Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

In questo week di fuoco il Bussolengo spicca il volo e Forlì fa doppietta a casa del Bollate

Un weekend strano quello appena trascorso. Se il derby di Parma finisce con una vittoria per entrambe, Saronno passa con fatica a Pianoro mentre lo scontro al vertice tra Forlì e Bollate finisce con due 20190329 Tagliavini, Old Parma, scivola a casa contro Bollate (K73-Oldman)pesanti vittorie per le emiliane. L’unica a viaggiare sul velluto è Bussolengo che con due vittorie su Caserta si prende la vetta delle classifica e stacca, di poco, le sue avversarie.

La giornata si era aperta con il derby parmense. In gara 1 il Collecchio segna prima due punti al primo e al secondo inning esplodendo poi al terzo segnando la bellezza di 11 punti.
Protagoniste assolute dell’attacco del Collecchio sono state Elena Chiesa e Alessia Colonna. La prima chiude un 2 su 2 e 2 RBI mentre la seconda fa sfoggio di un vero e proprio show in battuta: un singolo, un doppio e un homerun da 3 punti con un attivo totale di 4 RBI. Longagnani ha provato a metter un freno all’attacco avversario alternando tre lanciatori Ablondi- Ghillani-Capelli ma la poca precisione in pedana e i 4 errori difensivi pesano e fanno chiudere la partita al terzo inning con il risultato di 15-0 Collecchio . La rivincita, però, scatta poco dopo quando Parma costruisce la sua vittoria al quarto e quinto inning. Il primo punto arriva quando Sara Edwards in base avanza su bunt sacrificio di Beers e grazie al singolo della Migliorni arriva a casa per lo 0-1 Parma. Il raddoppio arriva all’inning successivo: Fattori apre con un doppio sull’esterno sinistro, Mazzoni la fa avanzare con un bunt di sacrificio e corre a casa sfruttando un errore difensivo. Il 3 a 0 arriva grazie a Vanaalst che prima sfrutta un errore e poi ruba casa. Questa volta la squadra del capoluogo è più determinata e in difesa non sbaglia una virgola a differenza delle padrone di casa che fanno registrare un totale di 4 errori. La partita termina 3-1 Parma .

Bussolengo fa bottino pieno contro un Caserta Academy alquanto passivo. Lo Specchiasol non perde tempo. Britt Vonk fa capire subito quali sono le intenzioni della giornata aprendo con un doppio all’esterno centro, ruba la terza e segna il primo punto su singolo di Susanna Soldi. Vigna e Pagani danno continuità all’attacco veneto e fanno segnare il più 4 già al primo inning. L’attacco del Bussolengo spinge sull’acceleratore e al secondo inning si porta sul 6 a 0 grazie alle solite Vonk e Vigna, poi nel terzo e quarto piazza due punti per il definitivo 8 a 0 che chiude la partita anzitempo, anche perché Caserta con solo una valida e ben 6 basi su ball concesse non ha mai dato cenni di essere in partita. Caserta prova a far suo il secondo incontro della serata schierando in pedana Tornes, ma la lanciatrice partente, oltre a concedere 7 basi, si è dovuta scontrare contro le mazze pesanti del duo Gasparotto-Vigna, che hanno chiuso la serata con un doppio e 2 RBI a testa. Grazie a questo risultato, la squadra di Manager Monvidas vola dopo sei giornate in testa alla classifica.

Il primato lo deve anche al fatto che in casa il MKF Bollate si è fatto frenare per ben due volte dal Poderi dal Nespoli Forlì. L’equilibrio della gara 1 è durato giusto il tempo di un battitore, quando poi al piatto si è presentata Erika Piancastelli. Un lunghissimo homerun da 2 punti all’esterno centro ha dato il via all’attacco avversario. Dopo di lei sono arrivati i singoli di Ricchi, Cacciamani e Onofri che hanno fruttato il 3 a 0. Le padrone di casa provano a rispondere subito al gap grazie al singolo più doppia rubata di Glover e alla battuta valida tra l’esterno destro e il seconda base di Lara Cecchetti . Ma Forlì riprende la sua marcia e segna prima 2 punti al secondo inning grazie a una serie di singoli consecutivi poi, al terzo, piazza un big inning da 5 punti. Ghilardi e Maulden battono due singoli e Grifagno carica le basi sfruttando un errore difensivo. Sul monte di lancio Sara Riboldi crolla e, prima di essere sostituita da Bigatton, concede ulteriori 2 basi e un errore difensivo. Malgrado il cambio in pedana le milanesi subiscono ulteriori punti grazie al doppio di Ilaria Cacciamani che svuota praticamente le basi e porta le emiliane sul 10 a 1.
Le ragazze di Luigi Soldi hanno una timida reazione grazie al doppio di Lara Cecchetti che porta a punto Chiodaroli e D’Angelosante. Ma in pedana Ilaria Cacciamani chiude il sogno di una rimonta. In serata lo scontro si sposta in pedana tra due ex compagne di squadra. Se la ex Sarah Pauly ne esce tutto sommato a testa alta con solo 3 valide, 1 base concessa e zero punti subiti, non si può dire altrettanto per la padrona di casa Greta Cecchetti che concede 8 valide, 2 basi e subisce 4 punti. La differenza però l’ha fatta, in battuta, la squadra di Mijar con un line-up molto più cinico e produttivo di quello bollatese. I punti arrivano già dal quarto inning: Piancastelli base su ball, ruba la seconda e va a punto grazie al doppio di Ricchi. Al sesto inning la scena si ripete, Piancastelli piazza un doppio all’esterno e si fa portare a casa dal singolo di Ricchi che sfrutta un errore difensivo. La parola fine la mette Erika Piancastelli, che con il suo singolo porta i due punti a casa e sigilla il risultato sul 4 a 0. Una timida reazione delle bollatesi si spenge con un doppio gioco difensivo.

Due vittorie sofferte per il Saronno che passa di misura per ben due volte in casa delle bolognesi Tecnolaser Europa grazie a una straordinaria Giulia Longhi e Greger Aimee che subisce una sola valida in tutta la partita (un triplo da Alice Parisi). La prima costruisce un muro difensivo trasformando le valide avversarie in semplici out poi spenge ogni possibile rimonta delle padrone di casa con delle prese spettacolari. Non contenta, in battuta, piazza un doppio sull’esterno sinistro che decide la partita (fino quel momento era rimasta in equilibrio grazie anche a una quasi perfetta Floyd). In gara 1 invece Saronno partiva subito forte con un triplo della Marrone spinta poi a casa dalla volata sacrificio della Rotondo. Al quinto inning arrivava il raddoppio grazie ai singoli di Longhi e Bloom che sfruttano anche una serie di errori in pedana. 2 a zero e partita chiusa anche perché le ragazze di Marina Centrone, prive del proprio capitano Eva Trevisan, fuori per infortunio, non trovano mai il guizzo giusto.

Thunders Castellana contro Rheavendors Caronno non si è invece disputata per impraticabilità di campo.

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE

PLAY BY PLAY