Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Legnano sgambetta Bollate, nel girone B è lotta a tre dietro Bussolengo e Castellana

Nel girone A si registra il pareggio strappato dal Legnano al Bollate, la doppietta larga del Caronno sul Nuoro, ed un altro pareggio tra Collecchio e Saronno, quindi niente scossoni in classifica, che vede saldamente davanti Bollate, seguito a ruota dal Caronno, mentre Collecchio e Saronno restano divise da una sola partita, Legnano è a 3 vittorie di distanza dal quarto posto, utile per qualificarsi alla seconda fase.
Nessuna variazione nemmeno nel girone B, dove continua a dominare il Bussolengo (doppietta), seguito dal sorprendente Metalco Thunders (pareggio con Forlì).
Le restanti due posizioni saranno incerte sino alla fine, con Forlì, Pianoro e Sestese al momento separate ma mezza partite, con quattro turni da giocare.

 

In gara 1 il Legnano sorprende il Bollate capolista (3-2), nonostante il vantaggio delle ospiti nel primo inning, che mettono in base i primi due battitori e segnano due punti su lancio pazzo.
Legnano recupera subito grazie a McEchern che batte valido, avanza sino in terza con una rubata ed un bunt, e segna su errore.
Al terzo inning cambio in pedana per Legnano, Chapman entra per Durot e si salva nonostante 2 rimasti in base per Bollate.
Al cambio di campo le padrone di casa passano in vantaggio senza battere valide, dopo due out seguono due basi per ball un lancio pazzo ed un errore che mandano a casa due punti e Legnano avanti per 3-2.
Negli ultimi quattro inning Chapman e la difesa riescono a fermare l’attacco avversario e vincere la partita (nonostante 4 rimasti in base del Bollate).

In gara 2 l’MKF Bollate si prende la rivincita (4-0) grazie alla no-hit di Sarah Pauly, che elimina anche 10 battitori al piatto trascinando la sua squadra alla vittoria.
I punti entrano tra secondo e quarto inning grazie ad una valida di Costa, una volata di sacrificio di Perricelli, ed un singolo di Elisa Cecchetti (che spinge a casa due punti).

Il Kampo Labadini Collecchio cede in casa la prima partita contro il Saronno (4-6), che al terzo inning passa in vantaggio e segna ben 5 punti grazie a 4 valide (2 doppi di Soldi e Pellegrino ed un homerun di Grazzi).
20140510 Nicole Zerbini Collecchio gioisce per il fuoricampo da tre punti ISL (Cantini-Oldmanagency)Collecchio recupera parzialmente segnando 4 punti nella parte centrale della partita, ma il Saronno fissa il 6-4 segnando grazie ad un errore nel sesto inning, e Serena Boniardi difende il vantaggio nelle ultime due riprese concedendo solo una valida.

Le padrone di casa tornano in campo agguerrite in gara 2 e battono per 14 valide chiudendo la partita per manifesta inferiorità al sesto inning (11-4), Collecchio segna 5 punti tra secondo e terzo inning, Saronno recupera segnando 4 punti tra quarto e quinto, ma le padrone di casa rispondono con altri 6 punti che chiudono la contesa.
A nulla valgono i numerosi campi in pedana per il Saronno, nel lineup di casa brilla Nicole Zerbini, che chiude con un doppio, un triplo, un fuoricampo e 5 RBI.

La giornata del girone A si chiude con le due vittorie nette della Rheavendors ai danni del Banco di Sardegna Nuoro, che consolidano Caronno al secondo posto in classifica.
Gara 1 termina con il punteggio di 11-1 in 4 riprese, mentre gara 2 si chiude per 7-0 al quinto inning; il Caronno non fa altro che sfruttare le occasioni, vista la giornata da dimenticare delle lanciatrici del Banco di Sardegna, molto imprecise in tutte e due le partite, fa da contraltare l’ottima Karla Claudio.

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE A

 

Il girone B inizia con un curioso pareggio di manifeste inferiorità tra Metalco e Poderi Dal Nespoli, con Forlì che dilaga in gara 1 (10-1 al 6°) e la Castellana che risponde con gli interessi in gara 2 (11-0 al 4°).
Nella prima partita a Castelfranco Veneto si vede la solita Cacciamani in pedana (4 valide in 6 riprese), ed il lineup di Forlì risponde con 15 valide, tra cui un doppio di Onofri ed un fuoricampo di Gano, 4 errori delle Thunders fanno il resto.
Gara 2 è lo specchio riflesso, Desiree Ybarra è quasi intoccabile, il lineup veneto contribuisce con 11 valide (triplo di Fabbian) e segna 9 punti già nella prima ripresa.

La sfida tra le ultime due squadre del girone vede l’Old Parma portare a casa la doppietta contro la Pro Roma. Gara 1 è a senso unico, Parma segna 8 punti tra primo e secondo inning e chiude al quinto inning con il risultato finale di 9-1.
Carlotta Mori è la pitcher vincente, mentre Francesca Contini è la migliore in battuta, 3 valide (2 tripli) e 3 RBI.
Molto più incerta gara 2, la Pro Roma segna un punto all’inizio sfruttando due errori, mentre il Taurus Donati pareggia solo al sesto grazie ad un triplo + errore di Filler.
Si arriva al primo extrainning, dove l’Old Parma tiene a zero l’attacco romano con un’ottima difesa, e segna il punto decisivo al cambio di campo con Reverberi che corre a casa su errore difensivo.

La giornata si chiude domenica con la doppietta del Bussolengo sul Pianoro. In gara 1 partono Ontiveros per lo Specchiasol e Ronchetti per il Tecnolaser, la squadra bolognese passa in vantaggio al quarto inning grazie ad un singolo di Brandi ed un doppio di Monari (1-0), la campionesse in carica pareggiano al quinto nonostante l’ingresso in pedana di Lopez, che non evita la valida decisiva di Princic (seguente al doppio di Collina).
Si va agli extrainning, Bussolengo riempie la basi con due eliminati e Gasparotto batte un singolo che spinge due punti a casa, al cambio di campo Mattioli tiene in vita il Tecnolaser con un singolo che dimezza lo svantaggio dopo due eliminazioni, ma la partita si chiude poco dopo sul fly-out di Brandi.

Gara 2 invece ha un andamento opposto, e segue la direzione di Bussolengo, la squadra di Obletter dopo il vantaggio iniziale segna 7 punti alla seconda ripresa grazie a 4 valide e 3 errori delle avversarie, e la partita di fatto si chiude.
Lo Specchiasol segna un altro punto al quarto inning ed il match finisce dopo 5 riprese per manifesta inferiorità sul punteggio di 9-0.

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE B