Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Sognando California

La cartina della CaliforniaLa prima volta che sono venuto in California ero molto giovane e mi sentivo molto solo pur essendo sempre
assieme a qualcuno.
Questo era vero al punto che al ritorno dalla California ho elaborato una teoria di questo genere: "Essere soli non vuoi dire non essere in compagnia, ma non essere in compagnia di una determinata persona".
Tutt'ora mi sembra un pensiero abbastanza intelligente e, per uno sviluppo indipendente dall'influenza schiroliana di questa idea, consiglio l'ascolto della canzone dei Cure (anno 1979, credo) "10.15 on a Saturday night". Qualcuno, sto parlando della canzone, e' in casa da solo un sabato sera alle 10.15 in attesa di una telefonata che non arrivera' .

Benche' mi sentissi solo ed infelice, di certo quella volta avevo meno freddo. Ieri sera allo stadio degli Angels si gelava e il mio abbigliamento al riguardo era del tutto inadeguato, rispetto ai nativi con cuffia e guanti, che evidentemente hanno smesso prima del sottoscritto di credere ai telefilm ambientati nella California del sud, nei quali sono tutti in maniche corte, se non (quando ne vale la pena) a torso nudo o in bikini.

C'era freddo, ma valeva la pena di esserci perche' e' stata veramente una grandissima festa di sport. Per Corea-Messico c'erano piu' di 42.000 persone, quasi la capienza di un 'Angels Stadium' sempre gigantesco, nonostante i posti a sedere siano stati ridotti alla fine degli anni '90, da quando non e' stato piu' necessario condividere lo stadio con il football. Penso fossero quasi tutti emigranti, perche' messicani e coreani rappresentano una parte certamente rilevante della popolazione di questo Stato. E certamente in tribuna si sentiva, perche' l'entusiasmo che il pubblico propagava durante la partita era davvero contagioso. Devo ammettere che, pur semi assiderato e privo di computer (cosa che per me e' quasi come essere nudo), mi sono addirittura commosso quando sul tabellone luminoso e' apparso il volto di un ragazzo evidentemente coreano e che brandiva una bandiera tricolore del Messico. I 42.000 sono esplosi in un boato che dava i brividi.

Come ricorda l'Ufficio Stampa del Classic, l'Angel Stadium e' "un posto molto grande". lo, in effetti, faccio ancora una certa fatica ad orientarmi, perche' devo passare dal secondo piano (sala stampa) al terzo (sala conferenze) al quarto (posto stampa assegnatomi). Durante Stati Uniti-Giappone ero tanto impegnato in tutti questi spostamenti che del fuoricampo di Chipper Jones ho visto solo la traiettoria. Ho pero' fatto decisamente in tempo a percepire l'entusiasmo del pubblico americano, carico come certamente non lo avevo mai visto ad una partita di baseball della loro nazionale. Ad un certo punto si e' alzato un imperioso Iu-es-ei, davvero di grande effetto. Per la cronaca, al pomeriggio c'erano poco piu' di 32.000 persone.

In 2 gare della seconda fase il Classic ha fatto registrare un bel 75.000 paganti. Alla faccia di chi diceva che un torneo in questo periodo sarebbe passato inosservato. In sala stampa i giornalisti americani parlavano di post season atmosphere. Gli crederemo, non avendo esperienza diretta.
Il Classic e' un successo commerciale, oltre che di pubblico. A parte le vendite allo stadio, la Mastercard (uno degli sponsor) ha addirittura varato uno spot pubblicitario in cui immagini girate in vari luoghi del mondo con il baseball come tema centrale spiegano l'ormai celeberrimo slogan: Ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto c'e' Mastercard.

Come per molti degli azzurri, anche per il sottoscritto con la partenza dalla Florida sono finiti i tempi da 'Big Leaguer'. Dal lussuosissimo 'Ritz Carlton' di Orlando mi sono trasferito ad un simpatico motel chiamato 'Little Boy Blue', a poche miglia da Disneyland e a poche miglia anche dallo stadio. In tribuna stampa non sono piu' "visiting PR" (dietro casa base), bensi' altra stampa, la' verso l'esterno destro.
Questa parte della California (siamo ad un'ora da Hollywood, ma ad almeno 40 minuti anche dall'Oceano) ricorda tutto sommato la Florida centrale. E' tutto un susseguirsi di autostrade e zone di negozi, che rappresentano vere e proprie oasi nel traffico opprimente di queste parti.
Col gestore del motel sono gia' amicissimo, dopo averlo svegliato in piena notte al mio arrivo, cortesia da lui ricambiata facendomi cambiare stanza subito dopo che avevo riempito i cassetti. "Questa non e' LA", continua a dirmi.
Non faccio troppa fatica a crederci.

Di Riccardo Schiroli

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function ($) { initChosen(); $("body").on("subform-row-add", initChosen); function initChosen(event, container) { container = container || document; $(container).find(".advancedSelect").chosen({"disable_search_threshold":10,"search_contains":true,"allow_single_deselect":true,"placeholder_text_multiple":"Scrivi o seleziona alcune opzioni","placeholder_text_single":"Seleziona un'opzione","no_results_text":"Nessun risultato"}); } }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });}); jQuery(document).ready(function() { var value, searchword = jQuery('#mod-finder-searchword880'); // Get the current value. value = searchword.val(); // If the current value equals the default value, clear it. searchword.on('focus', function () { var el = jQuery(this); if (el.val() === 'Cerca nel sito') { el.val(''); } }); // If the current value is empty, set the previous value. searchword.on('blur', function () { var el = jQuery(this); if (!el.val()) { el.val(value); } }); jQuery('#mod-finder-searchform880').on('submit', function (e) { e.stopPropagation(); var advanced = jQuery('#mod-finder-advanced880'); // Disable select boxes with no value selected. if (advanced.length) { advanced.find('select').each(function (index, el) { var el = jQuery(el); if (!el.val()) { el.attr('disabled', 'disabled'); } }); } });});