Il Cagliari accede alla poule Scudetto, Parma Clima completa la doppietta

Il Cagliari accede alla poule Scudetto, Parma Clima completa la doppietta
27/06/2021
Il Cagliari conquista l'accesso alla poule Scudetto

È il Cagliari Baseball l'ultima squadra ad accedere alla poule Scudetto: alla squadra di Walter Angioi bastava un solo successo contro l'Ecotherm Brescia, ne sono arrivati due (6-5, 7-1). Il Parma Clima bissa il successo di sabato battendo il Settimo per 13-0 all'ottavo inning, mantenendosi imbattuta nel girone A. Doppiette anche per Godo Baseball, CSO Panamed Lancers, New Black Panthers Ronchi e Campidonico Torino Grizzlies.

Al Cagliari di Walter Angioi serviva una vittoria per accedere alla poule Scudetto. I sardi hanno deciso di porre fine alla questione alla prima occasione utile, gara uno, ma quanta fatica contro l’Ecotherm Brescia! Il primo match termina 6-5 per i rossoblu ma i bresciani di Danny Gorrin hanno colpito per primi, segnando due punti nei primi due attacchi (sac fly di Milko Jaramillo e fuoricampo di Giovanny Rosales) prima di venire ripresi dal Cagliari, che al cambio campo segna tre punti con quattro singoli consecutivi. I cagliaritani allungano poi nel quarto con altri tre punti (decisive le battute di Cepero e Turino) ma la leonessa si rifà sotto nel quinto, con due punti targati Jaramillo, e nell’ottavo con un doppio di Marcandalli. Livan Delgado riesce però a salvare il bullpen ed a chiudere una partita completa da 12 strikeout. Con un superlativo Hector Ponce (partita completa da 20 strikeout), il Cagliari Baseball fa suo anche il secondo incontro con un 7-1 che, oltre a quella di Ponce, porta anche le firme di José Cuesta (2-3, 3PBC) e Dariel Rodriguez (1-3, 3PBC).

Il Parma Clima di Gianguido Poma completa lo sweep nei confronti del Settimo Baseball che regge per cinque inning mantenendo lo 0-0. Poi i parmigiani esplodono nel sesto inning con otto punti che indirizzano chiaramente la partita. Nel settimo inning Cesare Astorri colpisce il suo primo fuoricampo in campionato e con un colpito a basi piene apre le segnature anche nell’ottavo inning, dove Parma va a casa altre tre volte per il definitivo 13-0 all’ottavo inning.

Il Campidonico Torino Grizzlies chiude con un record vincente grazie al doppio successo sul Milano 1946 (13-4, 6-1). In gara uno Illuminati ha utilizzato quattro lanciatori, con il partente Anthony Arcila che chiude con una prestazione di qualità. Tra i battitori spicca la prestazione del DH Maurizio Di Maria (3-4, 5PBC). Alla squadra di Fraschetti non basta Andrea Capellano (3-5, PBC) e Massimo Sanguedolce (3-4). Il Milano dà più battaglia in gara due grazie soprattutto alla qualità di Francisco Carrillo, che però non basta a trattenere gli orsi che graffiano tre volte nei primi sei inning con Maurizio De Maria e Jacopo Marziale mentre nell’ottavo inning è Jesus Carrera, con un triplo a destra, a far entrare altri tre punti.

Sorpresa nel derby dell’Arno dove il CSO Panamed Lancers di Lastra a Signa piega la Fiorentina Baseball in entrambe le partite (5-4, 13-5), in rimonta, superando in classifica proprio la squadra. In gara uno è stata fondamentale la prestazione del lanciatore Manuele Margheri, protagonista di 4.1 riprese senza punti concessi in rilievo di Giacomo Degl’Innocenti (4.2RL, 4PG), e decisivo Moises Colasante che nel sesto inning batte il punto del 4-4 e nel nono inning segna il punto vittoria sul lancio pazzo di Albrim Krasniqi. In gara due i Lancers rimontano dal 3-0 di metà secondo inning fino a vincere per 13-5 con un rilievo da una valida su sette riprese di Maicol Belnabe, un totale di 12 valide battute e tre punti ad inning segnati dal terzo al settimo ad eccezione del sesto attacco.

