Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Un mercato vivace per la ISL che sta per cominciare

La stagione 2016 della Italian Softball League è alle porte ed è il momento di fare il punto sui movimenti di mercato di un inverno che ha fatto registrare molte conferme, qualche sorpresa, anche clamorosa, e molti acquisti dagli States.

Nella ricerca della vittoria finale, parte da una posizione privilegiata, anche se la conferma è sempre più difficile della prima volta, lo Specchiasol Bussolengo che, arrivando da Scudetto e Coppa dei Campioni, sarà la squadra da battere. E proprio dalla squadra che indosserà la casacca con il tricolore cucito sul petto partiamo nell’analisi del mercato: innanzitutto la squadra non sarà più guidata da Luisa Medina, ma dall’esperto Enrico Obletter che, dopo 2 anni in purgatorio con l’Atoms’ Chieti, dopo aver comunque guidato le biancoverdi alla conquista del titolo Europeo per Club, torna nel massimo campionato; la squadra è confermata quasi interamente rispetto allo scorso anno, con un importante innesto, la lanciatrice americana Aimee Creger (Università di Tulsa) e una perdita altrettanto importante: Priscilla Brandi, infatti, ha lasciato la formazione veronese per accasarsi alle Blue Girls Bologna.

La squadra di Pianoro basa proprio sull’esperienza di Brandi e del capitano Eva Trevisan il suo gruppo, che affronta la ISL per il secondo anno consecutivo: una grande novità arriva per la pedana ed è quella Yumey Vega Minoso, cubana (anche nazionale), classe 1989, che può giocare anche esterno. Giovane ma già molto esperta rende la squadra emiliana molto competitiva nella partita straniera.

Non sono molte le atlete dell’isola caraibica rimaste nel nostro campionato. Al contrario della passata stagione, infatti, sono arrivate molte più giocatrici statunitensi. Una delle cubane rimaste è la lanciatrice delle Stars Staranzano, Anisley Lopez. Una formazione che non si discosta molto da quella del 2015, ma che vede il ritorno, come guida tecnica, di Federico Pizzolini.

Un nuovo manager ci sarà anche per la Sestese che manda nel dug-out, a dirigere, il manager della Nazionale Under 16, Simona Nava; sarà alla guida di una squadra molto giovane che avrà nella lanciatrice americana (confermata) Monica Perry un’arma devastante  in pedana. Nel box, invece, il compito di trascinatrice sarà affidato alla nazionale olandese Chantal Versluis: una giocatrice di grande esperienza e pedigree con medie straordinarie nel box.Jolene Henderson con la casacca della Nazionale USA alla Italian Softball Week 2014 (MG-Oldmanagency)

Una nuova straniera, comunque proveniente, come spesso accaduto negli ultimi anni, dall’Australia, avrà anche il Legnano: sarà infatti Abriel Cohem a fare coppia con Clare Warwick, alla guida di una squadra in cui Ilaria Pino dovrà governare un gruppo giovanissimo in crescita.

Praticamente confermato, in ogni caso con un gruppo veramente giovane e di prospettiva, il Fiorini Forlì, alcuni cambi, soprattutto per quel che riguarda le straniere, li hanno effettuati Bollate e La Loggia. Dalla Lombardia al Piemonte, infatti, si è spostata la lanciatrice australiana Ellen Roberts, che ha rotto così la coppia con Brianna McGovern, lasciando libero in rossoblù il posto a Leslie Jury. Per il resto le ultime due runner-up delle finali scudetto degli ultimi 2 anni, confermano i loro blocchi.

Da Bollate, però, è partita alla volta i Caronno, per cercare di avere maggiore spazio ed accumulare esperienza, Melany Sheldon. Per il Rheavendors sono nuove le straniere: Karla Claudio e Quianna Diaz Patterson; una vecchia conoscenza il manager: Argenis Blanco.

Sono nuove, entrambe americane, le straniere del Banco di Sardegna Nuoro: una delle formazioni che si è maggiormente rinnovata e che ha anche acquistato la grande qualità ed esperienza di Mara Papucci. Con lei in pedana si alternerà una delle lanciatrici della nazionale USA, Jolen Henderson che arriva insieme alla connazionale Briana Hamilton. Anche il manager, Gustavo Lizazo (cubano), è alla sua prima esperienza italiana.

È cubano, ma in questo caso è una conferma, anche il Manager dell’Old Parma Taurus: Armando Aguiar. La società parmigiana baserà la propria squadra sul solito gruppo di atlete uscite dal vivaio; cambio sulla pedana straniera, per la quale è arrivata Julia Morrow: altra lanciatrice statunitense alla prima esperienza italiana, così come accade anche alle cugine del Labadini Collecchio che avranno in Kylee Studioso, una pitcher molto potente e precisa. Anche la seconda straniera del Collecchio arriva dagli States, si tratta di  Kelsey Coleman, utility ventitreenne da Notre Dame.

Infine ci sono le 2 squadre neo-promosse: Saronno e Thunders Castellana. Giovanissima e tutta (o quasi) fatta in casa è la formazione lombarda, che sarà affidata al manager venezuelano Larry Castro. Venezuelano sarà anche lo staff di coach che collaboreranno con Adriano Morabito nella guida delle Thunders Castellana. La società veneta è molto ambiziosa e, pur confermando la squadra della promozione, ha ingaggiato una lanciatrice americana, Krista Jo Menke, che avrà il compito di fare la differenza.

di Michele Gallerani