Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Contro un Cariparma molto falloso, la Danesi Nettuno si riscatta

da Nettuno, Fabio Ferrini

La Danesi Nettuno vince la partita pomeridiana con il Cariparma (4-2), pareggia la serie, ma soprattutto fa un passo importante verso la qualificazione alla post season. In nove riprese che non offrono un grande spettacolo tecnico, la chiave sta tutta nel settimo inning dove la difesa ducale, oggi in giornata negativa, riesce a commettere tre errori, due di Sambucci, che danno lo slancio alla Danesi per rompere l’equilibrio e trovare il vantaggio decisivo ben difeso poi dal rilievo Yovany D’Amico.

Se la partenza di Ricardo Hernandez è quasi perfetta, due strike out, molto più difficoltosa è quella di Mihai Burlea come dimostrano gli otto lanci sul primo uomo, Retrosi, conclusi con la valida al centro. Bergolla prova Pomeriggio a 1000 per Retrosi nel box: 3 su 3 (Mirco Savioli)quasi a dare una mano battendo verso la terza per un facile doppio gioco che però non si chiude per l’errata assistenza di Ugolotti che porta l’interbase laziale fino in seconda. E’ poi Ambrosino a spingere a casa il vantaggio con un doppio al centro. Le difficoltà per il partente ducale non finiscono perché, con due out, arrivano due basi ball che riempiono tutti i sacchetti: ci vuole un pop in foul di Caradonna per aiutare Burlea che dopo la prima ripresa conta già 38 lanci nel braccio. E il secondo attacco del Nettuno si conclude senza punti solo perché, a basi cariche ed un eliminato, Bergolla batte di nuovo in doppio gioco.

La Danesi comanda la partita, ma con qualche spreco come dimostrano i 4 rimasti in base nei primi due inning. Una situazione che il Cariparma punisce alla prima Prestazione negativa per Mihai Burlea sceso con sole 4 riprese lanciate (Mirco Savioli)occasione, nella terza ripresa. Come venerdì sera, al primo attacco dove i ducali mettono insieme due valide, singolo di Giannetti seguito dal triplo di Desimoni, arriva il vantaggio emiliano promosso dallo squeeze ben eseguito da Ugolotti (1-2).

Qualche brivido passa sulla schiena della Danesi che però nella parte bassa della quinta ripresa non si lascia sfuggire il pareggio nonostante, con Retrosi in base e Clerici appena salito sul monte, Bergolla batta per la terza volta nel pomeriggio in doppio gioco. Ambrosino ha la pazienza di riceve quattro ball dal rilievo ducale, poi è spinto avanti prima dal singolo di Peppe Mazzanti, poi dalla secca valida al centro di Grimaudo (2-2).

Il Parma avrebbe subito l’occasione di rispondere, ma questa volta sono i ducali a recriminare per quanto sprecato. Con corridori in seconda e terza e due eliminati il Nettuno decide di dare l’intenzionale a Sambucci per giocarsi Machado, una scelta che si rivela corretta con l’interbase emiliano lasciato al piatto da Hernandez, al suo ultimo avversario affrontato.

A questo punto viene fuori il carattere della Danesi, ma anche l’imprecisione difensiva del Parma capace di fare 3 Pomeriggio produttivo nel box per Alessandro Grimaudo: 2 rbi e punto del parziale pareggio (2-2) spinto a casa (Mirco Savioli)errori in una sola ripresa. Retrosi apre il settimo inning con un singolo, sul sacrificio di Bergolla Sambucci compie il primo errore ducale perché dopo aver vanamente provato a toccare il corridore, lo colpisce alla schiena nel tentativo di assistere in prima. Con uomini agli angoli Ambrosino batte una rimbalzante su cui Scalera prova ad assistere a casa ma senza frutto (3-2). Qui finisce la partita di Clerici che lascia il monte a Cicatello. Proprio sul primo avversario affrontato dal rilievo azzurro arriva il patatrac: Mazzanti batte su Scalera che tocca il cuscino e fa l’out, assiste poi verso la prima ma è impreciso (errore) Ambrosino gira quindi verso la terza e Sambucci tira verso l’hot corner ma sbaglia e l’esterno laziale arriva a casa (4-2).

A Yovany D’Amico, entrato all’inizio dell’ultimo terzo di gara, spetta il compito di condurre in porto la vittoria che arriva senza che il Parma riesca a reagire a quel brutto settimo inning.

IL TABELLINO

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});