Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Singolo "walk off" di Olmedo, il Rimini fa doppietta

da Rimini, Riccardo Schiroli

Il Rimini completa la doppietta ai danni del Città di Nettuno vincendo (3-2) la notturna su un singolo walk off di Ray Olmedo. L’interbase ha risolto la partita alla parte bassa del nono, dopo che gli ospiti avevano portato il punto del vantaggio in seconda con un out nella parte alta.
Il Rimini vince una gara che il suo partente Candelario non aveva iniziato benissimo e che gli ospiti avevano condotto a lungo. Ma la vince in modo più che legittimo, dall’alto di un attacco da 11 valide (contro 5) e di 2 rilievi (Escalona e Moreno) che concedono appena una valida in 5 inning.

Con una temperatura decisamente diversa rispetto alla pomeridiana, si sfidano in pedana gli stranieri Alex Candelario e Paul Estrada. A parte la conferma di Di Fabio in terza al posto dell’infortunato Mazzanti per Rimini, nelle 2 formazioni non ci sono cambiamenti rispetto al pomeriggio.
Con 2 out al secondo, il Città di Nettuno arriva in zona punto grazie alle valide consecutive di Paoletti e D’Amico, ma la ripresa si chiude sullo strike out di Andrea Sellaroli.
Al terzo i laziali passano in vantaggio. Con un out, Candelario colpisce Caradonna e poi concede un singolo a Retrosi che porta Caradonna in terza.  Dopo l’eliminazione di Maldonado, Retrosi ruba la seconda e le basi si riempiono per i 4 ball a Cibati. Con 2 out, una rimbalzante di Renato Imperiali scavalca il cuscino di seconda e vale 2 punti. Le basi si riempiono di nuovo con i 4 ball a Paoletti, che portano in campo il pitching coach di casa Illuminati.  Alla ripresa del gioco c’è un brivido per Rimini sulla battuta di Andrea D’Amico, che picchia sul cuscino di prima. Spinelli però ha il tempo per recuperare la palla e chiude l’inning pestando la base.
La partita del partente del Rimini Candelario si chiude dopo 4 riprese e sul monte sale Josè Escalona.

I Pirati punzecchiano Estrada. Al primo Desimoni, al terzo Babini e Olmedo e al quarto Bertagnon battono valido, ma i padroni di casa non riescono ad andare oltre la seconda. In terza ci arrivano al quinto, quando Desimoni (valida) riesce a ottenere il doppio avanzamento sul singolo al centro di Olmedo. La ripresa si chiude sulla rimbalzante di Zileri verso la prima.
Al sesto il Rimini pareggia. Con Bertagnon in prima e un out, Estrada colpisce Macaluso. Il singolo diRay Olmedo ha risolto la partita con un singolo walk off (CB-Oldman) Spinelli lungo la linea di foul di sinistra spinge a casa Bertagnon e permette a Macaluso di arrivare in terza. Un lancio pazzo consente a Macaluso di arrivare a casa base per il pareggio e a Spinelli di arrivare in seconda. La base ball a Di Fabio porta sul monte Guglielmo Trinci, che manda Estrada sotto la doccia e chiama dal bull pen Jhonny Montoya.  Il nuovo venuto chiude la ripresa facendo battere Desimoni in diamante.

Al settimo Escalona apre colpendo Caradonna. L’esterno destro del Nettuno sarebbe colto rubando in seconda, ma Olmedo non trattiene l’assistenza di Bertagnon e si vede addebitato un errore.  Dopo l’eliminazione di Retrosi, il Rimini fa la seconda chiamata al bull pen e manda sul monte Victor Moreno. L’ex stella della Fortitudo Bologna inizia con un lancio che sfugge a Bertagnon (palla mancata) e porta Caradonna in terza, concede la base intenzionale a Maldonado e poi esce dall’inning mettendo al piatto Cibati e facendo battere in diamante Imperiali.
Al cambio campo il Rimini si fa pericoloso quando, con un out e Olmedo in prima, Romero batte valido. La battuta in doppio gioco di Bertagnon chiude però la ripresa.

L'abbraccio tra Olmedo e il coach Palumbo dopo la valida decisiva (CB-Oldman)Moreno apre il nono inning con 4 ball a Ferrini. Con Caradonna in battuta, sulla palla che sfugge al catcher (palla mancata), l’interbase del Nettuno approfitta di qualche problema di Bertagnon a recuperare la palla e arriva fino in terza. Con gli interni del Rimini avanzati, Caradonna batte su Di Fabio, che controlla Ferrini e assiste in prima per l’out. Il diamante resta dentro per Retrosi, che guarda 2 lanci al limite e ottiene la base per ball. Illuminati chiama i suoi interni sul monte e, dopo un rapido colloquio, la difesa si riporta in posizione canonica per Maldonado. Il catcher batte su Di Fabio, che ottiene il primo out in seconda. Babini gira il doppio gioco e Spinelli è bravo a trasformare un’assistenza corta nel terzo out con una spaccata.
Anche la parte bassa dell’inning si apre con una base ball. Con Di Fabio in prima e Desimoni in battuta, il Rimini gioca per il bunt. Desimoni finisce sotto di 2 strike, ma espleta il suo compito battendo una rimbalzante sul seconda base. Un lancio pazzo porta Di Fabio in terza e gli interni del Nettuno  dentro. Sul terzo lancio di Montoya, Olmedo infila il corridoio tra terza base e interbase e spinge a casa il punto della vittoria.

IL TABELLINO

Nella foto di copertina (CB-Oldman): Olmedo elimina Paoletti in seconda

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});