Una crescita importante per i dati di visibilità sui media di baseball e softball nel 2021

Una crescita importante per i dati di visibilità sui media di baseball e softball nel 2021
22/01/2022
I numeri sui mezzi di comunicazione, così come quelli di tesseramento, segnano un incremento anche rispetto al 2019 e sono la base per la pianificazione 2022

Il 2021 ha portato, dal punto di vista dei dati di visibilità, un incremento in quasi tutti gli indicatori considerati; non poteva che essere così visto l’aumento delle settimane giocate, dopo la riduzione drastica imposta dal covid-19 nel 2020, e il ritorno importante, a cominciare dall’Italia, ospite di ben quattro Europei, delle attività internazionali, su tutte le Olimpiadi di Tokio.

È interessante l’incremento riscontrato nella maggioranza dei valori anche rispetto al 2019, anno pre-pandemia.

Fibs.it rimane, ancora, l’hub principale dei contenuti, anche se, come avviene in ogni ambito, sono i social network, soprattutto quelli basati sulle immagini, ad emergere per dinamicità.

Il sito, che ha goduto di una ‘spinta’ importante dalla nuova release, online da maggio, registra 310mila utenti unici, con un balzo del 25% rispetto al 2020 e un incremento rispetto al 2019 del 7%. Le sessioni tornano abbondantemente oltre il milione (1.200.000), per un numero di contenuti editoriali che sfiora i 1.500.

Sul lato social, considerando solo i profili istituzionali, la crescita, che non si è mai arrestata nemmeno in pieno coronavirus, segna 19,5mila follower per Facebook e il superamento dei 12mila follower del profilo Instagram. Un aumento di iscritti di oltre il 30% lo segna FIBSChannel su YouTube, con i 159 video pubblicati che hanno generato 137mila visualizzazioni.

In ambito di diffusione audiovisiva, la piattaforma FIBSTV ha registrato una leggera flessione rispetto all’anno precedente, assestandosi sulle 103mila riproduzioni (live+on-demand) da parte di circa 30mila utenti unici (erano 32mila 12 mesi prima), quasi tutte generate dai circa 60 eventi live prodotti in esclusiva. È certamente la perdita di questa esclusiva che ha causato la flessione della webTV, visto che, dal 2021, è iniziato il rapporto con la piattaforma multimediale Mediasport Group, i cui canali ‘tradizionali’ hanno trasmesso un monte ore di dirette e repliche assolutamente importante. Mediasport ha infatti messo a disposizione gratuitamente ben 49 eventi di baseball e softball sui propri canali televisivi: il satellitare MS Channel (814 di Sky, 54 di Tivusat) ha dedicato alle partite prodotte dalla FIBS ben 858 ore, che hanno raggiunto 3.432.000 contatti, mentre sul digitale terrestre MS Sport ha sviluppato 1.924.000 contatti con 444 ore di programmazione (fonte: Auditel).

Un capitolo a parte va riservato alla partnership con Sky Sport Italia, che ha trasmesso in esclusiva tutte le gare azzurre e quelle che hanno assegnato le medaglie agli Europei assoluti di baseball e softball, per un totale di 18 partite in esclusiva e 39 ore di diretta.

A queste vanno aggiunti gli spazi che la Rai e Discovery+ hanno dedicato sulle proprie piattaforme alle gare olimpiche di Italia Softball. I dati disaggregati di Discovery non sono disponibili, ma sono interessanti i dati di ascolto delle dirette su Rai 2 – La Rete Olimpica forniti dalla Rai: 22/07 Italia-Australia 86mila, 1,8% share; 25/07 Italia-Messico 2 milioni 531 mila, 19,1%; 26/07 Italia-Canada 982mila, 19%.

La carta stampata, secondo le rilevazioni Eco della Stampa, ha dedicato nel 2021 a baseball, softball e baseball giocato da ciechi 5.800 articoli da 600 testate, di queste il 55% sono testate a stampa (quasi totalmente quotidiani), mentre il 45% sono testate web.

Marco Landi