Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Un triangolare per assegnare la Coppa Italia ISL

di Michele Gallerani

Mentre la Nazionale si gioca il Campionato Europeo a Rosmalen, a Bollate va in scena la Finale della Coppa Italia ISL. Sono 3 le squadre che scenderanno in campo sul diamante lombardo ma, tra loro, non ci sono le padrone di casa, dominatrici della regular-season della Italian Softball League. Bollate è stato eliminato dal peggiore Team Quality Balance (TQB: differenza tra quoziente dei punti fatti, diviso inning giocati in attacco, meno il quoziente tra punti subiti, divisi per gli inning giocati in difesa) in favore del Legnano. Così le biancorosse avranno la possibilità di provare a rivincere una competizione che manca nel loro albo d’oro dal 2008. Le altre contendenti sono il Rhibo La Loggia, campione d’Italia nelle ultime 2 stagioni consecutive e Campione d’Europa in carica e il Fiorini Forlì, detentore della Coppa Italia, che ha vinto anche nel 2013 e, nel complesso, 3 volte nelle ultime 5 edizioni giocate.

Il programma prevede 3 incontri (stile girone all’italiana) al termine dei quali chi dovesse aver vinto 2 partite sarà automaticamente il vincitore del trofeo; mentre, in caso di una vittoria per ciascuna delle partecipanti il trofeo verrà assegnato calcolando il TQB.

La prima sfida ad andare in scena sarà, alle 14.00 Rhibo La Loggia contro Legnano; seguirà alle 17.00 Fiorini Forlì contro la perdente della prima partita e, infine, alle 20.00 Fiorini Forlì contro la vincente della prima partita.

Difficile fare un pronostico, perché ognuna delle squadre in campo ha una bilancia, tra pro e contro che si Elisa Brandino durante la finale della ISL 2014 (CB-Oldman)equivale. Legnano, per esempio, è una squadra che ha navigato a metà classifica in campionato e che, nonostante la presenza di 2 straniere di sicuro valore come Kath Tye e Clare Warwick, paga in pedana dove possono esibirsi solo Silvia Durot e la giovanissima Alessia Buscaglia. È una squadra però abituata a giocare in questa configurazione, mentre sia per il Rhibo La Loggia, sia per il Fiorini Forlì, si tratta di sostituire le atlete convocate in Nazionale. In questo senso  non dovrebbero esserci molte differenze rispetto alle partite della scorsa settimana, nel turno di qualificazione. Di certo c’è che Forlì avrà come partente in una delle 2 partite Blaire Luna, mentre nell’altra (assente Ilaria Cacciamani) sono pronte sia Carlotta Onofri, sia Matilde Zanotti. Anche per La Loggia vale il medesimo discorso e anche in questo caso non è preventivabile l’ordine di apparizione: l’americana Bailey Micetich e (assente Alice Ronchetti) la rientrante Elisa Brandino (a disposizione del manager, Maria Grazia Barberis, solo per questa occasione) saranno le pitcher partenti.

IL PROGRAMMA

IL PLAY BY PLAY