Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Il Nettuno firma una doppietta sul diamante del Godo Knights

da Godo, Fabio Ferrini

Con una partenza sprint favorita da due errori della difesa del Godo, il Nettuno si apre la strada della vittoria (9-1) nell'inedita sfida della domenica pomeriggio in cui la squadra di Bagialemani ha il merito di capitalizzare al meglio quanto prodotto. Nella prima ripresa arrivano i 3 punti laziali che mettono in discesa la partita ma quando i Knights danno un cenno di vita provando a mettere in difficoltà un ottimo Andrea Pizziconi, il Nettuno risponde per le rime a suon di valide e punti, prima di sigillare la vittoria con il fuoricampo da 2 punti di Alessandro Grimaudo, al suo primo homer in IBL.

In una sfida tra due pretendenti ai playoff, il Godo parte con il piede sbagliato e non assiste a dovere un Pinango che invece aveva avuto un buon impatto. Con Sgnaolin in prima, Harrison tocca verso la terza Ottima la prova sul monte di Andrea Pizziconi che firma così il suo terzo successo stagionale (Simone Amaduzzi photographer)per una battuta che sembra essere una facile eliminazione. Un'incertezza di Caradonna permette invece di far arrivare tutti salvi e il Nettuno si avventa come un avvoltoio sul regalo ricevuto. Mazzanti spara un singolo al centro su cui arriva il vantaggio ospite, ma anche il secondo errore della difesa romagnola con una non perfetta assistenza di Tanesini che Sanchez non raccoglie e permette ai corridori di sistemarsi in seconda e terza. Una secca battuta di Imperiali verso la terza che Caradonna riesce solo a stoppare ma non a controllare porto lo 0-2, poi è un singolo di Sparagna a completare l'opera per il terzo punto laziale.

La risposta del nove di Fuzzi è timida per non dire inesistente con il solo Sanchez che riesce a toccare in valido nelle prime quattro riprese contro i lanci di un tonico Andrea Pizziconi. E anche il Nettuno si accomoda sul vantaggio acquisito senza più riuscire a mettere in difficoltà Pinango che al quinto lascerà il posto a Casalini per infortunio. Una seconda scossa alla partita arriva proprio al quinto quando la squadra laziale prova a forzare con una corsa a casa di Ambrosino sulla corta volata di Harrison, ma una chirurgica assistenza di Retrosi permette a Sanchez di chiudere la ripresa facendo l'out a casa. I Knights danno un primo cenno di presenza con Gerali che spara un doppio a destra in apertura dell'attacco, ma manca lo spunto decisivo per cancellare lo zero dal tabellone.

L'appuntamento con il primo punto è però solo rimandato alla sesta ripresa, la prima in cui Godo infila più di una valida. Caradonna apre con un singolo e sulle successive due eliminazioni arriva fino in terza, poi è Sanchez a permettergli di correre fino a casa con un doppio a sinistra (1-3). Il successivo singolo di Zappone mette i corridori agli angoli, ma Pizziconi ne esce al meglio con uno strike out in quattro lanci su Gerali.

Proprio nel momento in cui sembra che la gara possa essersi riaperta, il Nettuno picchia duro e mette in chiaro di volere fortemente la vittoria. Anche qui parte tutto da un errore della difesa romagnola che porta Trinci ad essere salvo in prima, ma poi arrivano in sequenza la valida di Martone, il triplo di Ambrosino, il doppio di Harrison e il singolo di Mazzanti che valgono il 7-1 ospite.
Il fuoricampo da due punti di Grimaudo all'ottava ripresa è infine la ciliegina sulla torta di una vittoria meritata e condotta in porto dal rilievo di Antonio Romero.

Nella foto di copertina Martone e Sgnaolin impegnati in una giocata difensiva (Simone Amaduzzi photographer)

IL TABELLINO DI GARA-1

Un altro buon inizio, unito ai ben 13 rimasti in base con cui chiude il Godo, permettono al Nettuno di tornare dalla trasferta in terra romagnola con una doppietta pur toccando meno valide degli avversari (3-1). Dopo aver siglato 2 punti al primo attacco, la squadra laziale difende il vantaggio preso, prima con De Santis, che ingaggia un bel duello con un più che lodevole Galeotti, poi con Andreozzi, che esce da una situazione difficilissima all'ottavo, e infine con Masin al quale, a sorpresa, Bagialemani affida la chiusura. Molti i rimpianti in casa romagnola, soprattutto per le basi cariche lasciate negli ultimi due attacchi.

Nel replay che va in scena per l'ora di cena, le due squadre si presentano con gli stessi line-up eccezion fatta per l'inserimento tra i romagnoli di Rubboli, in prima, e lo spostamento nel ruolo di designato di Zappone. A sfidarsi sul monte Matteo Galeotti e Riccardo De Santis.

L'inizio della seconda partita tra Godo Knights e Nettuno ricalca in parte quanto visto al pomeriggio con la squadra laziale che mette subito la testa avanti portando a punto i primi due uomini del suo line-up. Martone apre la gara con un doppio a cui segue il singolo di Ambrosino su cui arriva l'errore di assistenza di Rodriguez e lo 0-1. L'esterno centro laziale poi ruba seconda e terza e conclude la sua Caradonna rientra in tuffo sulla prima difesa da Imperiali (Simone Amaduzzi photographer)corsa sulla volata di sacrificio di Sgnaolin (0-2). Nell'attacco successivo sembra di rivivere la prima ripresa dove questa volta i protagonisti sono Imperiali, doppio, e Sparagna, singolo. Manca però l'errore della difesa romagnola a spianare la strada e così il Nettuno rimane al palo con tre eliminazioni a fila.

Al cambio campo il Godo crea qualche apprensione a De Santis e compagni e, complice un lancio pazzo, porta i corridori agli angoli. Il pop di Retrosi sul seconda base vale però la terza eliminazione. Dopo alcuni cambi in difesa per il Nettuno, tra cui l'inserimento dell'ultimo arrivato Fondin all'esterno centro, i romagnoli creano una situazione simile alla quarta ripresa dove Gerali occupa la prima e Rubboli la seconda. Questa volta è Bucchi a rimanere al piatto.

I rimasti in base per i Knights aumentano in maniera sproporzionata nell'ultimo terzo di partita dove ancora una volta i ragazzi di Fuzzi mancano della giocata decisiva. E se i corridori in prima e seconda alla settima ripresa sono una storia già vista, gridano vendetta gli ultimi due inning. Tre valide a fila, Rodriguez, Sanchez ed il doppio di Monari, valgono il primo punto romagnolo (1-2). I quattro ball a Gerali riempiono tutti i sacchetti e mettono pressione ad Andreozzi, ma il contatto di Bucchi finisce in bocca a Sgnaolin e lascia l'amaro in bocca al Godo.

Scampato il pericolo il Nettuno respira ma soprattutto al nono torna a segnare, complice l'ennesimo regalo dei padroni di casa. Dopo i quattro ball ad Harrison viene decisa la base intenzionale per Mazzanti, ma nel mezzo ne esce anche un lancio pazzo che permette al designato laziale di arrivare in terza per poi correre a casa sul doppio gioco battuto da Imperiali (1-3). Il film di gara-2 si conclude però con il tema ricorrente di tutta la serata: sui lanci di un Masin schierato sul monte a sorpresa, Godo riesce a mettere i corridori su tutte le basi, ma manca la battuta chiave con Rubboli che alza un fly al centro su cui si infrangono le ultime speranze di rimonta dei padroni di casa.

IL TABELLINO DI GARA-2

 


jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});