Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

I playoff della Serie A1 Softball partono con gli spareggi

È tempo di playoff in Serie A1 Softball. Un percorso che prevede spareggi, semifinali ed Italian Softball Series decreterà quale delle sei squadre che hanno strappato il pass per la postseason potrà incoronarsi campionessa d’Italia – succedendo a Bussolengo che ha vinto gli ultimi due titoli (e quattro negli ultimi cinque anni) e che quest’anno non potrà difendere la corona.

Si parte, come detto, dagli spareggi: le seconde e le terze di ogni girone disputeranno una serie al meglio delle tre partite tutte in casa della meglio piazzata in stagione tra sabato 12 settembre (gara 1, 2) e domenica 13 (gara 3, se necessaria) per decretare le altre due semifinaliste, oltre alle due vincitrici dei raggruppamenti che potranno giovare di un weekend di pausa.

Blue Girls Pianoro – RheaVendors Caronno

Quella che andrà in scena al “Pianorello” di Pianoro (BO) sarà la serie di spareggio che seguiremo in diretta su FIBSTV.com (prepartita sabato dalle ore 12:30, primo lancio alle ore 13) ed è, sulla carta, anche quella dall’esito più incerto.
Le Blue Girls del manager Marina Centrone hanno chiuso al secondo posto il Girone B (record 9-7), mentre la compagine lombarda guidata da Argenis Blanco si è assestata immediatamente come terza forza del Girone A (7-9). Ciò che accomuna le due formazioni è proprio il fatto di aver preso coscienza già da diverse settimane di quello che sarebbe stato il loro piazzamento in campionato, potendo quindi studiare in anticipo quello che sarebbe stato l’avversario al primo turno di playoff.
Le felsinee possono contare su un nutrito gruppo di titolarissime, visto che sette componenti del lineup hanno giocato da titolari tutte le sedici sfide (Trevisan, Brandi, Oliveti, Minardi, Parisi, Margareci, Collina), mentre in pedana di lancio l’arrivo dopo la prima settimana di Stella Turazzi (6-2, 2.42 ERA, 24/59 BB/K in 47.1 IP) ha portato un faro nel pitching staff di Pianoro, sotto la cui luce ha potuto maturare la giovane Beatrice Nannetti, chiamata spesso in causa (36 IP in 11 apparizioni, 5.25 ERA) e che – scampato il pericolo infortunio durante il Softball Summer Challenge di fine agosto con la Nazionale U18 – potrà dare il suo contributo anche nello spareggio.
Dall’altra parte in casa Caronno occorrerà valutare la condizione di Francesca Rossini, miglior battitrice stagionale tra le fila delle lombarde (.400/.538/.467), indisponibile però nell’ultima giornata di campionato così come, per motivi diversi, anche Giulia Fiorentini. Nessun dubbio invece per la pedana di lancio, dove Silvia Durot (3-5, 3.95 ERA, 25/40 BB/K in 51.1 IP) e Carlotta Salis (4-4, 2.48 ERA, 17/55 BB/K in 53.2) si sono divise tutte le riprese stagionali e guideranno Caronno alla caccia della semifinale, dove la vincente di questo spareggio incontrerà l’Inox Team Saronno.
Nel 2019, con il campionato a girone unico, le sfide stagionali tra Pianoro e Caronno erano terminate con due vittorie per parte – altro segnale che mette in tavola un duello all’insegna dell’incertezza in cui ogni azione potrà essere fondamentale.

CALENDARIO E RISULTATI

MKF Bollate – Sestese

Un anno fa, mentre Bollate centrava il pass per la finale scudetto, la Sestese festeggiava la promozione dalla serie cadetta. Ora le due formazioni si trovano faccia a faccia per decretare chi andrà ad affrontare in semifinale il Poderi dal Nespoli Forlì.
Bollate (13-3, 2° nel Girone A) parte certamente con tutti i favori del pronostico contro la Sestese (6-12, 3° nel girone B), potendo vantare un roster di assoluto valore a cui si aggiunge Jamee Juarez, di ritorno a Bollate dopo la Premiere Cup vinta lo scorso anno, e dando in mano al manager Ramon Vazquez Cedeno una squadra pronta a lottare per il titolo. Molto dipenderà anche dalle condizioni di Greta Cecchetti: l’asso della pedana bollatese, dopo un 2020 segnato dai guai fisici, è rientrata all’ultima giornata di campionato (3 settembre contro le Metalco Thunders Castellana) lanciando un paio di riprese come test per cercare di ritrovare il ritmo; se dovesse tornare ai suoi standard abituali Bollate, che rispetto alle ultime due finali scudetto ora vanta una Marta Gasparotto in più, potrebbe di colpo trasformarsi nell’indiziata numero uno per l’alloro.
Prima però si troverà davanti la Sestese, il cui lavoro agli ordini del manager Simona Nava ha dato grandi frutti: un gruppo ben consolidato, con quattro atlete che sono scese in campo in tutte le diciotto gare della formazione toscana (Giannini, Versluis, Carletti, Belli), ma con il numero che raddoppia se si prendono in considerazione almeno sedici partite giocate, alle spalle di un pitching staff guidato da Stefania Balloni, che con 11 partenze e 58.1 IP guida la squadra (4.08 ERA, 27/33 BB/K).
L’ultimo confronto tra le due squadre risale al 2018, quando Bollate vinse due partite (3-0, 4-0) con i successi in pedana di Greta Cecchetti e Laura Bigatton e la salvezza, in gara 1, di Jamee Juarez, tre protagoniste che potremmo vedere in campo anche sabato.

CALENDARIO E RISULTATI

di Nicolò Gatti