Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Sara Camisasca, Bollate, segna contro Saronno

Saronno compie il sorpasso in classifica

Due vittorie casalinghe per l’Inox Team Saronno sull’MKF Bollate e cambio al vertice del girone A della Serie A1 di softball. La squadra di Giovanna Palermi vince entrambe le sfide grazie a un attacco attendo e ottime prestazioni in pedana di Alice Nicolini e Veronica Comar. A parte il primo match, dominato anche grazie ai numerosi errori della difesa bollatese, l’equilibrio è la caratteristica del confronto che, in gara 2, si chiude solamente dopo due inning supplementari, dopo una bellissima sfida tra lanciatori che Laura Bigatton sostiene in solitudine contro la coppia nerazzurra. Nell’altro doppio confronto della domenica, valido per la prima giornata del terzo round del girone B, pareggio tra Sestese e Collecchio.

La prima partita è molto equilibrata e tesa, almeno nella fase iniziale, nel corso della quale entrambe le squadre perdono molte occasioni propizie per portarsi avanti. Nelle prime tre riprese, addirittura, il Saronno lascia sulle basi ben 8 corridori. La partita delle numerose occasioni sprecate, soprattutto dal Saronno che, però, sa approfittare al meglio dei numerosi errori del Bollate (5): troppi per una formazione esperta come quella allenata da Cedeño. Ottima la presenza di Alice Nicolini sulla pedana del Saronno: per lei 5 riprese lanciate, 2 valide concesse, 2 basi ball e 4 strike-out, senza concedere punti. Di contro Sara Riboldi fa fatica a rimanere in pedana, soprattutto perché ha una certa difficolta a trovare la zona dello strike. Graziata per ben due volte, nelle prime due riprese, quando Saronno non concretizza, nella terza ripresa lascia il passo: apre Sarah Edwards con un line-drive sulla destra. Il primo punto (di Edwards) arriva poco dopo su singolo di Valeria Bettinsoli. Bollate esce poi dalla ripresa, costringendo Chiara Giudice a battere in diamante. Al quarto Alessandra Rotondo apre con un lungo doppio al centro, che va a sbattere contro la recinzione; sul successivo bunt di Fabrizia Marrone errore della difesa, poi rubata e base ball e Riboldi si ritrova ancora una volta con le basi piene. Da quel momento Bollate infila altri due errori che aprono la strada alla “manifesta”: 3 punti arrivano, oltre che grazie ai due errori, anche per un singolo di Valeria Bettinsoli. Finisce 7-0 al quinto quando, proprio nell’ultimo attacco, il Saronno segna il primo punto grazie a un colpito a basi piene e altri due corridori arrivano a casa base con un duro legno (doppio) di Sara Brugnoli a basi piene.

