Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'Olanda dilaga con facilità contro la Svezia

Con tre big-inning da 16 punti totali, l’Olanda si apre la strada per una vittoria per manifesta nella prima partita della seconda fase che la vedeva opposta alla Svezia. Nulla da fare per i lanciatori scandinavi che crollano sotto 11 valide, con 4 extrabase, e ben 12 basi ball concesse. Ne nasce un 17-1 in sei riprese senza storia.

L’Olanda impiega solo un inning prima di mettere in discesa la partita con la Svezia in parte per meriti propri, in parte per demeriti del lanciatore partente scandinavo Rikard Leander che palesa problemi di controllo, 8 Gran triplo per Urbanus contro la Svezia (Ezio Ratti/FIBS)basi ball in 4 riprese. Proprio le 4 basi ball, quasi consecutive, concesse agli orange in apertura di seconda ripresa sbloccano il risultato, arrotondato sulla volata di sacrificio di Statia (2-0). Tocca poi a Smith cancellare lo zero nella casella delle valide con un doppio a sinistra che, insieme all’errore del ricevitore svedese sull’assistenza a casa, porta 2 punti. Il 5-0 invece è frutto di una palla mancata. La Svezia dal canto suo riesce a sbloccarsi colpendo due singoli a fila su Markwell e completa il giro delle basi con Johannessen su sacrificio e un’eliminazione in diamante (1-5). Non basta però a fermare l’armata olandese che al terzo inning chiude i conti e lo fa battendo valido, 4 hit, con un doppio di Connor (serata da 3 su 4) ed un triplo di Urbanus. Un altro big-inning, 4 punti, che avvia la gara verso la chiusura anticipata. Mercy rule che arriva al sesto quando l’Olanda dilaga senza scrupoli con 7 punti frutto di 6 valide, tra cui il triplo di Smith, due basi ball ed un colpito che fissano il 17-1 finale.

IL TABELLINO     LA CLASSIFICA AGGIORNATA