Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Bollate festeggia (Stefano Fagnani-Oldmanagency)

Forlì, doppietta a Castelfranco. Ancora un rinvio per pioggia per la Sestese

Il girone di andata della Italian Softball League è arrivato al termine ma non si è definitivamente chiuso. Con alcune partite ancora da recuperare, come quelle della prima giornata tra Legnano e La loggia, o quelle tra Nuoro e, ancora, La Loggia, per la seconda settimana consecutiva la Sestese si vede interrompere una partita in corso a causa della pioggia. Dopo Forlì, succede questa volta in Toscana dove, dopo aver perso il primo match contro le Blue Girls Bologna 9-5, la formazione di Simona Nava si trovava in vantaggio 1-0 a inizio terza ripresa. Nel frattempo Forlì vince agevolmente nella trasferta contro le Metalco Thunders Castellana, dopo che il sabato aveva decretato la continuità della marcia del Bollate, ora marchiato MKF, che aveva conquistato la doppietta casalinga contro l’Old Parma Taurus. Pareggio tra Rheavendors Caronno e Nuoro; divisione della posta anche nel derby tra Legnano e  Saronno.
Nel girone B le Stars Tecnovap Staranzano hanno dato una scossa al proprio campionato, infliggendo la prima sconfitta stagionale a Kylee Studioso e completando lo sweep contro il Labadini Collecchio.

Castellana-Forlì
Il Forlì conquista uno sweep netto, nonostante un avvio in salita e il tentativo della squadra di casa, dopo aver pensato di poter vincere contro Ilaria Cacciamani senza l’utilizzo della lanciatrice straniera, inserendo Krista Jo Menke, di poter fare il colpaccio. Le Thunders inziano segnando un punto, sfruttando un  colpito e ben 3 errori della difesa romagnola. Poi la partita si incanala sui binari dell’equilibrio. Anzi le Thunders si portano addirittura sul 2-0 con un solo-homer di Claudia Zonta. A quel punto il manager di casa, Adriano Morabito si gioca la carta americana sperando di mettere in ghiaccio la partita, ma al quinto, dopo una sola ripresa tenuta a zero, Menke subisce una sequenza terribile che si completa con 5 punti segnati, frutto di un lancio pazzo e 3 valide (con il singolo di Martina Laghi e il doppio di Veronica Onofri entrambi da 2 rbi ciascuno”. Finisce 6-2 per Forlì.

IL TABELLINO DI GARA 1

In gara 2 è Forlì a mettersi subito davanti, grazie al singolo di Carlotta Zauli e doppio di Andrea Montanari. poi le Thunders operano il sorpasso grazie a un inning da 2 valide, ma soprattutto da una brutta crisi di controllo del partente Matilde Zanotti (3 basi ball in apertura). Sul 3-2 le Thunders, che avevano iniziato con Carlotta Salis in pedana, subiscono, come nella prima partita, un big-inning da 5 punti, frutto delle valide del Forlì (Amber Parrish e Martina Laghi), ma soprattutto di 3 errori difensivi. Preso il largo il Forlì, che è squadra di grande esperienza, non concede più nulla, consentendo anche a Carlotta Onofri, all’esordio stagionale, di rientro dall’esperienza universitaria negli Stati Uniti, di vincere subito: 10-3.

IL TABELLINO DI GARA 2

Sestese-Bologna
Detto già in apertura della sospensione, a causa di un violento temporale, dopo 2 riprese della seconda partita, quando la Sestese era in vantaggio 1-0 e aveva in pedana Monica Perry, contro Claudia Banchelli, nella prima partita il Bologna ha ottenuto una vittoria netta: 9-5. Subito in vantaggio 2-0 al primo inning, per effetto di una partenza imprecisa sia di Stefania Balloni sia della difesa (2 basi ball, 2 valide, 1 lancio pazzo, 1 palla mancata e 1 errore), con un doppio di Priscilla Brandi e singolo di Veronica Casella, al terzo Bologna è avanti 3-0. Lenta e laboriosa, si completa la rimonta della Sestese: 1 punto, di Jasmine Bernardini su singolo di Chantal Versluis, costruito sulle basi, al quarto e 2 punti, su errore e valida di Virginia Martini, al sesto. La settima ripresa è fatale alla squadra toscana: Balloni cede, tanto da essere rilevata da Teresa Salvatici e Bologna, con 2 sole valide, una delle quali un fuoricampo da 3 punti di Yumey Vega Minoso (lanciatrice vincente), segna ben 6 punti.