Il Godo Baseball chiude il Qualification Round con due successi shutout (5-0, 1-0) in casa del Sultan Cervignano. In gara uno al Cervignano non basta una prestazione di qualità di Ramon Perez perché Matteo Galeotti (5RL, 2BV, 5SO) ed i rilievi Riccardo Focchi e Gabriele Piumatti sono intoccabili. Tra i punti segnati dal Godo in risalto è il leadoff HR battuto nel quinto inning da Shakir Albert. Tiratissima gara due dove i due monti di lancio la fanno da padrona. Elias Jimenez mantiene le tigri di Cervignano in gioco con sette riprese senza punti concessi condite da 10 strikeout. Ai romagnoli basta un solo punto, che arriva nell’ottavo contro Manuel Abreu vittima delle valide di Eugenio Monari e Marco Servidei.

17 punti segnati e 23 valide battute nel primo match di giornata al “Falchi” di Bologna tra Longbridge 2000 e New Black Panthers. La squadra di Ronchi dei Legionari ha la meglio per 11-6 sostanzialmente grazie a due big inning da cinque punti (quinto inning) e quattro punti (settimo inning) che portano il match verso il Friuli-Venezia Giulia. Il Ronchi si ripete in gara due vincendo per 5-3 con l'ottima prova del monte di lancio guidato da Darlin Camilo e dai rilievi Marco Stabile e Simone Bazzarini. I punti battuti a casa dall'attacco bisiaco sono stati prodotti tutti dagli ultimi tre del lineup, Alessio Lollo (0-4, PBC), Pietro Gheno (1-2, 2PBC) protagonista anche di due basi su ball e di una rubata, e Marco Furlani (2-5, PBC). Ai giovani bolognesi non è riuscito il tentativo di rimonta nel finale.

Una vittoria a testa nel derby parmigiano: la Ciemme Oltretorrente di Julio Rodriguez fa la voce grossa in gara uno, vinta per 11-1 all’ottavo inning, con l’ottimo lavoro del monte di lancio che con Luca Capellano (5 riprese) e Rodrigo Fava (3 riprese) concede appena due valide ed un punto al Fontana Ermes Sala Baganza. I salesi rispondo in gara due vincendo per 7-5 e resistendo al tentativo di rimonta dell’Oltretorrente che nel nono inning, con zero eliminati, riempie le basi senza però riuscire mai a calpestare il piatto di casa base. Decisivo il settimo inning dove Sala Baganza, sotto 2-3, segna cinque punti con doppi di Leo Zileri e di Edoardo Romanini e i singoli di Giona Ruggeri e Michele Ghidoni. L’Oltre risponde al cambio campo con un triplo da due punti di Alessandro Nardi, ma è troppo poco.

Il primo confronto di giornata (7-4) nel derby laziale tra WiPlanet Montefiascone e Academy of Nettuno va alla squadra di Ivano Licciardi, che riceve una buona prova dal monte di lancio in previsione della corsa salvezza che partirà il prossimo fine settimana. Il Montefiascone (super Samuel De Simone con 4-5 e 2 punti battuti a casa) si porta subito sul 6-0 a metà quinto inning, poi l’Academy prova la rimonta con il secondo fuoricampo stagionale di Federico Ricci (solo homer), ma non basta per invertire la rotta. I nettunesi rispondono vincendo gara due per 5-2 con il decisivo big inning da quattro punti nel primo inning che porta le firme di Nick Davenport, Mattia Restante e Fabio Origlia che consegnano un vantaggio che Ronmel Gonzalez ed il bullpen amministrano senza troppi problemi.

Nick Morreale (6RL, 2PG, 11SO) ed Enrico Buin (3RL, 4SO) guidano l’Itas Mutua BSC Rovigo al successo per 7-3 in gara uno contro l’Erba Vita New Rimini di Mike Romano che se la gioca restando a lungo in partita, grazie anche al punto del 3-3 battuto da Davide Ruggeri nel sesto inning. La partita vira però verso Rovigo a partire dal settimo inning dove i veneti tornano avanti con punto battuto da Marco Sandalo per poi chiudere la partita con tre punti nel nono attacco. Al Rovigo serve una vittoria per chiudere il qualification round con un record vincente. Il New Rimini ha però altri piani e vince per 6-3 in rimonta con l’ottimo rilievo di Francesco Ridolfi ed i troppi errori (5) della difesa rodigina. Nelle fila dei romagnoli spiccano Marco Baccelli (2-3, PBC) e Alberto Canini (1-1, 2PBC) protagonista anche di una di cinque rubate messe a segno dal New Rimini.

CALENDARIO, RISULTATI E LINK AL PLAY-BY-PLAY

CLASSIFICA

STATISTICHE

Foto: Matteo Pizzolini (New Black Panthers) tocca Samuele Gamberini (Longbridge 2000) che tenta la scivolata in seconda durante gara uno del doppio incontro del "Gianni Falchi". Credit: Lauro Bassani/PhotoBass