Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Le dichiarazioni dopo gara 4 delle ISS 2020. MVP a Greta Cecchetti

Angelo Nicolini, coach dell'Inox Team Saronno è il primo raggiunto dai microfoni di FIBSTV.com: "Adesso dobbiamo smaltire le tossine. Oggi abbiamo giocato male, specialmente nella prima partita e siamo stati poco concreti nella seconda. Bollate ha sofferto più di noi e ha meritato il titolo, qui c'è un percorso ed è giusto che sia così. È mancata la squadra, non ci credevo neanch'io, durante l'anno eravamo lungo un percorso in progressione e ci credavamo a questo scudetto. Adesso c'è altro lavoro da fare, c'est la vie"

Ramon Vazquez Cedeno, manager dell'MKF Bollate che ha trionfato al primo anno nel dugout bollatese: "Una grande emozione, abbiamo affrontato una grande squadra, ma oggi c'è stata una Greta (Cecchetti) immensa e Bigatton è tornata sui ritmi della regular season. Sono davvero troppo contento, bisogna fare i complimenti a tutta la squadra, alla società e anche al Saronno. L'esperienza in queste partite è un fattore fondamentale, noi abbiamo preparato bene la difesa lungo tutta la settimana e siamo venuti qua per portare a casa questo scudetto. Grande rispetto per il Saronno, che si è dimostrata una grande squadra, però oggi hanno fatto degli errori e noi siamo stati praticamente perfetti. Dedico questa vittoria a tutta la società e alla mia famiglia a Cuba"

Roberta Soldi, consigliere federale e storica anima di Bollate: "È una grande gioia, una vittoria costruita sul campo da tutte le ragazze, giocatrici e staff. Tutto ciò non nasce dal caso, a Bollate il lavoro arriva da dietro le quinte. Quest'anno c'è stata anche la promozione del New Bollate in A1 ed è il grande lavoro di una società che come tante altre, sia nel baseball sia nel softball, fanno a livello giovanile. A volte è pesante, ma questi successi e vedere le bambine che giocano in campo pagano sempre. La difficoltà in questo 2020 dell'aggiungere giocatrici straniere in squadra per Bollate non ha avuto un grosso contraccolpo, perché fortunatamente nel corso degli anni si è lavorato in un certo modo: ciò ha permesso a tante ragazze giovani di giocare ad alti livelli, di mettersi in mostra e di arrivare a dei successi che sicuramente non si dimenticheranno"

Infine parla Greta Cecchetti, premiata come MVP di una serie che l'ha vista essere lanciatrice vincente in tutti e tre i successi di Bollate: "Questo scudetto rappresenta una fortissima emozione ed una vera liberazione. Era un traguardo che rincorrevamo da quindici anni, non mi sembra vero sia arrivato in questo 2020. La squadra è stata la mia motivazione più grande, non credo ci sia un solo MVP, tutte meritano questo riconoscimento: tutte hanno giocato in difesa, tutte hanno battuto e soprattutto tutte hanno tirato la carretta mentre io non c'ero; lo meritano davvero tutte questo MVP"

Bollate ha fatto 13!