IL TABELLINO DI GARA 1

In attesa di sapere quando verrà recuperata la parte restante della seconda partita, in settimana, martedì 10 maggio, alle ore 21.00, a Forlì andrà in scena la parte restante della seconda gara tra Forlì e Sestese e si ripartirà dalla parte alta della seconda ripresa, 0 out e un corridore in prima.

Staranzano-Collecchio
Le Stars Tecnovap impongono il primo stop italiano a Kylee Studioso e conquistano il primo en-plein della stagione, opponendo Veronica Comar (complete game) proprio Veronica Comar, Staranzano (Lauro Bassani)all’americana del Labadini. E dire che per la giovane lanciatrice di casa il match era iniziato proprio in salita: 3 punti subiti alla prima ripresa, partendo da errore difensivo e lancio pazzo, continuando con 3 valide concesse (Coleman, Chiesa e Ravanetti). Lenta e laboriosa si è completata la rimonta delle Stars: al terzo, colpita Comar, arrivano 2 punti grazie al fuoricampo di Marta Gasparotto; al quarto 2 valide (Lupetti e Dessenibus) e 2 errori del Collecchio regalano il sorpasso. Per il resto Comar controlla e solo al settimo, subito il doppio di Carlotta Mori, si trova in difficoltà, ma con l’aiuto della difesa chiude 4-3.

IL TABELLINO DI GARA 1

In gara 2, ovviamente, si incrociano le prestazioni della cubana delle Stars, Anisley Lopez e Natascia Ablondi. Partita senza storia, nella quale il Collecchio commette troppi errori (4) e lo Staranzano invece trova continuità nel box di battuta. Decisiva, questa volta proprio in attacco, ancora Veronica Comar che, sul 6-0 alla quinta ripresa, propizia con un triplo il punto della sospensione per manifesta, che lei stessa segna su lancio pazzo.

IL TABELLINO DI GARA 2

PROGRAMMA E RISULTATI, LA CLASSIFICA E LE STATISTICHE DEL GIRONE B

Bollate-Parma
È partita che vive di fiammate la prima tra MKF e Taurus: avvio traumatico per il lanciatore americano del Bollate, Leslie Jury che, con 2 basi ball (a Contini e Zavaroni) e un singolo subito dalla collega Julia Morrow, va sotto 1-0 al primo inning. Via facili parte bassa del primo e alta del secondo, al terzo cambio campo arriva il pareggio della formazione di casa: base ball per McKenzie Corn, sacrificio di Jury, sul quale arriva un errore difensivo e, con corridori agli angoli, Corn ruba casa per l’1-1.
Al quarto inning allungo decisivo per Bollate che costa anche l’uscita di pedana di Julia Morrow. Un doppio di Corn apre, segue una base intenzionale a Jury e una doppia rubata, sul singolo di Giorgia Fumagalli entra il punto di Corn: ancora corridori agli angoli, ancora doppia rubata, ancora errore, ma questa volta entrano entrambi in corridori e si va 4-1. Finirà così, con altri cambi in pedana: per Parma, dopo Alice Ghillani, Chiara Lottici; per Bollate, al posto di Jury, Laura Bigatton.

IL TABELLINO DI GARA 1

Non c’è confronto in gara 2, nella quale Greta Cecchetti, dimostrando di vivere un ottimo momento di forma e continuando a tenere la propria media pgl a 0.00, domina l’attacco del Parma con 17 strike-out, concedendo una sola valida in apertura di secondo inning ad Alessia Zavaroni. In attacco il Bollate produce, ma spreca anche, lasciando ben 7 corridori in base. 4 punti al terzo grazie a un doppio di Lara Buila, un singolo di Brianna McGovern e 2 errori difensivi e 2 punti al quarto, con un fuoricampo interno di Linda Leonesio, fissano il risultato sul 6-0.

