Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Subito una sorpresa nel primo turno della IBL

di Riccardo Schiroli

Come già lo scorso anno, ci si aspettava un inizio di stagione fiacco. La Italian Baseball League (IBL) invece non ha mancato di offrire partite equilibrate e l’interessante sorpresa del Padova, che è passato sul campo dei Campioni d’Italia della Fortitudo Bologna. E’ naturale che non si possono trarre conclusioni particolari: è stato un inizio di stagione decisamente anticipato e da qualche dato balza pure all’occhio (24 errori complessivi, 3 di media a partita), ma è stato un inizio promettente. In questa fase è normale che i pitcher possano essere più avanti nella condizione rispetto ai battitori, ma va anche considerato che giocare con temperature sotto i 10 gradi è molto penalizzante per chi sta sul monte.

Un Tommasin Padova ricco di ex ha fatto il colpo venerdì sera al “Falchi”, nonostante una difesa fallosa (3 errori, 2 del catcher Medoro). Massimiliano Sartori è stato assoluto protagonista con un grande slam e i 3 pitcher dei veneti hanno ridotto al silenzio buona parte del line up Campione (solo Ambrosino, con 2, e Sambucci, 3, hanno ottenuto più di una valida e, a parte Infante e Suarez, nessun altro ha battuto valido), che ha subito 10 strike out complessivi. Affrontare Padova nella gara dei lanciatori stranieri (ne ha  in rosa 3: Quevedo, Enrique Gonzalez e Calero) non sarà facile per nessuno, per quanto il manager Smith dovrà privarsi ogni settimana di un titolare, a causa della ridondanza di giocatori di posizione non ASI.
Nella seconda partita il monte di scuola italiana dei veneti non è stato all’altezza. Ha concesso infatti 12 valide e 9 basi ball e, in particolare, è stata penalizzante la prova del partente Enrico Crepaldi, che ha subito 10 punti guadagnati (2 basi e 9 valide) in appena 3.1 riprese. Quel che rappresenta un potenziale punto debole del Tommasin in vista della lotta per un posto nella seconda fase sembra già abbastanza chiaro.
Sabato notte per l'UnipolSai è arrivata anche la prima gioia a livello statistico: Riccardo De Santis ha firmato la sua vittoria numero 100. Frutto di una prestazione tra alti e bassi (8 valide e 3 basi in 5.2 riprese, ma anche 6 strike out), ma pur sempre una pietra miliare per la sua carriera.

Peppe Mazzanti ha lasciato per infortunio la prima partita con il Nettuno (CB-Oldman)Il Rimini ha iniziato con una doppietta contro il Città di Nettuno e ha costruito entrambi i successi nel finale di partita. Il manager Munoz ha ammesso che la squadra è in ritardo in battuta e per questo si è detto "soddisfatto" della prova dei suoi, avvertendo: “In questo campionato, non c’è una squadra davvero debole”.
Nel Rimini è decisamente da rivedere Candelario, che ha litigato con il controllo alla prima uscita. Ma va detto che il giocatore è da poco in Italia. L’aspetto davvero negativo del fine settimana dei Pirati è rappresentato dagli infortuni di Peppe Mazzanti  (uscito contuso dalla prima partita, dopo uno scontro con un corridore mentre difendeva la terza) e di Filippo Bertolini (rimasto in pedana pochi minuti). Non dovrebbe trattarsi di nulla di grave per entrambi, ma le loro condizioni andranno valutate verso fine settimana.
Se il Rimini è apparso in ritardo, figuriamoci il Città di Nettuno. Dice il suo manager Trinci: “Non abbiamo avuto un pre campionato”. Oltretutto, il Nettuno mancava dell’interbase titolare Nunez, di Max De Biase e di Florian, il partente designato della partita riservata ai pitcher di scuola italiana.
I laziali non hanno comunque per niente sfigurato. Anzi, le prove in pedana di Salciccia, Murari e Costantini nella prima partita sono state incoraggianti.
Il futuro della squadra dipende anche, se non soprattutto, da una positiva soluzione della questione che riguarda la gestione dello stadio “Borghese”. Sabato sera Trinci si è espresso in un positivo: “Speriamo di poter tornare in campo fin da lunedì”.

Trovate le interviste integrali a Munoz e Trinci nel servizio sulla giornata pubblicato su FIBS Channel.

L’altra doppietta di giornata l’ha firmata la T&A San Marino Campione d’Europa a Roma contro l’AngelRomulo Sanchez (Luciano Canale) Service Nettuno2.
Nella prima partita i lanciatori del San Marino (Romulo Sanchez, Teran e Rodney Rodriguez) hanno lasciato al line up di D’Auria le briciole (5 valide e 3 basi ball) e i ben noti veterani dell’attacco (Duran, Vasquez e Ramos) hanno concretizzato tutto quello che il pur ottimo (8 strike out in 4 riprese) Norberto Gonzalez ha concesso.
Nella seconda gara la sfida tra ex (Andrea Pizziconi e Milvio Andreozzi giocavano a squadre invertite nel 2014) è vissuta sul filo dell’equilibrio fino a metà, poi San Marino ha scavato un solco contro il bull pen avversario  (Morellini, Federico e Francesco Cozzolino). Per il Nettuno2 il problema è stato ancora una volta l’attacco. Fino alle 3 valide ottenute al nono (contro Giovanni D’Amico ed Ercolani), il line up tirrenico era fermo a 3 singoli.

Gomez chiude la trappola su Biagini sabato notte a Parma (Lauro Bassani)Parma e Godo Knights hanno dimostrato sul campo che nella sostanza si equivalgono. Per i manager Gerali e Fuzzi c’è lavoro da fare con i battitori (i 2 attacchi hanno messo assieme una quarantina di strike out subiti) e i ducali sono ricaduti subito in uno dei loro più evidenti limiti dello scorso anno: una corsa sulle basi a volte eccessivamente creativa. Sabato sera, con  corridori agli angoli e un eliminato,  da una battuta di Poma sul prima base è uscito il doppio gioco che ha sancito la vittoria dei goti.
A parte la serata poco felice di Yomel Rivera dal punto di vista del controllo (6 basi in 4 riprese), gli staff di lanciatori hanno comunque ben impressionato.

RIEPILOGO e PROSSIMO TURNO    CLASSIFICA    GALLERIE di FOTO   STATISTICHE    YOUTUBE

Nella foto di copertina (di Lauro Bassani) Vaglio della Fortitudo Bologna elimina Epifano del Padova mentre Infante osserva

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});