Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Alice Parisi in battuta (archivio FIBS Atzori/Oldman)

Bollate senza pari, Bussolengo incappa nella seconda sconfitta di stagione

Solo doppiette nel girone A; solo pareggi nel girone B. Si conclude così la prima parte della stagione regolare del massimo campionato di softball. L’MKF Bollate chiude imbattuta i gironi di andata e ritorno (20 vittorie su 20), espugnando il campo di Nuoro. al suo inseguimento Rheavendors Caronno (vincitrice del derby con Saronno) e Collecchio (che vince l’altro derby di giornata). Nel girone B, con la Sestese annientata in gara 1, che si prende la rivincita e pareggia contro lo Specchiasol Bussolengo, non ne approfitta il Poderi Dal Nespoli Forlì, fermato sul pareggio dalle Thunders. Accade lo stesso a Montegranaro tra Unione Fermana e Tecnolaser Europa Pianoro.

Nuoro-Bollate
Vince solo al tie-break la prima partita, la capoclassifica. Ma, dopo aver allontanato lo spettro della prima sconfitta stagionale, chiude con la decima doppietta della regular-season. In gara 1 al terzo inning Bollate spreca una importante occasione per portarsi in vantaggio, lasciando che il potente triplo a sinistra battuto da Amanda Fama non venga trasformato in una corsa a casa.

Il quarto si apre con un singolo in ritardo che buca gli interni di Elisa Cecchetti. Il catcher bollatese ruba la seconda arrivando in piedi. Un lancio pazzo la fa avanzare in terza ed è una volata di sacrificio a destra di Lara Buila a portare a casa il primo punto.

Anche Nuoro, provando a spaventare Greta Cecchetti, arriva in una situazione di corridore punto nella parte bassa del quarto inning, ma il doppio di Janine Petmecky rimane un exploit isolato.     

Nella parte bassa del sesto il Banco di Sardegna pareggia grazie al secondo fuoricampo stagionale concesso da Greta Cecchetti, che viene duramente colpita da Raquel Moncho. Uno solo-homer che viene seguito da una base ball limata da Janine Petmecky.

Nuoro così costringe il Bollate al tie-break nel quale però, dopo aver temuto di dover subire la prima sconfitta di stagione la squadra di Luigi Soldi schiaccia sull’acceleratore e segna ben 3 punti: con Laura Bigatton in seconda (per regola), Sara Camisasca effettua un bunt di sacrificio facendo avanzare la compagna in terza; la corsa a casa arriva sul secondo triplo della partita di Amanda Fama, che poi segna sull’out interno di Lara Cecchetti e, infine, il punto del 4-1 arriva grazie a un fuoricampo da un punto dell’ex di turno, Alice Parisi. Dopo lo spavento Greta Cecchetti chiude con 3 facili strike-out l’ottavo attacco della squadra di casa e porta a casa il 4-1.

In gara 2 c’è comunque equilibrio, ma Bollate e Sarah Pauly non rischiano mai. Al secondo Laura Bigatton (in seconda con Fama in prima su base intenzionale) segna grazie a una battuta a destra di Lara Cecchetti. Sul tiro a casa, per cercare di eliminare Bigatton, Fama arriva in terza e Cecchetti in seconda, ma non ci sono più altre occasioni per incrementare. Il secondo punto, segnato da Sara Camisasca, arriva su valida a sinistra di Amanda Fama, coadiuvata da un errore dell’esterno sinistro, tanto che Fama arriva fino in terza. Un doppio di Alice Parisi, in apertura di settimo attacco, mette il Bollate nelle condizioni di poter allungare per mettere in ghiaccio la vittoria: arriva il punto battuto a casa (con un singolo più avanzamento) da Elisa Cecchetti per il 3-0 finale


AL MOMENTO NON SONO DISPONIBILI I TABELLINI

Saronno-Caronno
Bastano tre riprese alla Rheavendors Caronno per chiudere la pratica della prima partita del derby contro Saronno. Nella partita in cui in pedana, inizialmente, si sfidano Michelle Floyd e Nicole Jennifer Boughton, Caronno passa subito in vantaggio con i punti di Yuruby Alicart (che apre con un doppio) e Rebecca Caldon, le cui corse a casa sono propiziate da un lancio pazzo e da una valida a sinistra di Melany Sheldon.  Al terzo arrivano altri due punti per la formazione di Argenis Blanco e sono segnati da Floyd e Sheldon che, senza battere valide, approfittano di due errori della difesa di casa. I doppi consecutivi di Giulia Bertani e Giulia Marocchino consentono di incrementare il vantaggio fino al 5-0. Anche per Saronno arrivano (al sesto) due doppi di fila di Alessandra Rotondo e Chiara Giudice, per il punto della bandiera, ma è troppo tardi per la rimonta e gara 1 finisce 5-1 per la Rhea.

