Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL MUSEO VIRTUALE SI ARRICCHISCE CON NUOVI DOCUMENTI

di Roberto Buganè

Il Museo riprende vita presentando una ampia carrellata sul 1955 nelle sezioni "Le prime testimonianze", "Lo sviluppo" e "Approfondimenti e curiosità".

Nel campionato italiano fu il momento della S.S.Lazio che, al termine di un combattutissimo torneo, si aggiudicò il titolo italiano interrompendo la serie del Nettuno che, dal 1951, aveva ininterrottamente dominato.
La S.S.Lazio si avvalse della conduzione di Joe Lubas, che ricordiamo già aveva condotto alla vittoria la Libertas Roma nel primo campionato organizzato dalla F.I.P.A.B. nel 1950. Lubas, che era rientrato negli States al termine del campionato dell'anno precedente, era stato convinto dalla dirigenza della Lazio a rientrare in Italia. Nella Lazio militava Giulio Glorioso che conquistò così il suo primo titolo di campione italiano. Faceva parte di quella formazione un altro personaggio che è entrato nella Hall of Fame italiana e cioè Franco Tavoni che era stato convinto a trasferirsi da Bologna nella squadra capitolina.
In quell'anno poi si disputò a Barcellona il secondo campionato europeo e fu proprio la squadra spagnola ad aggiudicarsi il titolo. L'Italia non fu molto fortunata non riuscendo a confermare il titolo conquistato nell'anno precedente. Non partecipò l'Olanda che nel corso dell'anno aderì alla Federazione Europea di Baseball dando inizio, dall'anno successivo, al suo lungo predominio in Europa.
A colorire gli eventi del 1955 vengono presentate due lunghe interviste a Giulio Glorioso e Romano Lachi e ricordata la visita in Italia di Joe Di Maggio.
Le cronache del 1955 danno anche spazio all'attività del softball femminile. Il museo ci propone le foto di alcune squadre. In particolare le foto del Torino B.C. sez. femminile e della Libertas Yankees di Milano che si disputarono la vittoria nel torneo organizzato per quell'anno. Per la cronaca risultò vincitrice la squadra milanese, allenatore della squadra un altro Halloffamer italiano, il grande Jimmy Strong.
Lo Yankees fu quindi "Campione Italiano" di softball nel 1955? La domanda è giustificata. La federazione italiana ha da sempre considerato primo titolo di campione italiano quello vinto dal CAR Renaullt di Torino nel 1969. E allora? La questione è aperta.

Nella sezione "Prime testimonianze" del museo virtuale entrano alcune foto che costituiscono una vera "chicca". La prima è quella di un battitore in azione a cui è dedicata tutta la pagina di copertina del giornale "La Domenica Sportiva" dell'11 giugno 1916, il più importante giornale sportivo dell'epoca. All'interno ancora due foto di fasi di gioco. Si tratta di foto scattate sul campo di calcio del Genoa Club, i protagonisti sono ancora, come già successe nel 1884 a Livorno, marinai della corazzata americana Des Moines all'ancora nel porto ligure. Le due foto interne presentano invece "bizzarre" azioni di gioco, così le definì il giornale. Assistette un folto pubblico molto interessato. Il giornale è conservato presso l'emeroteca della Biblioteca Centrale del C.O.N.I. in Roma nell'impianto dell'Acqua Acetosa.
Infine due immagini che ci  dicono qualcosa sulla vita delle società con riferimento al costo dei materiali da gioco e dagli sforzi fatti dalla F.I.P.A.B. per conquistare visibilità.

 

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});