Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Le Italian Softball Series ripartono dall'1-1

Sarà il weekend in cui una tra Inox Team Saronno ed MKF Bollate sarà incoronata come squadra campione d’Italia. Le Italian Softball Series entrano nel weekend decisivo con la certezza che si giocheranno almeno altre due gare – con la possibilità quantomai concreta di giungere fino alla decisiva gara 5.

La serie regina del softball azzurro, che vede impegnate quest’anno due formazioni lombarde, riparte dall’1-1 maturato domenica scorsa a Bollate al termine di due partite molto diverse – una vittoria punto a punto conquistata da Bollate, con Greta Cecchetti capace di portarsi a casa la vittoria con un complete game, ed una molto più netta, giunta per mercy rule al quinto inning, per Saronno. Solamente una volta nella storia delle finali una squadra capace di vincere una sfida per manifesta non ha poi vinto il titolo: nel 2017 quando Bollate vinse agevolmente gara 2 contro Forlì e poi il tricolore volò in Romagna.

In casa Saronno, con il manager Giovanna Palermi che tornerà in dugout avendo scontato la giornata di squalifica ottenuta dopo l’espulsione in gara 1, si riparte proprio da questo largo successo che ha testimoniato la resistenza mentale, oltre alle evidenti abilità tecniche, della squadra. Chiusa la striscia di undici successi consecutivi (che era comunque prevedibile alla vigilia di una ISS che appariva estremamente bilanciata), le neroazzurre sono riuscite ad evitare di andare sotto 0-2 nella serie ritrovando molte certezze, tra cui il valore della coppia in pedana Nicolini-Comar: dopo le difficoltà in gara 1 Nicolini ha lanciato una vera e propria gemma di 4.1 inning (il massimo di out che le erano rimasti a disposizione) con sole 4 valide concesse ed un punto – prima di lasciar rifinire il lavoro a Comar che, invece, era già stata estremamente positiva anche nella prima partita.
Nel box di battuta Laura Vigna, che cerca il suo terzo scudetto consecutivo a soli 21 anni, è stata la trascinatrice: 5 su 6 nel computo totale dei due match con 4 RBI e a lei dovranno affidarsi, chiave di volta di un lineup profondissimo che dal leadoff Rotondo fino agli ultimi spot può impensierire le difese avversarie – tanto che il computo degli errori nel primo weekend è stato impietoso, 5 per la difesa di Bollate e 0 per quella di Saronno.

Partirà proprio da una maggior attenzione difensiva la rincorsa di Bollate verso il titolo numero tredici per la società, quando si entra nel secondo fine settimana di finali che tradizionalmente è stato quello più ostico per le bollatesi: è dal 2012 infatti che Bollate non vince una gara 3 o successiva delle Italian Softball Series.
I 13 strikeout lanciati da Greta Cecchetti in gara 1 sono sicuramente l’ancora a cui aggrapparsi, nella speranza che il loro asso possa ripetersi, mentre per la seconda sfida la prova di Laura Bigatton è stata macchiata da una difesa poco precisa (dei 7 punti subiti solo 2 erano a carico della lanciatrice, così come l’unico punto subito dal rilievo Riboldi è stato unearned). Occorrerà poi valutare le condizioni di Jamee Juarez, non al meglio per poter lanciare secondo il manager Ramon Vazquez Cedeno, che potrebbe scombinare le carte in tavola: la giocatrice californiana ha annunciato il ritiro alla fine di questa stagione e vorrebbe festeggiarlo con il titolo italiano che ancora le manca al curriculum. Impiegata unicamente come DP nelle prime due sfide, Juarez è stata una delle due sole giocatrici del lineup – insieme a Marta Chiodaroli – a battere valido in entrambe le partite, una produzione, quella da parte degli spot 5 e 6 del lineup, particolarmente importante come coda della parte iniziale dell’ordine di battuta, dove Gasparotto, Lara Cecchetti, Elisa Cecchetti e Fama sono ormai blindate.

Tutte le gare delle Italian Softball Series saranno visibili su FIBS TV (prepartita dalle 16:30) con gara 3 in programma per sabato 10 alle ore 17, gara 4 trenta minuti dopo la conclusione della precedente sfida e l’eventuale gara 5 domenica 11 alle ore 11.
L’accesso all’impianto di Saronno, in ottemperanza alle disposizioni vigenti in Regione Lombardia, sarà possibile solo previa prenotazione a questo link.

CALENDARIO

LINK PLAY-BY-PLAY

STATISTICHE

di Nicolò Gatti