Lamper avanza su un altro lancio pazzo, poi però rientra in ritardo sul cuscino di seconda sul pick off di Candelario ed è il secondo out. Draijer guadagna la base ball e poi ruba la seconda. Il singolo a sinistra di Rombley vale il 4-0 di Amsterdam e manda Candelario sotto la doccia. Il Rimini chiama dal bull pen Yomel Rivera, che chiude la ripresa con un pick off che dà il via alla trappola che porterà Rombley a essere il terzo out.

Urbanus continua imperterrito ad arrivare in base. Al quinto incassa 4 ball e poi avanza sul solito bunt del solito Duursma. Lampe stampa il terzo lancio di Rivera contro la recinzione a sinistra e spimge a casa il quinto punto olandese. Con 2 out, il Rimini sostituisce Rivera con Roberto Corradini. Il rilievo inizia colpendo Rombley, poi esce dall’inning mettendo al piatto Croes (terzo strike out subito, su 5 in totale ottenuti dai pitcher del Rimini), che guarda il terzo strike.
Ancora Urbanus innesca Amsterdam al settimo. Mette a terra un bunt verso la terza e arriva salvo in prima. Il tiro di Mayora va oltre il cuscino e consente a Urbanus di correre fino in terza. La volata di Duursma a destra è abbastanza lunga per il pesta e corri di Urbanus, che segna il sesto punto ospite. Con 2 out, Munoz rileva Corradini con il mancino Josè Escalona, che esce dall’inning mettendo al piatto il mancino Draijer.

La brillante partita di Heijstek dura 6 riprese, visto che al cambio campo sul monte sale il mancino Robin Schel. La sua partita dura giusto lo spazio di una base ball a Ramos e in pedana sale Tom De Blok. Il nuovo venuto colpisce Caradonna e Rimini si gioca il pinch hitter Riccardo Bertagnon. De Blok ottiene al piatto il primo eliminato su Bertagnon e il secondo arriva sulla rimbalzante di Noguera, che però sposta i corridori. Le basi si riempiono con i 4 ball a Zappone e il Rimini finalmente produce con un singolo a sinistra di Desimoni che porta a casa Ramos e Caradonna. Desimoni però è il terzo out, colto dal tiro del terza base Aussems mentre rientra in ritardo sul cuscino di prima.
All’inizio dell’ottavo Bertagnon resta in partita e gioca catcher. Entra anche Babini, che si sistema in seconda, mentre Noguera si sposta all’esterno sinistro e finisce la partita di Zappone.
Al nono Rimini manda in pedana Carlos Teran.

TABELLINO

da Rimini, Riccardo Schiroli

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});