Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Elisa De Trombetti, Specchiasol Bussolengo elimina in seconda Ilaria Cacciamani, Poderi Dal Nespoli Forlì Finale Coppa Italia A1 Softball 2018 (K73-Oldmanagency)

Al via la Serie A1 Softball: edizione numero 50

La pre-season e il prologo ufficiale della Coppa Italia (vinta dal Forlì in finale contro Bussolengo) sono in archivio: ora è il momento di giocare per lo scudetto. Tra sabato 28 e domenica 29 aprile, infatti, prende il via il massimo campionato di Softball che, oltre a festeggiare la propria cinquantesima candelina, torna all’antico, con al denominazione Serie A1 Softball.

Si comincia, dunque, nel segno del Poderi Dal Nespoli Forlì che, vinto lo scudetto lo scorso anno, ha anche sbaragliato la concorrenza in questa primissima parte della stagione 2018 e sembra, oggettivamente, la squadra da battere, nonostante nel proprio roster non abbia ancora la lanciatrice straniera.

12 squadre al via, due gironi da 6 e una stagione composta di tre fasi:
Nella prima, che prende il via appunto in questo fine settimana e terminerà sabato 7 luglio, si giocano i match dei gironi all’italiana, con gare di andata e ritorno, sempre con il sistema del doppio incontro per ogni sfida. Nel Girone A sono state inserite MKF Bollate, Rheavendors Caronno, Banco di Sardegna Nuoro, Collecchio, Taurus Donati Gomme Parma e Saronno; nel Girone B Poderi Dal Nespoli Forlì, Specchiasol Bussolengo, Tecnolaser Europa Pianoro, Metalco Thunders Castellana, Guardolificio Diomedi Montegranaro e Sestese.
La seconda fase, chiamata Intergirone, si svilupperà in tre week-end successivi dal primo al 16 settembre e consentirà a tutte le squadre di un girone di affrontare ogni formazione dell’altro: ovviamente ogni squadra incrementa i punti in classifica nella graduatoria del proprio girone di appartenenza.
La terza fase è quella dei playoff, alla quale avranno accesso le migliori due classificate di ognuno dei due gironi. Le Semifinali si disputano con una serie d’incontri al meglio di 3 gare, tra le squadre prime e seconde classificate nei 2 gironi e terminano nel momento in cui una delle due squadre raggiunge le 2 vittorie. Gara 1 di entrambe le semifinali è prevista per il pomeriggio di sabato 29 settembre (gara 2 la sera), eventuale gara 3 per la mattina di domenica 30 settembre. Lo scudetto si assegnerà, al meglio delle 5 partite, con le Italian Softball Series, previste per sabato 6 ottobre (gara 1 e 2) e sabato 13 ottobre (gara 3 ed eventuale gara 4); domenica 14 ottobre sarà la giornata dedicata a eventuale gara 5.

Il primo turno, che va in scena nell’ultimo fine settimana di aprile, propone già sfide interessanti, come per esempio il derby della Varesina tra Bollate e Caronno (si gioca a Ospiate in casa delle rossoblù) con due squadre che, per quanto si è visto nella pre-season e anche nelle partite amichevoli che la Nazionale italiana ha disputato contro le USSSA Florida Pride, proprio sul diamante di Caronno, sembrano già ben organizzate nonostante siamo solo all’alba della nuova stagione. Molto interessante la sfida americana sulla pedana di lancio tra Sarah Pauley e Michelle Floyd, ma anche il confronto italiano non sarà da meno.
A Nuoro, la squadra di casa del Banco di Sardegna, rinnovata (anche il manager, Caballero Torres, è una new-entry per il nostro campionato) e con un roster multi-etnico, ospita il Collecchio, allenato per la seconda stagione da Marco Villani. Le emiliane sono ancora senza il lanciatore straniero e escono dalla delusione di non essere riuscite a disputare la Coppa Italia in casa propria, eliminate dalle cugine del Parma.
Il Taurus Donati Gomme esordisce in casa contro il Saronno. Squadre giovani, soprattutto nel caso di Parma, con tanti nuovi arrivi, hanno le credenziali per provare a giocare una stagione da outsider e già questa prima sfida può far capire quale delle due sia maggiormente accreditata per dare la caccia al secondo posto utile per i playoff, visto che, almeno sulla carta, per tradizione, storia e dati oggettivi vista la qualità del roster, l’altro spot per la post-season è l’obiettivo dichiarato del Bollate.

IL PROGRAMMA COMPLETO DEL GIRONE A

Nel girone B sarà subito sfida accesa tra le campionesse d’Italia del Forlì e il Pianoro: si sono già affrontate nella fase preliminare della Coppa Italia e hanno diviso la posta, anche se nella gara vinta il Forlì ha messo in campo un ampio divario di punti (10) e una notevole supremazia dell’attacco, ma la sfida è aperta e per le ragazze di Marina Centrone quest’anno l’obiettivo è chiaramente quello di lottare per fare lo sgambetto a una delle due favorite. Detto che, per ovvi motivi, una delle due è proprio Forlì, l’altra è chiaramente lo Specchiasol Bussolengo, finalista di Coppa Italia. Le veronesi esordiscono in trasferta con la neopromossa Guardolificio Diomedi Montegranaro e devono dimostrare di aver smaltito la batosta della finale di Coppa Italia, persa nonostante un ampio vantaggio iniziale. Soprattutto dovrà essere il manager americano Craig Montvidas a dimostrare di aver capito che il campionato italiano è aperto, nonostante una apparente favore del pronostico iniziale. Infine l’unico confronto che si gioca di domenica è quello tra Castellana e Sestese. Si gioca in veneto e sembra essere una sfida aperta a ogni risultato. Entrambe le manager (Robin Penoyer e Simona Nava) hanno rinforzato il roster con giocatrici straniere di buon livello e il lavoro fatto negli anni passati per la crescita delle giovani italiane dei rispettivi vivai rendono le due formazioni decisamente competitive.

IL PROGRAMMA COMPLETO DEL GIRONE B

LIVE PLAY BY PLAY