Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Briana Gatlin, Nuoro, scivola in seconda (K73-Oldmanagency)

Bollate impeccabile, Bussolengo riprende la marcia; l'unico pareggio arriva domenica tra Sestese e Pianoro

L’unico pareggio della terza giornata di ritorno arriva dalla sfida della domenica tra Sestese e Tecnolaser Europa Pianoro. Un pareggio che mantiene inalterate le gerarchie di metà classifica nel girone B, mentre sembra non ci siano speranze, per le avversarie, nel tentativo di fermare la marcia dell’MKF Bollate.
La squadra milanese prosegue nel suo cammino senza sconfitte anche nel derby di Saronno. Doppia vittoria per la formazione di Luigi Soldi, grazie al consueto rendimento senza pecche delle lanciatrici Sarah Pauly (affrontata da Nicole Jennifer Boughton) e Greta Cecchetti (che si è confrontata con la compagna di nazionale, Alice Nicolini). Tutte doppiette in questa giornata: il Caronno sul Collecchio e corsara del Nuoro a Parma. Nel girone B doppia netta affermazione anche per Bussolengo e Forlì.

Sestese-Pianoro
Nella prima partita, quando il Tecnolaser Europa oppone Alice Ronchetti alla straniera Chelsea Cohen, vince  la squadra di casa 5-1; nella seconda replicano le bolognesi 6-2.
In gara 1 la Sestese passa subito in vantaggio con Vickie McFarland che segna dopo un singolo, una rubata e un errore della difesa. Al secondo la squadra di Simona Nava mette il turbo e completa un big-inning da 4 punti che spacca la partita. Comincia Claudia Fabbri con un doppio poi, dopo una rubata e una base ball limata da Gaia Benvenuti, un singolo di McFarland e un errore della difesa portano a casa 3 punti (segna anche la stessa McFarland). Il quinto punto del match arriva grazie ai singoli di Jasmine Bernardini (che poi avanza su lancio pazzo) e Chelsea Cohen. La straniera della Sestese tiene poi a freno le mazze emiliane fino al settimo quando la squadra di Marina Centrone segna il punto della bandiera: doppio di Priscilla Brandi (che poi avanza in terza su lancio pazzo) e singolo di Veronica Casella.

In gara 2 riscatto del Tecnolaser Europa, che vince 6-2, con McKenna Bull in pedana (affrontata da Teresa Salvatici, poi rilevata da Cohen e Federica Baule), nonostante lo svantaggio iniziale. Alla prima ripresa, infatti, con un triplo di Vickie McFarland e un doppio (con un bunt) di Jasmine Bernardini, la squadra di Simona Nava si porta avanti 1-0. Il pareggio arriva al secondo inning con i doppi back-to-back di Brandi e Sara Monari. Al terzo Giulia Mattioli arriva salva (poi in seconda) su errore difensivo e poi Eva Trevisan, con un singolo, la spinge a casa per il 2-1. Il match si blocca fino al sesto, quando Pianoro si porta sul 3-1 grazie a un singolo di Minardi con Brandi in terza. Nella parte bassa della medesima ripresa la Sestese segna nuovamente, accorciando ancora: Claudia Fabbri è colpita a basi piene. Ma il finale è tutto delle bolognesi che, con le valide di Giada Giannini, Giulia Mattioli e Sara Monari, due errori della difesa e una volata di sacrificio di Brandi, segnano 3 punti e pareggiano la sfida.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Bussolengo-Castellana
Il Metalco Thunders Castellana prova a metter i bastoni tra le ruote al cammino dello  Specchiasol Bussolengo, ma la sfida è comunque impari. Al terzo inning le Thunders segnano il primo punto:  Ginevra Gamba va in base con quattro ball, Rachel Knapp la spinge in seconda su bunt (grazie anche a un errata assistenza in prima) e Sara Avanzi,  con un singolo la porta a casa il punto del vantaggio. Ma lo Specchiasol c'è e dopo i 3 punti fatti al quinto inning decide di chiudere l'incontro al sesto. Silvia Refrontolotto arriva in base su errore, Morgan Melloh la porta a casa con un doppioElisa de Trombetti la segue con un singolo e Marta Gasparotto piazza un fuoricampo da 3 punti al centro. Ma le mazze del Bussolengo non si arrestano qui e con due doppi back-to-back di  Fabrizia Marrone e Laura Vigna portano il punteggio finale sull’8-1 per Bussolengo.