Nella seconda partita è Alice Nicolini ad affrontare le mazze del Caronno, che manda nuovamente in pedana Michelle Floyd. Il Saronno passa subito in vantaggio con Alessanda Rotondo (base ball), che segna su valida di Ginevra Soffiantini. Al terzo la Rhea effettua il sorpasso: dopo una base ball (con due out) a Rebecca Caldon, Saronno va per la base intenzionale a Yuruby Alicart e, a quel punto, un triplo di Elisa Oddonini porta a casa 2 punti. Pareggia al quinto il Saronno con Valentina Lai che segna su errore difensivo, ma subito dopo, al cambio campo la squadra di Argenis Blanco rimette subito a posto le cose, segnando 2 punti e andando a vincere 4-1: un doppio al centro di Yuruby Alicart apre le danze, poi arriva il bunt valido si Elisa Oddonini, che spinge Alicart sul cuscino di terza; dopo la rubata di Oddonini, una eliminazione in diamante di Silvia Durot consente ad Alicart di segnare il 3-2; altro bunt valido di Melany Sheldon e arriva anche il 4-2.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Parma-Collecchio
Nel derby parmense doppia chiara vittoria delle ragazze di Marco Villani. Il primo match, però, vede Parma andare in vantaggio 1-0 con un triplo di Kellie Kincannon e una volata di sacrificio di Giorgia Migliorini. Ma è l’unica indecisione del partente collecchiese Courtney Mirabella (opposta all’altra americana Courtney Auger). Il punteggio rimane bloccato fino al sesto quando Collecchio segna 3 punti  approfittando di ben 3 errori della difesa della squadra gialloblù. Le ragazze di Longagnani risultano troppo fallose e vanno sotto pressione. Al settimo Sara Riboldi sostituisce Auger e subisce il punto del definitivo 4-1: lo realizza Logan Moreland (singolo più rubata), che viene spinta a casa da un singolo a sinistra di Chiara Bassi.

In gara 2 non c’è storia. 14 punti nelle prime tre riprese, con 10 valide (in totale saranno 12) e 3 errori della difesa di Parma e il match è chiuso fin da subito. È vero che al terzo Parma segna 3 punti e, a risultato praticamente acquisito, con la manifesta ormai decretata, al quarto ne segna un altro, ma Riboldi, Ghillani e Mori, che si alternano in pedana è veramente una serata da dimenticare. Unico dato positivo che Nuoro abbia perso due volte e quindi la distanza dal penultimo posto della classifica rimane di due match. Per Collecchio stesso discorso in positivo: una doppietta che mantiene la distanza invariata da Caronno per provare a giocarsi le sei giornate di intergirone per arrivare al secondo posto.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE A

Sestese-Bussolengo 
Lo Specchiasol Bussolengo archivia la prima pratica Sestese in solo due riprese, rendendosi protagonista di un big-inning (il secondo) con numeri stratosferici: 14 punti segnati, 12 valide1 solo-homer (saranno 2 In tutta la serata Bortolomai e Melloh), 3 tripli (di cui due di Marrone) e una difesa eccezionale, grazie anche al lanciatore vincente, Susanna Soldi che, seppur reduce da quasi un mese di pausa per infortunio, è apparsa particolarmente in forma; il tutto giocato in poco più di ora. Insomma davvero troppo per una Sestese che ha provato ad alternare in pedana ben quattro lanciatori: Salvatici, Fabbri, Sassoli e Baule, senza però riuscire a mettere a freno l’avanzata veneta; con un attacco troppo timido, tanto da lasciare a zero il numero delle valide. Finisce quindi 17-0 in solo due riprese e mezzo per lo Specchiasol Bussolengo.

