Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Buona la prima per il Rimini

da Rimini, Riccardo Schiroli

Il Rimini inizia con una vittoria (5-2) contro il Città di Nettuno al termine di una partita equilibrata e giocata in maniera aggressiva da entrambe le squadre. Sia dal punto di vista della pretattica (entrambi i manager mischiano le carte sui partenti e la gara inizia con Cherubini contro Salciccia in pedana) che delle situazioni di gioco. Trinci non esita a ricorrere alla doppia rubata e Munoz usa il batti e corri fin dalla prima ripresa. Sia Nettuno che Rimini hanno qualche incertezza in difesa e una di queste costa ai romagnoli il pareggio al settimo. Allo stesso tempo, un tiro a casa impreciso pone i presupposti perché il Rimini al cambio campo possa creare il gap che risulterà decisivo. Desimoni si mette in evidenza segnando 3 punti, Zileri con 2 punti battuti a casa. Il Rimini, che perde per infortunio Peppe Mazzanti e Bertolini, ha in Richetti il lanciatore vincente.

I Pirati scelgono, contrariamente alle attese, Tommy Cherubini come partente.  Rispondendo alla pretattica di Munoz, Trinci sceglie per il Nettuno Mauro Salciccia.
Si gioca in una splendida giornata di sole e la temperatura è mite. Filippo Zucconi (classe 2006, giocatore di minibaseball) si incarica del lancio cerimoniale, dopo che i giocatori di casa sono stati accompagnati in campo per la presentazione dagli altri minigiocatori. Non funziona il tabellone segnapunti.
Desimoni ottiene la prima valida della partita, mandando una radente alla sinistra dell’interbase Ferrini. Sulla rubata dell’esterno sinistro, il catcher ospite Maldonado manda la palla all’esterno centro. Con Desimoni in terza, la linea di Olmedo viene colta al volo in tuffo da Ferrini, ma il primo punto arriva sulla rimbalzante di Zileri, che è il secondo out, sul seconda base.
Al secondo attacco romagnolo, con 2 out, Spinelli batte valido al centro e Bertagnon spedisce il primo lancio di Salciccia oltre l’esterno destro per un doppio. Spinelli si ferma però in terza e la ripresa si chiude senza punti segnati quando Babini alza un pop in diamante.
Con un out nella prima parte del terzo, Ferrini guadagna la base e poi ruba la seconda. Cherubini mette al piatto Caradonna con lo slider e Retrosi è il terzo out, al volo da Zileri.
Al cambio campo Salciccia passa in base Desimoni. Con il conto di 3 ball e 1 strike, Munoz gioca per il batti e corri. La rimbalzante di Olmedo porta Desimoni in seconda ma consente anche a Imperiali di ottenere il primo out in prima. Zileri produce ancora, questa volta mandando un lungo doppio oltre Retrosi e contro la recinzione al centro. Dopo l’eliminazione al volo di Romero, che picchia una linea a destra, il Nettuno avvicenda Salciccia con Davide Murari, che chiude l’inning facendo alzare una volata a destra a Peppe Mazzanti.

Stefano Desimoni ha segnato 3 punti (CB-Oldman)La partita di Cherubini finisce all’inizio del quarto, quando sul monte del Rimini sale Roberto Corradini. Il veronese inizia male, concedendo un singolo a Maldonado sul primo lancio, poi però fa battere Cibati in doppio gioco e esce rapidamente dall’inning.
Al quinto, con un out, Andrea D’Amico e Andrea Sellaroli battono valido in sequenza.  Ferrini si avventa però sul primo lancio di Corradini, colpisce una rimbalzante a destra e consente a Babini di dare il via al doppio gioco che chiude l’inning.
Caradonna inizia il sesto inning con un profondo doppio tra esterno sinistro ed esterno centro. La radente di Retrosi a destra buca il diamante e consente a Caradonna di segnare il primo punto del Città di Nettuno. Sul tiro a casa, la palla va oltre Bertagnon e Retrosi arriva in seconda. Dopo l’eliminazione al piatto di Maldonado, Cibati manda una volata a destra che consente a Retrosi di toccare la terza e invita il pitching coach del Rimini Illuminati a visitare Corradini. La battuta di Renato Imperiali trova Peppe Mazzanti incerto e l’errore vale il pareggio ospite.

Al settimo il Rimini manda in pedana Filippo Bertolini, ma la partita del rilievo dura solo 4 battitori. Dopo aver ottenuto velocemente 2 out, Bertolini concede un singolo a Ferrini, colpisce Caradonna e accusa un infortunio. Al suo posto entra a lanciare Carletto Richetti. Con Retrosi in battuta, Trinci ordina una doppia rubata. I corridori sono salvi e, sull’arrivo di Ferrini, resta contuso Peppe Mazzanti, che è costretto a uscire. In terza entra Lorenzo Di Fabio. Retrosi è il terzo out al volo da Romero.
Murari apre la parte bassa dell’inning con 4 ball a Spinelli e la sua partita finisce. In pedana sale MarcoSpinelli segna il punto del vantaggio dei Pirati (CB-Oldman) Costantini.  Rimini gioca per il sacrificio con Bertagnon, che al secondo tentativo esegue correttamente il bunt e porta Spinelli in seconda. Dopo l’eliminazione di Babini, Desimoni azzecca una battuta maligna che scavalca il cuscino di terza e cade nella terra di nessuno. Spinelli batte il tiro a casa in scivolata.  Dopo il nuovo vantaggio, i Pirati aggiungono anche il quarto punto con Desimoni (terza segnatura personale) sul singolo al centro di Olmedo.
All’ottavo il Rimini aggiunge un punto. Con Romero in prima, Di Fabio tocca sul prima base.  Renato Imperiali ottiene l’out in seconda, ma il tiro di Ferrini verso la prima finisce nel dug out del Rimini e Di Fabio passeggia verso la seconda; avanza poi  sull’eliminazione di Macaluso e segna sulla valida di Spinelli, che piazza la palla tra D’Amico e il cuscino di terza ma è poi il terzo out quando tenta di raggiungere la seconda.
Il Città di Nettuno ci prova fino alla fine. Con un out al nono, D’Amico e Sellaroli battono singoli back to back e le basi si riempiono con i 4 ball a Ferrini. Illuminati sale a parlare con Richetti, che porta a termine il suo compito ottenendo gli out al volo di Caradonna e Retrosi.

IL TABELLINO

Nella foto di copertina (CB-Oldman): Peppe Mazzanti scivola in seconda, Josè Ferrini difende

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});