Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

L'appello nominale nel softball

Ribadita l'importanza dell'appello nominale così come previsto all'articolo 3.19 del Regolamento Attività Agonistica (RAA), il Comitato Nazionale Arbitri (CNA) chiarisce, come comunicato durante le riunioni con le Il logo del CNAsocietà, che questo sarà effettuato anche prima delle gare di Italian Softball League e serie A2 softball.

Preso atto dei tempi di riscaldamento previsti sempre nel RAA per il softball (da 90' a 60' squadra ospitante per la battuta, da 60' a 30' squadra ospite per la battuta, da 30' a 20' squadra ospitante per gli interni, da 20' a 10' squadra ospite per gli interni), il CNA comunica che l’appello nominale verrà effettuato 40 minuti prima dell’inizio della gara per la squadra di casa e 30 minuti prima del playball per la squadra ospite.

L’appello nominale deve essere effettuato obbligatoriamente solo prima della prima partita in caso di doppio incontro e sarà fatto secondo le seguenti modalità:

  • -> L’arbitro di base di gara 1, in divisa o tuta ufficiale del CNA (non pantaloni corti), si reca presso il dugout della squadra di casa 40 minuti prima dell’orario previsto per l’inizio della gara;

-> La squadra di casa si schiera davanti al proprio dugout o in zona dove non ci sia pericolo di essere colpiti dalle palline utilizzate dall’altra squadra durante il riscaldamento.
-> L’arbitro riceve dal dirigente accompagnatore della squadra l’elenco giocatori e provvede a chiamare ogni singola giocatrice per cognome.
-> La giocatrice dovrà rispondere con il proprio nome e numero di cassacca mostrandolo all’arbitro e una volta chiamata deve abbandonare il gruppo.
-> Nessuna giocatrice è esentata dall’appello, quindi anche lanciatori e ricevitori, devono essere presenti.
-> Se una giocatrice non si presenta all’appello non potrà essere inserita nel line-up e dovrà essere segnata assente; potrà essere inserita solo nel momento in cui, munita di documento di riconoscimento e di tesserino FIBS, si presenti all’arbitro prima dell’inizio della gara o a gara in corso. Una giocatrice assente non può essere inserita a line-up.
-> Una giocatrice non presente nella prima gara può partecipare alla seconda presentandosi, in qualsiasi momento, all’arbitro munita di documento di riconoscimento e di tesserino FIBS.
-> L’arbitro visterà le giocatrici presenti, segnerà le assenti e firmerà l’elenco giocatori.
-> Terminato l’appello l’arbitro di base tratterrà le copie necessarie e distribuirà le restanti:
     @ trattiene l’originale del line-up (laddove gli venga consegnato) e dell’elenco giocatori.
     @trattiene la terza copia del line-up e dell’elenco giocatori che verranno utilizzati per lo scambio a casa base;
     @ consegna la seconda copia del line-up e dell’elenco giocatori al Classificatore Ufficiale; la seconda copia del line-up può essere consegnata anticipatamente dal dirigente al Classificatore Ufficiale al fine di agevolarne il compito, ma è quella in mano all’arbitro che è considerata l’unica ammessa. Ricordando comunque che il line-up diventa ufficiale solamente una volta che è stato ispezionato e approvato dall’arbitro capo durante il meeting di casa base.
-> Terminato l’appello per la squadra di casa, 30 minuti prima dell’inizio della gara ripeterà la stessa procedura con la squadra ospite.
-> I documenti di riconoscimento devono essere restituiti al dirigente accompagnatore di ogni squadra.
-> Unitamente alle operazioni di riconoscimento giocatori, l’arbitro dovrà prendere visione dell’omologazione del campo, del pagamento della tassa gara  e della richiesta della forza pubblica secondo quanto disposto dalla Circolare Attività Agonistica ISL 2016.
-> Le disposizioni dell’appello nominale non sono modificabili in nessun modo. L’appello nominale deve essere fatto anche in quei casi in cui la gara non si dovesse giocare per condizioni meteo avverse o impraticabilità di campo. In questo caso l’appello non è necessario farlo in campo, ma va bene anche in un posto al coperto. L’appello serve per certificare le giocatrici presenti anche se la gara non si dovesse disputare.