Europeo Softball U22, terza vittoria per manifesta per l’Italia

Europeo Softball U22, terza vittoria per manifesta per l’Italia
28/06/2022
Cambia il campo, dal 2 al principale, cambia l’avversario, ma le azzurre continuano a segnare punti e battere valide. Esordio di Giulia Koutsoyanopoulos, dopo l’arrivo dagli Stati Uniti solo nella giornata di lunedì.

La terza vittoria dell’Italia al Campionato Europeo Under 22 arriva contro la Croazia. Un netto 14-0 dopo 3 riprese e mazza di gioco. Un altro passo verso la chiusura del primo girone senza intoppi: il che vuol dire andare nella giornata di mercoledì ad affrontare la Repubblica Ceca (prima nel girone D) e, successivamente, la Germania (seconda nel girone del Regno dei Paesi Bassi).

Le azzurre, contro la Croazia, scendono in campo con Beatrice Nannetti in pedana (solo due valide concesse) e con la terza formazione (tra lineup e difesa) diversa, in modo da dare a tutte la possibilità di mettere nelle braccia turni di battuta. Arriva anche l’esordio di Giulia Koutsoyanopoulos, arrivata a Roma dagli Stati Uniti nella giornata di domenica e qui a Kunovice, nel pomeriggio di ieri. A dire la verità la giocatrice di Arizona era già in dug-out nella seconda partita della prima giornata, ma giustamente tenuta a riposo. Nella sfida alle croate, invece, è stata impiegata in difesa all’esterno centro.

Anche nella terza partita, sebbene il campo 1 di Kunovice sia leggermente più lungo del 2, è arrivato il tradizionale fuoricampo azzurro: lo ha realizzato Tara Melassi. Per lei singolo e 2 run homer al terzo inning, quando l’Italia ha mandato a nel box 14 battitori. Oltre al fuoricampo di Melassi, 13 valide: delle quali un triplo di Flavia Carletti e ben 5 doppi; li hanno realizzati Koutsoyanopoulos, Virginia Mambelli, Martina Ghergolet e 2 Linda Rampoldi. La mancina del Bollate, in un caso, con Elena Slawitz in prima, ha fintato il bunt per poi battere slash in ritardo oltre la terza base e far avanzare Slawitz in terza. Una giocata intelligente come tante ce ne sono state nel corso della partita. Andrea Longagnani ha chiesto di muovere il gioco, di aggredire sulle basi e tutte si sono sacrificate per la squadra.

Ora resta l’ultima partita del girone contro la Slovacchia e poi si entrerà nella fase che conta, nella quale i risultati contro Repubblica Ceca, Germania e una tra Spagna e Irlanda, avranno un significato quando, da giovedì pomeriggio comincerà il round robin finale da 6 squadre.

da Kunovice (Repubblica Ceca), Michele Gallerani

IL TABELLINO

RIGUARDA ITALIA-CROAZIA

TUTTI I RISULTATI, LE CLASSIFICHE E LE STATISTICHE

LO STREAMING DI ITALIA-SLOVACCHIA

Nella foto di copertina Flavia Carletti ruba la seconda (MG/Oldman)