Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL CARIPARMA, PRIMA DEL LIMITE, E LA DANESI FANNO TRIPLETTA. LA T&A PASSA A BOLOGNA. NON SI GIOCA IN ROMAGNA

da Parma, Davide Bertoncini

Si conclude con uno vittoria prima del limite (10-0 all'ottavo) e che vale lo sweep il turno casalingo del Cariparma contro i Warriors Catania. Troppa la differenza tra le due squadre: la franchigia siciliana si è dimostrata inferiore in tutti i reparti del gioco (carente in attacco, fallosa in difesa e vulnerabile sul monte) e in gara 3 tutto è apparso ancora più evidente. A Parma è bastato un big-inning da 7 punti per chiudere il discorso dopo solo 3 riprese.  
I lanciatori scelti per iniziare la partita sono Roberto Corradini per i padroni di casa e Willy Lucena per gli ospiti.
L'inizio del Parma è devastante e lascia subito capire che partita sarà; al secondo inning arriva il primo punto, Sambucci e Yepez aprono con due singoli, poi ci pensa la difesa dei Warriors a regalare il vantaggio con un errore di Rosario.
Il terzo inning di fatto decide la partita, parma va subito a segno con il bunt valido di De Simoni ed il doppio di Dallospedale, un singolo a basi pene di Sambucci porta in dote altri due punti, un altro arriva successivamente sull'ennesimo errore della difesa siciliana ed infine un poderoso homerun da tre punti di Massimo Pesci completa l'opera, sono 7 i punti segnati e per la squadra di Falcone è già notte fonda.
Lucena lascia spazio a D'Ignoti che nelle riprese centrali riesce a frenare l'attacco parmense forse già sazio, il protagonista per i padroni di casa diventa Roberto Corradini che non dà la minima chance agli avversari di rientrare in partita, in sette riprese concede solo tre valide, nessuna base e sei strike out.
La partita termina all'ottava ripresa, Pedro Orta difende il vantaggio e nella parte bassa i singoli di Sambucci e Bertagnon portano il punteggio sul 10-0 che decreta la manifesta inferiorità.
Da segnalare che il fuoricampo di Pesci nel terzo inning è il primo personale in IBL, ma anche il primo fuoricampo casalingo del Cariparma, da quando i ducali giocano al nuovo "Nino Cavalli".

IL TABELLINO

da Nettuno, Riccardo Schiroli

La Danesi Nettuno completa una importantissima tripletta ai danni della Montepaschi Grosseto vincendo (4-3)Renato Imperiali, migliore in campo a Nettuno sabato sera (Ferrini/Fibs) una partita che era decisamente iniziata in salita. Il partente dei laziali Richetti soffre infatti fin dalla prima ripresa e subisce il primo punto quando, con Sandoval in prima e 2 out, Kelly Ramos e Coffie toccano i singoli back to back che valgono il vantaggio maremmano. Richetti, che regala qualche miglio di velocità rispetto alle sue serate migliori, concede una terza valida a Bischeri, ma l'assistenza dell'esterno destro di casa Sparagna elimina a casa base Ramos.
Non è l'unico corridore che il Grosseto perde a casa. Al sesto, infatti, Ermini (che aveva aperto con un triplo) viene eliminato mentre cerca di segnare su un maldestro tentativo di bunt di Sandoval, raccolto da Richetti. Per la Montepaschi c'è da maledire l'azione, visto che Ramos colpisce subito dopo un doppio (Sandoval segna) e Leo Mazzanti lo segue con un singolo che riempie le basi. Il tuffo di Alexander, che evita in un primo tempo il punto, si rivela inutile quando Richetti colpisce vaglio e spinge a casa il terzo punto maremmano. E' l'ultimo atto della partita di Richetti (8 valide, 1 base e 3 strike out in 5.2 riprese) che lascia il monte a Pezzullo. Il mancino chiude l'inning senza problemi.
Se non ci fosse stato il tentativo di bunt di Sandoval, il Grosseto avrebbe pareggiato. Nella parte bassa del quinto, infatti, il Nettuno aveva ribaltato infatti la situazione, facendo passare di fronte al partente ospite Riccardo De Santis 10 battitori. Impressionate era parsa la serie consecutiva di valide (spezzata solo dal colpito su Perez), con 2 out, ottenuta dai padroni di casa: Retrosi, Alexander, Connell, Peppe Mazzanti e Navarro (forse con la complicità di Coffie).
I  4 punti saranno decisivi, anche se il Nettuno a sua volta non riesce a sua volta a sfruttare la situazione di corridore in terza (Imperiali, che chiuderà a 3 su 4, autore di un triplo in apertura di sesto attacco laziale). Retrosi manda in foul un tentativo di squeeze e Coffie toglie la valida ad Alexander con la prima giocata del week end degna del suo pedigree di ex Grande Lega.
De Santis (10 valide e 9 strike out) incassa la sconfitta pur arrivando a completare l'ottava ripresa. Pezzullo firma la salvezza con 3.1 riprese perfette.