IL TABELLINO DI GARA 2

Nuoro-Caronno
Il primo pareggio di giornata è quello tra Banco di Sardegna e Rheavendors. Lizazo e Blanco, i due manager sudamericani, scelgono di non opporre i lanciatori stranieri e si dividono la posta. La prima partita è una affermazione della squadra di casa, 3-0. Anche se il Caronno ha tentato, riempiendo le basi al primo attacco, di partire forte e spaventare Jolene Henderson: una eliminazione (assistenza Briana Hamilton-Ambra Collina) a casa di Quianna Diaz Patterson, ha evitato alle sarde di andare sotto. Proprio Collina e Hamilton, al quarto, corrono a casa per portare in vantaggio Nuoro: doppio per il catcher, base ball per il terza base e corsa fino al piatto sul doppio di Henderson. Il vantaggio aumenta al quinto: dopo il singolo di Loredana Spada e le basi ball a Collina e Hamilton termina la partita di Roberta Colombo; entra Giulia Bollini e un suo lancio pazzo regala il 3-0 alla squadra di casa.

IL TABELLINO DI GARA 1

La reazione del Caronno matura immediatamente anche se si concretizza poi solo alla prima ripresa di tie-break. Nella seconda partita il lanciatore del Nuoro è Mara Papucci, che va immediatamente sotto con un triplo di Diaz Patterson e un singolo rbi di Karla Claudio, proprio quest’ultima blocca le mazze della squadra di casa con ben 16 strike-out e incamera la vittoria, nonostante 6 basi ball (con 3 valide concesse). Al quarto il pareggio del Nuoro è frutto di un doppio di Ambra Collina e con le basi riempite da 2 basi intenzionali a Hamilton e Henderson, una base ball concessa Mayra Liori. Al sesto, dopo che Caronno lascia 3 corridori in base nella parte alta, il vantaggio del Nuoro: doppio di Henderson, singolo di Liori e lancio pazzo. Per andare agli extra inning il Caronno segna nella parte alta del settimo, grazie ai singoli back-to-back di Diaz Patterson e Claudio e un errore difensivo. Nel tie-break, è un bunt valido di Elisa Oddonini, dopo il sacrificio di Beatrice Salvioni, a portare a casa Melany Sheldon, mentre dall’altra parte la squadra isolana lascia le basi piene, dopo le solite basi intenzionali a Hamilton e Henderson: 2-3.

IL TABELLINO DI GARA 2

Legnano-Saronno
12
eliminazioni al piatto, che valgono la prima vittoria italiana, di Chelsea Cohen e un solo-homer di Clare Warwick guidano il Legnano alla vittoria in gara 1. È una partita molto equilibrata e combattuta, decisa solo dall’episodio del fuoricampo dell’australiana del Legnano, contro il partente del Saronno, Francesca Betti, poi rilevata da Alice Nicolini. Finisce 1-0 sotto il controllo dei pitcher.

IL TABELLINO DI GARA 1

Nella seconda partita il Saronno riparte proprio con Nicolini in pedana; dall’altra parte c’è Alessia Buscaglia. È un doppio di Valentina Lai, con Nicolini in prima con 4 ball, a sbloccare il punteggio in favore del Saronno al secondo inning. Il pareggio del Legnano arriva al quarto grazie a un doppio di Cohen, con Ilaria Pino in base. Si rimane sull’1-1 fino a fine partita, dopo che entrambe le formazioni sprecano una buona occasione ciascuna: doppi di Nicolini e Pino; serve così il tie-break. Il vantaggio del Saronno è abbastanza rocambolesco: con Cozzi in base per regolamento, il bunt di Susanna Soldi è valido e Cozzi arriva in terza, mentre Soldi arriva fino in seconda; base intenzionale a Grazzi e sulla battuta in scelta difesa di Sara Brugnoli (eliminata Grazzi in seconda) arriva il punto di Cozzi; lancio pazzo di Silvia Durot (che nel frattempo, dalla terza ripresa, aveva rilevato Buscaglia), punto di Soldi e poi Brugnoli è colta in trappola nel tentativo di raggiungere la terza. Al cambio campo Legnano accorcia con un singolo di Ilaria Pino che vale il punto del 2-3 (segnato da Alberio), ma non riesce ad andare oltre.

IL TABELLINO DI GARA 2

PROGRAMMA E RISULTATI, LA CLASSIFICA E LE STATISTCHE DEL GIRONE A