Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Da sinistra: Andrea Di Giandomenico, Irene Lolli, Maddalena Musumeci, Aurora Puccio

Il Clinic "Il ruolo dell'allenatore" è stato un successo

E' stato un successo il Clinic su Il ruolo dell'allenatore, che la Delegazione dei tecnici dell'Emilia Romagna ha organizzato presso la sede FIBS di Bologna.
"Siamo molto soddisfatti" commenta Irene Lolli, responsabile softball della Delegazione e ideatrice dell'iniziativa "Abbiamo ricevuto un feed back estremamente positivo. L'unica critica arriva da 2 corsisti, che lamentano il poco tempo avuto a disposizione per affrontare tutti gli argomenti. Questo mi stimola a pensare a una seconda sessione del Clinic...".

Il Clinic Il ruolo dell'allenatore è stato organizzato dalla Delegazione Tecnici dell'Emilia RomagnaNel corso della giornata il ruolo dell'allenatore è stato esaminato fuori dagli aspetti strettamente tecnici.
La Mental Coach Aurora Puccio ha presentato il cosiddetto metodo SFERA (acronimo che sta per Sincronia, punti di Forza, Energia, Ritmo Attivazione), una semplificazione di ciò che si fa quando si opera nel campo dell'ottimizzazione della prestazione sportiva
Maddalena Musumeci (componente dello storico Setterosa medaglia d'oro alle Olimpiadi di Atene nel 2004, oggi educatrice) ha invece parlato della gestione dei bambini, con tanto di consigli su come gestire genitori invadenti.
Andrea Di Giandomenico, allenatore della nazionale femminile di rugby, ha affrontato invece il tema della comunicazione con i giocatori e illustrato una serie di regole che lui si impone di seguire come allenatore, dalla formazione della squadra in poi.

"Questo Clinic affrontava aspetti di mental coaching, ma il nostro scopo era anche portare ai partecipanti testimonianze concrete e dirette" conclude Irene Lolli "Ad esempio: noi allenatori diciamo spesso ai giocatori che devono rimanere concentrati. Durante il Clinic ci è stata posta la domanda: voi sapete come concentrarvi?".