Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Cecchetti e Pino e il softball down-under

di Michele Gallerani

C’è un’Italia del softball che lavora anche in pieno inverno e non è solo quella composta da dirigenti, tecnici, allenatori e atlete che si preparano alla nuova stagione nel nostro Paese, ma è anche quella in trasferta per giocare nell’estate australiana. Stiamo parlando di Greta Cecchetti e Ilaria Pino, che stanno affrontando il Campionato Australiano, seppur nella difficoltà di destreggiarsi tra giornate di pioggia intensa che stanno ostacolando il regolare svolgimento della manifestazione. Un torneo che, per questioni logistiche (l’Australia è un Paese molto vasto), si disputa in una settimana: ma ormai, dopo 2 giorni di rinvii, è facile pensare che possano slittare i tempi di chiusura: le finali, con la formula del page-system sarebbero previste per sabato 9 gennaio 2016.

Greta Cecchetti e Ilaria Pino guidano la formazione delle Diamonds Act, la squadra dello Stato Act nella quale militano anche altre atlete che, nel presente o nel passato, hanno calcato i diamanti della ISL: Clare Warwick Diamonds Act 2106, foto di squadra(Legnano), Brianna McGovern (Bollate), Lana e Kath Tye (in passato a Legnano e Bussolengo). L’esperienza australiana delle 2 azzurre è inquadrata in modo diverso: mentre Cecchetti è arrivata nell’emisfero sud solo agli inizi di dicembre, appositamente per giocare il Campionato Australiano, Pino invece ha iniziato questa sua quarta stagione down-under già dal mese di settembre. Il catcher del Legnano, che nel 2015 ha conquistato il riconoscimento di miglior battitore di scuola italiana della ISL, è infatti coinvolta in un progetto di ampio respiro che la sta trasformando da giocatrice in allenatrice (ne abbiamo parlato in questo articolo); un progetto che la vede impegnata in 3 ruoli: giocatrice (della squadra delle Boomerangs, che disputano il campionato locale di Canberra, delle Diamonds ACT per il Campionato Nazionale), assistent coach della squadra Under 19 (sempre delle Diamonds ACT) e responsabile dello sviluppo del gioco per Softball ACT. “La mia esperienza australiana è indiscutibilmente entusiasmante”, dice Ilaria Pino. “Sto lavorando sodo, imparando tanto e la considero molto positiva. Il mio impegno qui consiste nel lavorare come junior development Softball ACT e giocare. Con il mio lavoro stiamo cercando di rilanciare al massimo il softball nella zona di Canberra, sia a livello maschile, sia femminile, dando molteplici possibilità di crescita tecnica ai giovani. Cerco di fare del mio meglio per una programmazione che, passo dopo passo, riporti il numero dei giocatori a livello degli anni passati”.

Ora è giunto il momento di giocare il Campionato Nazionale a Sydney, o meglio: sarebbe giunto, visto il maltempo che imperversa. Per farlo, come detto, Ilaria Pino è stata raggiunta da Greta Cecchetti. “Sono molto felice di essere tornata qui, dopo la prima esperienza che ho fatto 2 anni fa”, dice il pitcher azzurro. “Ora questa felicità è stata leggermente disturbata dal fatto che il Campionato è iniziato con una partita che stavamo conducendo e abbiamo perduto, senza poter completare i 7 inning, perché sospesa per pioggia e, soprattutto, perché la formula da 2 round robin e poi page-system, a causa della pioggia, si è trasformato in un solo round-robin, quindi solo 5 partite (ndr per le Diamonds ACT, a questo punto, ne restano 4), ma sono comunque molto fiduciosa perché la squadra è competitiva e possiamo vincerle tutte e puntare comunque a uno dei primi 4 posti”.

IL SITO UFFICIALE DEL CAMPIONATO NAZIONALE AUSTRALIANO

Insieme a Pino e Cecchetti nei roster delle 6 squadre che partecipano al Campionato ci sono molte giocatrici che hanno giocato nel nostro campionato: Stacey Porter, Brenda De Blaes, Carmelle Sorensen,  Ellen Roberts, Saskia Kosterink, Britt Vonk, tra le più famose. Ora il compito della squadra delle azzurre, come già detto da Greta Cecchetti, è un po’ più complicato, ma l’obiettivo è raggiungibile: “Abbiamo lavorato veramente tanto per prepararci”, continua Ilaria Pino “Il livello di gioco di questa competizione è certamente uno dei migliori al mondo e per questo rappresenta una grande sfida”. Anche se, diversamente dagli anni passati, si tratta di una competizione più breve, concentrata in una sola settimana, per affrontare meglio le spese, soprattutto perché, da  quando il Softball non è più nel programma Olimpico, la Federazione Australiana è meno ricca.
A proposito di Olimpiadi, il palcoscenico del torneo è proprio quello dello Stadio Olimpico, costruito nel 2000. “È molto suggestivo giocare qui”, conclude Greta Cecchetti, “per me è veramente molto emozionante”.

LIVE STREAMING DELLE PARTITE DEL CAMPIONATO NAZIONALE AUSTRALIANO

La speranza è dunque che la pioggia lasci spazio al gioco con un unico obiettivo, che per Greta Cecchetti e Ilaria Pino è una specie di dogma di vita sportiva: cercare di vincere.  “Io, personalmente” conclude Ilaria Pino “cercherò di mettermi a disposizione della squadra e aiutare al massimo con la mia esperienza, soprattutto nel ruolo di catcher, anche se mi sono allenata molto in un ruolo nuovo per me, come prima base. Essendo, credo, agli ultimi anni di carriera, ogni opportunità di giocare ad alto livello diventa una sfida entusiasmante e sto lavorando per questo”.

Nella foto di copertina: Clare Warwick (prima a destra) guida il gruppo per la cerimonia di inaugurazione del Campionato; alle sue spalle si riconoscono Ilaria Pino e Greta Cecchetti