IL TABELLINO

da Bologna, Marco Landi

Imperiali e Granato, ottima cerniera difensiva della T&A (Ferrini FIBS)L'infortunio subito in garadue si è rivelato più importante del previsto e la T&A San Marino non può schierare Pantaleoni per una contrattura che probabilmente lo terrà fuori dal campo anche in European Cup; Sheldon torna perciò titolare in terza base, in una serata che vede Bindi schierare da subito Riccardo Suardi all'esterno sinistro e De Biase battitore designato, mentre la UGF Assicurazioni si presenta in formazione tipo "da sabato sera", con Alaimo a destra e Malengo in prima base.
Sul monte si affrontano Fabio Betto (3-3, 2.22) e Greg Palanzo (3-2, 4.62). Gli ospiti mettono subito la testa avanti: con 2 fuori, Duran ottiene la base per ball e segna il primo punto della gara con due singoli a seguire di De Biase e Jansen, ma la risposta dei bolognesi arriva immediatamente, con Garabito che manda la palla nell'angolo destro del campo, per un triplo, e segna il pareggio grazie al singolo di Angrisano, a sua volta spinto a casa da Ramos con un doppio sulla linea di sinistra per il 2-1.
Un primo inning così scoppiettante lasciava presagire una partita dominata dagli attacchi, invece entrambi i partenti chiudono di lì in poi ogni strada alle mazze avversarie e quando Betto scende, dopo 5 inning completi, sul suo conto ci sono 3 valide in tutto, 1 base ball e 5 strikeout. Il suo posto lo prende Alessandro Ularetti, sul quale, con un eliminato, Duran tocca una valida al centro che trasforma in un doppio con una corsa aggressiva delle sue, De Biase è out al piatto, Jansen viene passato in prima intenzionalmente, ma poi, su un alto pop in diamante di Snijders, Santaniello si lascia clamorosamente sfuggire la palla dal guanto e i titani pareggiano sul 2-2; Sheldon spreme il gioco davanti ad una difesa fortitudina ancora sotto shock e anche Snijders arriva a pestare il piatto, portando i suoi avanti 2-3.
La UGF accusa visibilmente il colpo, anche perché, dall'altra parte, Palanzo ottiene un supporto perfetto dalla sua difesa, che in un paio d'occasioni gli risolve i problemi con provvidenziali doppi giochi e, quando scende dalla collinetta, dopo 7 inning, lo fa con 6 valide, 3 basi ball e nessun altro punto al passivo.
Nella prima parte dell'ottavo, con De Biase in seconda, Jansen in prima e nessun eliminato, Bologna manda sul monte Fabio Milano, ma l'ingresso del mancino non è risolutivo come ventiquattr'ore prima e la T&A allunga decisamente con un singolo di Sheldon che fa segnare De Biase e un lancio pazzo che fa siglare a Jansen il 2-5, presto arrotondato da Francesco Imperiali con un fuoricampo da 1 punto al nono.
I tricolori mettono a referto 2 punti nell'ultimo attacco, contro Mattia Salsi, ma la gara è solidamente nelle mani della T&A, che se la aggiudica per 4-6 e vince una serie importantissima in ottica post-season.

IL TABELLINO

Il maltempo continua a non dare tregua alla IBL e questa volta a farne le spese sono la Telemarket Rimini e il De Angelis Godo, costrette al rinvio di gara-3 per l'impraticabilità del campo.
Tempo permettendo, la partita verrà recuperata domenica 30 alle ore 11.

 

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});