Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
La squadra 'Cadette' di La Loggia

L'esperienza con La Loggia di 2 prospetti del Catania Wild Think

Si è da poco conclusa la prima parte di un progetto che vede coinvolte 2 realtà operanti nel mondo del softball femminile: la plurititolata Rhibo La Loggia (provincia di Torino; la prima squadra tra poco giocherà i play off dell'Italian Softball League-ISL, la società partecipa a tutte le categorie giovanili) e il Wild Think Catania Softball Project. Le atlete del vivaio catanese Vlada Consiglio (classe 2002) e Alessandra Platania (2000) sono state tesserate per La Loggia al fine di partecipare al campionato Cadette. A fine anno scolastico le ragazze si sono trasferite in Piemonte per integrarsi con le altre giocatrici del roster e ambientarsi nel nuovo contesto.

Le atlete del Catania Softball Project hanno giocato il campionato Cadette per La LoggiaVlada e Alessandra hanno vissuto un periodo davvero intenso, come quasi un Camp prolungato. Sono infatti arrivate ad allenarsi anche 2 volte al giorno, lavorando a livello individuale con Ellen Roberts, lanciatrice della squadra ISL che funge anche da pitching coach, e a livello di squadra con le formazioni Cadette e Under 21, oltre che con la prima squadra.
Per la cronaca, la squadra Cadette del Ribho La Loggia ha vinto il proprio girone e parteciperà alla fase per il titolo nazionale a settembre. Vlada Consiglio è stata anche selezionata per la Rappresentativa Regionale del Piemonte e ha partecipato al Torneo delle Regioni.
"E' stata insomma un’esperienza a tutto tondo" dice Antonio Consiglio, Fondatore del Catania Softball Project, che ringrazia la dirigenza Rhibo La Loggia Softball, in primis il Presidente Giorgio Bonaguro, e la manager Maria Grazia Barberis, le famiglie che hanno ospitato le ragazze e il Presidente della FIBS Piemonte Marco Mannucci.
Aggiunge Consiglio: "Per le nostre ragazze è stata un’esperienza davvero esaltante, sia ovviamente da un punto di vista tecnico e agonistico, sia da un punto di vista umano e culturale. Mi auguro che si possa continuare su tale linea di collaborazione e fare in modo che magari anche altre ragazze siciliane possano cogliere queste opportunità”.

“Per noi è stato motivo di orgoglio e soddisfazione" dichiara Giorgio Bonaguro "Ospitare le due atlete. Riteniamo questa esperienza proficua e interessante, visto che ci permette di conoscere meglio altre realtà e verificare così la possibilità di dare un contributo alla loro crescita tecnica e agonistica. Come società, potremmo averne un ritorno”.
Maria Grazia Barberis aggiunge: “E’ stato un piacere avere con noi Vlada e Alessandra, che mi hanno colpito in particolare per la loro passione e dedizione e la loro capacità di apprendimento. Intravedo in entrambe un potenziale interessante, sia per quanto appena detto ma anche per la loro giovane età. Ho visto in loro delle qualità tecniche, che vanno ovviamente migliorate e sviluppate con un lavoro programmato, metodico e quotidiano, che mi auguro saranno in grado di continuare una volta rientrate presso la loro società. Mi auguro inoltre di averle con noi a settembre, visto che hanno contribuito anche loro alla vittoria del girone. E' il primo passo di una collaborazione più articolata e duratura nel tempo? Lo vedremo assieme al Wild Think. Eventualmente andranno individuati tempi e modalità. Ma la prima pietra della costuzione è stata posta".