Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Beatrice Maggiore, Legnano scivola in seconda (Claudio Atzori-Oldmanagency)

Bollate e Bussolengo: sempre loro

Proseguono la marcia indisturbata in vetta alla classifica MKF Bollate e Specchiasol Bussolengo. Erano pronosticate, fin dall’inizio della stagione, come le possibili dominatrici e tutto procede secondo i piani per le squadre di Luigi Soldi ed Enrico Obletter. In questo turno doppietta per entrambe. Impegnate in casa contro le due squadre parmensi (a Bollate è sceso sul diamante il Kampo Labadini Collecchio, a Bussolengo è arrivato il Taurus Donati Gomme Parma), hanno vinto in modi diversi: il Bollate ha avuto partite chiuse ed rimasto in campo a combattere contro la formazione di Marco Villani che non si arresa fino al ventunesimo out, in ognuna delle due sfide; più semplice il lavoro delle campionesse d’Italia contro la formazione di Armando Aguiar che, nella prima partita, è stata superata per  manifesta inferiorità.

Nel girone A, quello guidato dal Bollate, la seconda forza è la Rheavendors Caronno, che ha completato la doppietta nello scoppiettante derby contro il Saronno; divisione della posta a Nuoro e Legnano, con la squadra sarda che ha sfruttato al meglio l’esordio del neo-acquisto Elisa Brandino.20170610 Elisa Brandino, Nuoro (Claudio Atzori-Oldmanagency)

Anche nel girone B nelle altre 2 sfide una doppietta (quella della Sestese contro la Pro Roma, al termine di 2 partite lunghissime ed equilibratissime) e un pareggio (quello tra Metalco Thunders Castellana e Tecnolaser Europa Pianoro).

Il confronto di Bollate, nel quale il Collecchio deve rinunciare alla lanciatrice americana Morgan Foley, è deciso da qualche disattenzione di troppo delle parmensi e da una maggiore esperienza delle lombarde. Nella prima partita, che Bollate vince 4-0, sono Greta Cecchetti e Alessia Zavaroni a salire in pedana. Bollate passa in vantaggio al primo inning con una radente di Linda Leonesio che il terza base collecchiese difende con una certa difficoltà e, con 2 out, non riesce a trattenere (segnano Elisa Cecchetti e Lara Buila). 3-0 al quarto con triplo di Marta Chiodaroli e singolo di Elisa Cecchetti. 4-0 alla ripresa successiva con una volata di sacrificio di Laura Bigatton (segna Giorgia Perricelli).
Nella seconda partita sono Sarah Pauley e Natascia Ablondi le lanciatrici e il gap finale è più ridotto. L’MKF vince 3-1, passando in vantaggio al primo inning  con un doppio di Elisa Cecchetti e due sacrifici (bunt e volata) di Lara Buila e Alice Parisi. Con 4 valide, l’ultima sul seconda base di Laura Bigatton che fa segnare Giorgia Fumagalli, nella quarta ripresa, la squadra di casa va 2-0 per triplicare al quinto con una rimbalzante interna di Lara Buila sulla quale segna Elisa Cecchetti. Un bel singolo in anticipo a destra della mancina Nicole  Zerbini fa segnare Arianna Lori al sesto, ma la rimonta per Collecchio non è più possibile.

A Nuoro, nella prima partita è Legnano a passare in vantaggio con un fuoricampo da 2 punti di Francesca Rossini; il Banco di Sardegna  pareggia con una serie di valide interne e gioco spremuto. Nuovo vantaggio Legnano al quarto, pareggio immediato della squadra di casa che, infine, prende il largo al sesto grazie a ai doppi back-to-back di Linda Corbellini e Aleima Lopez, ai quali fa seguito un singolo di Michela Musitelli e finisce 5-3. Nella seconda partita, 3 ore di gioco, 16 valide per il Legnano, 11 per il Nuoro, 4 errori, 9 doppi sono i grandi numeri che portano al 12-8 finale a favore delle lombarde che, dopo essere state sotto 6-1, con un big-inning (il quarto) da 8 punti ribaltano e vincono. Determinanti Rebecca McEachern ed Erika Leonard, rispettivamente a 3 su 6 con 2 rbi e 4 su 4 con 3 rbi. Nell’inning della rimonta 3 doppi in 2.