In gara 2 Bussolengo impiega solo quattro inning per portarsi a casa anche il secondo match e lanciare un forte segnale alle proprie avversarie con ben 12 valide fatte 16 punti segnati e almeno due fuoricampo a partita. Al primo inning doppio di Marrone e i singoli di PrincicRefrontolotto  e Collina per il 5-0. Castellana prova a reagire al secondo inning quando Cernecca produce un singolo all’esterno centro, avanza in terza su singolo di Sbrissa e segna grazie al singolo di Cecchin. Gli altri due punti arrivano su errori difensivi dello Specchiasol per il momentaneo 5-3 Bussolengo.  Le padrone di casa dello Specchiasol non si fanno intimorire e al terzo inning sfoggiano un line-up di battuta impressionante che produce 8 punti. Apre Collina che dopo la base su ball, ruba la seconda e avanza in terza su lancio pazzo e segna grazie al singolo Kelly Sheldon. Ma è solo l'inizio perché poi nel box si scatenano Pagani con un singolo, Princic con un fuoricampo da tre punti, e di nuovo Sheldon con un doppio. Davvero troppo per una Castellana che prova un timido squillo al quarto inning grazie ai singoli di Cumero e Fabbian che producono però solo 1 punto. La partita finisce 16-4 per la capolista Bussolengo.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Montegranaro-Forlì
Impiega tre inning il Poderi Dal Nespoli Forlì a Montegranaro a portarsi in vantaggio.  Veronica Onofri  apre con un doppio, seguito da un singolo (più errore difensivo) battuto dalla sorella Carlotta e Forlì produce così il primo punto della partita. È al sesto inning che la squadra di Calixto Soca Miyar spezza la partita segnando 5 punti: Carlotta Onofri arriva in base su errore difensivo, base intenzionale per Annie Aldrete, errori difensivi sulle battute di Beatrice Ricchi e Ilaria Cacciamani (saranno in totale 4 gli errori difensivi del Montegranaro) caricano le, basi che vengono poi ripulite dai singoli di Martina Laghi e Veronica Onofri  6-0 Forlì. Al settimo inning arriva il punto della bandiera per Montegranaro. Singolo di Petroni e volata di sacrificio di Kim Reeder per il 6-1.

3 punti segnati al quinto inning consentono  al Forlì per aggiudicarsi anche gara due e far scivolare sempre più in fondo alla classifica il Montegranaro.  È Beatrice Ricchi (in splendida forma pre-mondiale) a suonar la carica aprendo il quinto inning con un singolo al centro che produce i primi due punti. il successivo squillo di tromba lo suona Ilaria Cacciamani, anche lei fresca di convocazione per il mondiale, che con un singolo porta il punteggio 3-0. Poi la partita si spegne e il risultato resta tale fino alla fine. 

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE B

Saronno-Bollate
Bollate
non perde un colpo e fa sua la prima partita con Saronno (5-2), con il contributo fondamentale della parte alta del line-up (Fama-Parisi-Cecchetti). Sorretto da Sarah Pauly in pedana il Bollate va subito in vantaggio, singolo di Fama, doppio di Parisi e triplo di Elisa Cecchetti ed al primo inning è già 2-0.
Al terzo arriva il raddoppio, le protagoniste sono le stesse, favorite anche da due errori difensivi del Saronno che va sotto per 4-0. Al cambio di campo c’è però la reazione del Saronno, singoli per Nicole Motta e Mariel Bertossi e valida decisiva (2 RBI) di Rotondo, che dimezza le distanze (4-2). Il Saronno però si ferma qui, Pauly riprende il controllo e concede una sola valida nei successivi quattro inning, stoppando le velleità di rimonta delle avversarie, mentre l’MKF arrotonda il risultato con il punto del 5-2 alla settima ripresa con una battuta in scelta difesa da parte di Fama con prima e terza occupate.

In gara 2 è ancora decisiva la pedana del Bollate, con protagonista stavolta Greta Cecchetti che lancia uno shut-out con 3 valide concesse. Comunque grande sfida, a suon di strike-out tra Alice Nicolini (11) e Greta Cecchetti (13). Il Saronno praticamente riesce a rendersi pericoloso solo al settimo inning, quando batte 2 delle 3 valide totali, che non bastano comunque a segnare. Al Bollate invece serve solo una ripresa, la terza, per decidere la partita, la ripresa si apre con il singolo di Laura Bigatton, segue un doppio di Amanda Fama che spinge a casa il primo punto, il secondo arriva sulla battuta in diamante di Lara Cecchetti, la quale segna il terzo poco dopo su errore difensivo. La ciliegina sulla torta arriva al settimo inning con il solo-homer di Amanda Fama, che fissa il risultato sul 4-0.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Caronno-Collecchio
La Rheavendors Caronno vince abbastanza nettamente lo scontro diretto con Collecchio e si mette nelle condizioni di poter pensare di essere la seconda forza del girone A. In gara uno partono in pedana Silvia Durot e Courtney Mirabella (che lancia 3 riprese);  dopo un solo attacco collecchiese, invece, il pitcher di casa diventa Michelle Floyd che porta a destinazione la vittoria dopo i due punti segnati alla prima ripresa dall’attacco varesino: segnano Elisa Oddonini (singolo) e Melany Sheldon (colpita) sul doppio di Giulia Fiorentini. La fase centrale della partita è dominata dai lanciatori, poi, al sesto, con due singoli interni (Martina Bonazzi e Courtney Mirabella), il Collecchio segna il punto dell’1-2, ma la rimonta non si completa.

Più netto il divario in gara 2, che il Caronno vince 4-0. Anche in questo caso la sfida inizia con Durot e Mirabella in pedana di lancio. Caronno segna subito un punto con Elisa Oddonini (singolo, rubata ed errore difensivo sulla battuta di Francesca Rossini). Collecchio, che nel secondo attacco va completamente a vuoto, lascia due volte (terzo e quinto) le basi piene e, in un caso (quarto) due corridori sulle basi e al quinto viene punito da 3 punti: base ball a Beatrice Salvioni, singolo di Yuruby Alicart, doppia rubata, singolo di Elisa Oddonini più errore difensivo e due punti a casa. Sul singolo di Melany Sheldon segna anche Oddonini per il definitivo 4-0.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Parma-Nuoro
Gara 1 tra Parma e Nuoro è la classica sfida tra lanciatori che termina con un solo punto di scarto. L’americana Courtney Auger per le ducali e l’olandese Kirsten Scheele per le sarde si sfidano con uno strike-out dopo l’altro e tengono la partita inchiodata sullo 0-0 per cinque riprese. Le uniche 2 valide (una per parte) si vedono tra secondo e terzo inning, ma non riescono a smuovere il punteggio. Al sesto inning Nuoro mette in base il primo battitore, Gatlin, grazie ad un walk, poi l’americana ruba la seconda e un errore durante il tentativo di rubata in terza permette alle sarde di segnare il punto dell’1-0.
Parma batte la seconda valida della partita nell’ultima ripresa, ma un’eliminazione in foul e gli strike-out numero 12 e 13 chiudono definitivamente l’incontro in favore del Banco di Sardegna (1-0).

Anche gara 2 è incerta e tiratissima, il Nuoro sorretto in pedana da Janine Petmecky tiene a zero il Taurus Old Parma nelle prime tre riprese, e passa in vantaggio al secondo inning. Nuoro riempie le basi con una valida, un errore e un colpito e il successivo singolo di Pecci mette 2 punti sul tabellone. Sara Riboldi in pedana riprende il controllo e non concede altro al Banco di Sardegna, ma la reazione di Parma tarda ad arrivare. Al sesto Kellie Kincannon batte un doppio a sinistra e il singolo di Giorgia Migliorini spinge a casa il punto e dimezza le distanze, riaccendendo le speranze della squadra di casa. Un’altra valida al settimo fa sperare l’Old Parma, ma due eliminazioni in diamante chiudono la partita a favore del Nuoro (2-1).

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE A