Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La storia del baseball in un interessante pomeriggio di sport in libreria

Come annunciato si è tenuta il 16 gennaio presso la libreria Pagine di Sport una conversazione sulla storia del baseball.

La presentazione della serata è stata fatta da Valerio Piccioni, responsabile della redazione romana della Valerio Piccioni di Gazzetta dello Sport introduce la conversazione sulla storia del baseball (FIBS)Gazzetta dello Sport e organizzatore della Corsa di Miguel della quale la serata era uno degli eventi correlati. Il giornalista ha voluto mettere in evidenza la stretta relazione che esiste fra baseball e corsa, sottolineata anche dalla definizione di baseball come sport del batti e corri.

Angela Teja, presidente della Società Italiana Storia dello Sport, ha sottolineato la qualità degli studi presentati e ha annunciato che con la serata prende avvio una serie di presentazioni di libri sulla storia dello sport che si terranno con cadenza mensile sempre presso la stessa libreria.

Supportato da immagini d'epoca Andrea Salvarezza ha illustrato la sua tesi di dottorato dal titolo Eccezionale quel baseball! Storia dell'isolazionismo americano negli sport. Con precisi e approfonditi riferimenti storici ha spiegato le ragioni profonde della identificazione del baseball come rappresentante dello spirito nazionalistico americano. Non ha mancato di sottolineare che quanto la tradizione vuole, cioè che il baseball sia un gioco di origini americane inventato da Abner Doubleday la cui prima partita si sarebbe giocata a Cooperstown nel 1839, sia solo una invenzione fatta per supportare la tesi delle sue origini americane. La tesi di Salvarezza ha vinto il prestigioso premio ‘Gaetano Cozzi' della Fondazione Benetton Studi e Ricerche.

Roberto Buganè ha dedicato il suo intervento al ruolo fondamentale che ha avuto il baseball americano nell'introduzione della disciplina in Italia. Partendo dai primi documenti che attestano partite giocate in Italia, ha ripercorso il viaggio attraverso il mondo di A.G. Spalding nel 1888-1889 soffermandosi sulle partite giocate in Italia.

Attenzione americana verso l'Italia che si concretizzò nel 1931 con l'ospitalità offerta per sei mesi a 40 accademisti della Regia Accademia di Educazione Fisica durante la quale venne insegnato loro in particolare il gioco del baseball.

Questo interesse portò nel 1962 a un accordo stipulato fra la franchigia dei Cincinnati Reds e la FIPAB, grazie al quale il baseball italiano poté usufruire di importanti contributi tecnici. Il più vistoso fu l'ospitalità offerta per circa 20 giorni alla Nazionale Italiana per lo spring training a Tampa in Florida.

Anche questa parte della conversazione è stata accompagnata da immagini e filmati che hanno riscosso il gradimento del pubblico.

Erano presenti fra il pubblico Paolo Ogliotti, coordinatore editoriale e art director della prima rivista scientifica italiana di critica e storia dello sport Lancillotto e Nausica,  Adolfo Noto dell'Università di Teramo-Atri, Giuseppe Buccioni presidente della polisportiva S.S.Lazio, Tiziana Pikler autrice del libro Il gioco e lo sport nelle arti pittoriche.

Ma l'ospite più gradito è stato certamente Giulio Glorioso, icona del baseball italiano, che con alcuni suoi interventi ha contribuito a rendere ‘viva' la storia narrata. Con generosità e simpatia il campione ha voluto donare alla libreria una locandina originale del 1956 che annuncia la partita fra la A.S. Roma e la S.S. Lazio.

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});