Nel derby tra Saronno e Caronno la prima partita si è visto un duello fantastico tra Alice Nicolini e Karla Claudio (3 valide concesse dall’azzurra, 2 dalla portoricana; 7 K la prima, 11 la seconda). 1-0 finale maturato al terzo con un bunt dvalido di Elisa Oddonini, bunt di sacrificio più errore difensivo per Beatrice Salvioni e volata di sacrificio di Yuruby Alicart. Si amplia il divario in gara 2 quando Saronno commette 3 errori, contro 0 del Caronno, che vince 7-3. Passa in vantaggio la squadra di Castro con un singolo di Francesca Betti e un doppio di Ginevra Soffiantini; pareggia e passa in vantaggio la formazione di Blanco con singolo Beatrice Salvioni più errore difensivo, doppio di Alicart, un paio di basi ball e un colpito. Di nuovo partita in equilibrio con un doppio di Valentina Grazzi e che spinge a casa Carlotta Andorno. Un doppio di Giulia Fiorentini e singoli di Melany Sheldon e Susanna Todeschini chiudo il conto a favore della Rheavendors.

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISCHE DEL GIRONE A

Facile, come detto, la doppietta del Bussolengo in casa contro Parma. 9-0 al quinto in gara 1, nella quale la squadra biancoverde ha messo in mostra il solito box di battuta molto continuo e proficuo in cui le giocatrici che non battono sono quelle che non ti aspetti (terzo e quarto spot del line-up).
In gara 2 il risultato rimane bloccato sullo 0-0  fino alla sesta ripresa: partono Nisa Ontivertos e Merlys Gonzalez in pedana. L’americana del Bussolengo rimane in pedana senza concedere valide per 2 riprese, poi entra Veronica Comar, che gestisce al meglio, anche se subisce il punto del vantaggio parmigiano segnato da Andrea Filler, complice un errore difensivo. La reazione, da grande squadra, per Bussolengo arriva con addirittura 5 punti: singoli di Mariel Bertossi e Laura Vigna, doppio di Giulia Longhi e un paio di lanci pazzi: 5-1.

Nel pareggio tra Tecnolaser Europa Pianoro e Metalco Thunders, che sono scese in campo a Castelfranco Veneto, è la squadra bolognese a vincere gara 1, passando in svantaggio con Desire Ybarra che, dopo aver battuto valido, ha approfittato di un errore difensivo, ribaltando con un singolo da 2rbi di Chiara Mengoli e fissando con triplo di Eva Trevisan e singolo di Sara Monari. Finisce 3-2, mentre la seconda partita è conquistata 5-3 dalle padrone di casa: Cecchin e Ybarra segnano al primo su doppio di Zonta, poi la stessa Claudia  Zonta e Ginevra Gamba segnano approfittando di un errore difensivo al terzo e, infine, al quarto è un doppio di Giacometti a spingere a casa Francesca Casetta, dopo che Pianoro aveva provato, segnando 2 punti nella parte alta della stessa ripresa, a rientrare in partita grazie a un paio di errori delle padrone di casa.

L’ultima sfida della domenica è quella tra Sestese e Pro Roma. In entrambe le gare si decide il risultato all’ultimo respiro. In gara 1 è necessario il tie-break per stabilire il risultato. Si giocano ben 3 inning supplementari, dopo l’1-1 al termine del settimo. Segnano entrambe al nono: la Pro Roma grazie a un lancio pazzo di Monica Perry (in campo fin dall’inizio della gara e alla fine vincente dopo 10 riprese); la Sestese grazie a un singolo di Jasmine Bernardini. Poi nel decimo singolo di Martina Calosi per spingere a casa Monica Perry (in base con 4 ball e avanzata su lancio pazzo). Finale: 3-2.
In gara 2, la Pro Roma, sotto 3-0, rimonta al settimo e va sul 3-3, ma Jasmine Bernardini, in base con una valida interna, avanzata in seconda su base ball e in terza con un bunt di Ceccanti, segna su errore difensivo e chiude 4-3.

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISCHE DEL GIRONE B