IL TABELLINO DI GARA 1

Nella seconda partita si sfidano Veronica Comar e Laura Bigatton. Bollate sembra aver fatto tesoro dei numerosi errori della prima partita e passa in vantaggio (primo nella serie) al secondo inning grazie a un poderoso triplo di Sara Camisasca che, oltre a battere una palla molto profonda a scavalcare l’esterno centro, corre anche con decisione e grande velocità. Sulla successiva battuta in diamante di Irene Costa, il seconda base del Saronno, Alessandra Rotondo prova a evitare la segnatura del punto, ma il tuffo di Camisasca è perfetto e Bollate si porta 1-0. Nel terzo attacco Saronno, e proprio Rotondo (sul cuscino di terza), si trova nella stessa situazione, ma questa volta l’assistenza bollatese di Amanda Fama per Elisa Cecchetti consente l’eliminazione del corridore e il punteggio rimane invariato. Ma la serata, per Bollate. È stregata e ancora gli errori creano la possibilità per il Saronno di passare in vantaggio. La squadra di Giovanna Palermi riempie le basi, grazie a una base ball (Brugnoli) e due errori difensivi (sul sacrificio di Longhi e sulla battuta in diamante di Pietroni), e poi segna su lancio pazzo e grazie a un solido contatto al centro di Alessandra Rotondo, che spinge a casa due punti per ribaltare il parziale dallo 0-1 al 3-1.
Si ribalta di nuovo il risultato al quinto. Anche Bollate mette tre corridori sulle basi e  lo fa con i singoli di Marta Gasparotto e Marta Chiodaroli, più una base intenzionale per Amanda Fama (dopo un doppio avanzamento con pesta e corri dei corridori sull’out al volo in zona di foul di Elisa Cecchetti); a quel punto grande sfida tra Comar e Lara Cecchetti, vinta da quest’ultima con un bel line-drive al centro che spinge a casa i tre punti che dall’1-3 portano il parziale sul 4-3. Nella parte bassa del sesto il Saronno rimette il risultato in pareggio con un lungo doppio al centro di Giulia Longhi (avanzata in terza su bunt di sacrificio) e un singolo di Agnese Pietroni. A quel punto si va agli extra-inning. Ne servono due al Saronno per completare la doppietta, anche perché in difesa il Bollate riscatta gli errori commessi nel corso della giornata ma finisce con una walk-off hit di Andrea Filler (prima valida in maglia neroazzurra) con le basi piene dopo che per tutto l’arco della giornata il terza base del Saronno era rimasta a secco. Con questa doppia vittoria il Saronno passa in testa alla classifica del girone A e si mette anche nelle condizioni di essere in vantaggio negli scontri diretti con Bollate, in caso di arrivo a pari punti.

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE A  

Nel girone B Collecchio tiene accesa l’ultima speranza di arrivare al terzo posto e partecipare ai playoff, pareggiando a Sesto Fiorentino. Una buona prestazione per le emiliane che, sconfitte in gara 1, si sono riprese con una larga vittoria nella seconda partita.
Nella prima partita va in scena una sfida sostanzialmente equilibrata tra Stefania Balloni (8 valide, 2 basi ball e 6 strike-out) e Federica Tagliavini (7 valide, 2 basi ball e 5 strike-out). A vincere (3-2) è la Sestese che passa in vantaggio con un doppio di Azzurra Baroncini, che porta a casa Gaia Benvenuti (base ball); raddoppia al quarto con un doppio di Gaia Benvenuti, singolo di Elisa Lizza e un lancio pazzo. Collecchio pareggia nella parte alta del sesto inning a un singolo di Silvia Gerbella e due doppi consecutivi di Arianna Lori e Alessia Mavilla. La Sestese ritorna immediatamente avanti, segnando il punto della vittoria al cambio campo, ancora grazie a un lancio pazzo che Flavia Carletti sfrutta dopo aver battuto un doppio (con avanzamento in terza su eliminazione in diamante di Benvenuti.

IL TABELLINO DI GARA 1                         

La seconda partita è decisamente diversa e il Collecchio la vince (12-4) chiudendo molto presto i conti. L’attacco emiliano, infatti, produce tantissimo (16 valide, di cui 6 doppi) fin dalla prima ripresa e non lascia mai respirare le lanciatrici toscane (prima Rebecca Pergola poi Ilaria Di Giulio e Giada Giannini). La vittoria arriva dopo sole cinque riprese. Il lanciatore vincente è Alessia Melegari che, sebbene qualche errore di troppo della difesa, è riuscita a non dare mai alla Sestese la possibilità di rimontare. Partendo subito forte con un doppio di Elena Chiesa, poi seguito dai singoli di Silvia Gerbella, Alessia Mavilla e Khady SySavane, il Collecchio segna 4 punti già nella prima ripresa e rende subito chiaro il copione del match. Allungo nella seconda ripresa con doppio di Arianna Lori ed errore della Sestese. Le toscane segnano un paio di punti nella parte bassa del secondo, ma al terzo, aprendo con il doppio di Alessia Mavilla, doppiato poi da Giulia Ravanetti, con l’aggiunta di altri quattro singoli, il Collecchio mette di fatto la parola fine alla sfida e si concede ancora lo spezio di poter sperare di raggiungere la terza posizione del girone B, utile a centrare i playoff.

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI CLASSIFICA E STATISTICHE GIRONE B