Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La Danesi vince la serie imponendosi di misura

da Nettuno, Fabio Ferrini

Al termine di nove riprese tirate a fare la differenza tra Danesi Nettuno e Cariparma è il punto siglato da Ambrosino alla quinta ripresa con quattro ball ricevuti da Leo Mazzanti a basi cariche (4-3). A consegnare il successo ai padroni di casa ci pensa poi Riccardo De Santis chiamato sul monte come rilievo: il lanciatore maremmano, che firma la vittoria, lancia quattro riprese senza sbavature, addirittura le prime due con 6 strikeout di fila. La Danesi così si impone nella serie e mette più di un piede nei playoff: ai laziali basterà vincere due delle prossime sei partite per averne la certezza matematica.

Come la settimana scorsa a Grosseto, il partente del Cariparma Nicolas Giovannelli ha un impatto da dimenticare che lascia l’impressione al pubblico presente allo Steno Borghese come la partita possa terminare presto. Il Uno scontro di gioco tra Desimoni e Grimaudo sul cuscino di prima (Mirco Savioli)lanciatore emiliano si trova in poco tempo con tutti i sacchetti occupati, due basi ball e bunt valido, ed un solo eliminato: se la battuta in diamante di Grimaudo vale il vantaggio laziale, il singolo di Leo Mazzanti porta altri due punti (3-0).
La partita così come si accende subito, si addormenta subito dopo la fiammata della Danesi. Richetti per quattro riprese domina passando nel box 13 uomini e concedendo solo a Sambucci di toccare la prima ma per quattro ball. Anche Giovannelli prende il giusto ritmo e, passata l’empasse iniziale, lascia solo un’altra valida ai padroni di casa.

La quinta ripresa è un tourbillon di emozioni dove il Cariparma prima raddrizza la partita, poi il Nettuno risponde tornando a condurre nel punteggio e nel mezzo c’è un’interruzione di una decina di minuti perché le luci dietro casa base si spengono.
La prima scossa arriva quando Richetti cede all’improvviso e il nove ducale riapre i giochi: Sambucci rompe la no-hit del lanciatore azzurro che in un attimo si trova con tutti i sacchetti occupati, base ball ed errore della difesa. Il primo punto emiliano arriva su lancio pazzo, il secondo è merito del singolo di Leoni. Il Nettuno corre ai Gli arbitri parlano con i due manager nel momento in cui le luci dietro casa base si spengono (Mirco Savioli)ripari e mette in pedana Valerio Simone: il lanciatore mancino non può però evitare lo squeeze, giocata molto usata nel weekend, di Desimoni che frutta il pareggio (3-3).
Al cambio campo Gerali presenta sul monte Yomel Rivera che, dopo due out facili, regala, nel vero senso della parola, il nuovo vantaggio alla Danesi prima colpendo Ambrosino, poi concedendo tre basi ball a fila. Nel mezzo, come detto, una piccola sospensione per l’improvviso calo di alcune luci sul conteggio di 3 ball ed uno strike su Leo Mazzanti che alla ripresa incassa la base che spinge il 4-3 e pone fine alla serata di Rivera richiamato per dare spazio ad Andrea Pizziconi.

Il Parma torna a far paura in apertura di sesto dove colpisce due singoli. Scerrato chiama allora dal bullpen Riccardo De Santis ed il lanciatore maremmano non delude le attese perché, dopo aver chiuso due inning con sei strikeout consecutivi, ne infila altri due senza pecche per un vittoria che, probabilmente, vale i playoff.

IL TABELLINO

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});