Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Una galleria di foto sul sito di "Repubblica" lancia l'allarme sulle condizioni del "Cavalli" di Parma

La pagina locale del sito internet del quotidiano "La Repubblica" lancia l'allarme per lo stadio "Nino Cavalli" di Parma.

Eloquente immagine degli interni del "Cavalli" (Marco Vasini-parma.repubblica.it)"Ha 2 anni e mezzo di vita, è costato circa 4 milioni di euro e fa acqua da tutte le parti. Spogliatoi allagati, muri del tunnel di battuta che si sfogliano, pareti della palestra con la muffa, lampade al neon sul soffitto marce e piene di acqua piovana" si legge sul sito "Inaugurato il 12 settembre 2009 per sostituire lo storico "Europeo" di viale Piacenza, demolito per posto alla nuova sede EFSA, dal giorno dell'inaugurazione lo stadio è in attesa del trattamento di impermeabilizzazione delle tribuna ma il Comune di Parma per mancanza di fondi ha sempre posticipato i lavori. Il nuovo stadio da baseball" è la conclusione" si trova in condizioni peggiori rispetto al vecchio "Europeo", abbattuto dopo 40 anni di carriera.

VAI ALLA GALLERIA DI FOTO (di Marco Vasini)

Il Parma baseball ha affidato al suo sito internet un commento alla vicenda, che riportiamo integralmente

Il Parma Baseball, relativamente ai problemi inerenti il campo da baseball "Nino Cavalli", ed agli articoli comparsi sugli organi di stampa, siti e televisioni, ritiene doveroso precisare quanto segue:
1) la società Baseball Parma ha sempre segnalato alla STU Autorithy e al Comune di Parma, fin dall’inizio, l’esistenza delle problematiche che presentava l’impianto; a tal riguardo invitiamo proprio STU e Comune a confermare questo. L’ultimo nostro sollecito è stato fatto, con comunicazione ufficiale, mercoledi 22 febbraio; quindi nessuna volontà o interesse di tenere nascosti i problemi all’opinione pubblica, ma solo la convinzione (condivisa dalla dirigenza) che le questioni di questo tipo debbano essere affrontate e risolte nelle opportune sedi e non attraverso organi di stampa. Ci teniamo a sottolineare altresì che Stu e Comune, in questi due anni, hanno eseguito alcuni inteventi per risolvere i problemi, con risultati assolutamente insoddisfacenti;
2) la società Baseball Parma ha sempre mantenuto un dialogo costruttivo con i vari soggetti istituzionali chiamati alla gestione delle problematiche legate all’impianto.
3) ci sembra corretto informare, inoltre, che la dirigenza del Baseball Parma, dal Presidente a tutti i collaboratori, svolge la propria attività volontariamente e gratuitamente. In particolare le più alte cariche dirigenziali mettono firma a garanzia e versano contributi personali a sostegno dell’attività; eventuali soggetti che volessero sostituirli o affiancarli, sarebbero i benvenuti;
4) i contributi che Comune e STU hanno versato fino alla stagione 2010 (quello del 2011 è ancora in buona parte da completare) sono serviti per coprire solo in parte il reale costo gestionale della struttura che, istituzionalmente, spetterebbe loro, in qualità di proprietari dell’impianto e non al Baseball Parma.
In conclusione il Baseball Parma non accetta di passare da vittima della situazione, quale è, a corresponsabile, anche per il rispetto che ha sempre mantenuto nei confronti della storia del baseball a Parma, dei giocatori  e soprattutto del pubblico che sostiene la società

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});