La grande sorpresa, invece, arriva da gara due, nel corso della quale la squadra di Simona Nava riesce a strappare una vittoria sul filo del rasoio per 3-2. La Sestese parte forte già al primo inning con le valide di McFarland e Cohen ed è subito avanti per 1-0. Il raddoppio arriva al terzo inning sempre grazie a McFarland, che batte un triplo a destra e segna sulla volata di Bernardini per il 2-0. Le toscane allungano al sesto inning con la coppia McFarland-Bernardini. La prima apre con un linea-doppio a sinistra, mentre la compagna la spinge a casa con un singolo. Il Bussolengo reagisce e al cambio campo sfrutta prima un errore difensivo sulla battuta di Goodman, poi la spinge a casa con i due singoli di Longhi e Vigna. Ma è al settimo inning che Bussolengo prova a recuperare: con due out, Marrone batte un triplo al centro che spinge Refrontolotto (in base su ball), a casa per il 3-2. Ma Cohen chiude la partita con un eliminazione al piatto e regala così la vittoria alle sue compagne.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Forlì-Castellana 
Il Metalco Thunders Castellana si presentano a casa del Forlì sotto la guida del nuovo tecnico Avanzi. Vanno in vantaggio le padrone di casa al secondo inning: singolo di Ilaria Cacciamani che, sul successivo singolo di  Veronica Onofri va in terza e infine segna grazie al singolo di Cerioni. Le romagnole incrementano il vantaggio nell'inning successivo con la valida di  Carlotta Onofri, bunt valido di Grifagno e punto segnato su errore difensivo. Le Thunders non stanno a guardare e al quinto inning trovano il pareggio. Doppio di  Cernecca e singolo di Salis che, rubando la seconda, manda in crisi la difesa di casa e fa segnare due punti: 2-2 e tutto da rifare. Ma il Poderi Dal Nespoli Forlì si rimbocca le maniche e si compatta: d'esperienza sfrutta gli errori concessi segnando il punto decisivo per il 3-2 finale.

In gara due arriva la prima vittoria per il nuovo coach Avanzi. Succede tutto al quinto inning. Sono le Thunders Castellana ad aprire l'inning con i singoli di Cecchin e Fabbian, Forlì prova un cambio in pedana Zanotti per  Carlotta Onofri , ma la musica non cambia: Forlì fa errori difensivi sulla battuta di Casetta che fa entrare i primi punti, poi il singolo di Cumero e il doppio di Accordi porta il punteggio sul 4-0. Il Forlì trova una piccola reazione grazie Ghilardi, che batte valido sul lanciatore e arriva a casa su errore. Poi più nulla e la partita finisce 4-1 Castellana.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Montegranaro-Pianoro
È sul punteggio finale di 4-5 che la squadra di Marina Centrone strappa gara 1 a Montegranaro. Pianoro va in vantaggio al terzo inning grazie a un triplo di Trevisan, che spinge a casa Giannini in base su precedente singolo. Ma le padrone di casa rispondo immediatamente e prima trovano il pareggio grazie ai singoli di RogantiBadagliacca e Prantl e poi il vantaggio su lancio pazzo per il 2-1. Al quinto inning Pianoro prova l'affondo decisivo segnando 3 punti: Mattioli va in base, Trevisan (decisamente la più attiva nel box 3 su 3 per lei) su bunt valido la spinge in terza. Le marchigiane provano a correre ai ripari con un cambio in pedana, Paulson per Luconi ma, prima 2 errori di presa al volo e poi un lancio pazzo, portano il Bologna sul 2-4Montegranaro non ci sta e sempre al quinto inning trova i 2 punti del pareggio. Prima con il singolo di Prantl, poi con un bellissimo doppio di  Tittarelli (RBI). A premiare la compagna ci pensa la Paulson che, con un singolo, sigla il 4-4. Per sbloccare l'incontro serve tutta l'esperienza di Eva  Trevisan che prima mette in campo un bunt valido e poi, sul doppio di Minardi, vola a casa per il 4-5 definitivo.

Gara 2 se l'aggiudica Unione fermana con il punteggio di 2-1. Al secondo inning arriva il primo vantaggio Montegranaro: triplo di Paulson, più singolo di Bassi ed è 1-0 per le marchigiane. Al quarto inning Bologna pareggia: Mattioli arriva in base su errore e segna (per l’1-1) sulla battuta di sacrificio di Morandi. Ma all'inning successivo Montegranaro piazza la stoccata vincente. 4 ball per Roganti, singolo di Badagliacca per il punteggio di 2-1. Le marchigiane tengono il punteggio invariato fino alla fine è possono festeggiare con una vittoria l'ultima partita del girone d'andata.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE B