Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

ISL: Collecchio aggancia Bussolengo al secondo posto del girone B

Vincono Rhibo La Loggia e Stars Tecnovap Staranzano nel girone A, mentre la capoclassifica Bollate osserva il turno di riposo; doppia affermazione anche per la capolista del girone B, Fiorini Forlì, che regola facilmente l’Old Parma Taurus. La seconda giornata del girone di ritorno della Italian Softball League è si è poi conclusa con un’altra doppietta che consente al Labadini Collecchio, vincendo con l’Energetic Sestese, di raggiungere Bussolengo. L’unico pareggio di giornata si completa a Nuoro, tra Banco di Sardegna e Rovigo.

Nuoro-Rovigo
Banco
di Sardegna e Rovigo dividono la posta e lasciano immutate le loro posizioni di classifica. La formazione sarda, dunque, rimane fanalino di coda del gruppo A. La formazione veneta riesce a conquistare gara 1, mettendo subito pressione al pitcher partente delle isolane, Anna Pirisinu. Va in vantaggio proprio Rovigo, alla prima ripresa, con una volata di sacrificio di Sara Monari. Nuoro reagisce immediatamente con 3 punti  il singoli di Ambra Collina e il doppio di Federica Zicconi.
Un altro doppio, di Ambra Collina, al terzo non è sfruttato a dovere, mentre Rovigo pareggia nella parte alta del quarto di Angela Albi, Daria Boldrin e Giulia Salvan. Sempre Boldrin e Salvan firmano altri due punti al sesto. Al cambio campo Collina batte ancora un doppio e si mette nelle condizioni, con un singolo di Antonella Muscau, di andare a segnare, ma Rovigo martella ancora anche al settimo e vince 7-5.

IL TABELLINO DI GARA 1

Reazione immediata, già al primo inning, per il Banco di Sardegna: singolo (Maibellis Iglesias), doppio (Loredana Spada) e volata di sacrificio (Ambra Collina), più un errore difensivo producono subito 2 punti. Accorcia Rovigo con Marta Pasqualini, che arriva in base con quattro balle corre a casa su una serie di indecisioni della difesa di casa, tra rubate ed errori. I singoli di Spada e Zicconi producono il momentaneo 3-1 al sesto e nella parte alta del settimo il Rovigo con basi ball, colpiti e palle mancate arriva a segnare un punto, ma lascia 2 corridori in base e non completa la rimonta, lasciando al Banco di Sardegna la vittoria 3-2.

IL TABELLINO DI GARA 2

La Loggia-Caronno

Tutto secondo copione nella sfida tra le campionesse d’Italia del Rhibo La Loggia e il Rheavendors Caronno che, nella seconda partita non utilizza in pedana Johana Gomez, mentre Amanda Fama (che all’Home Run Derby si era fermata al primo turno, battuta proprio da Gomez) arriva a quota 9 fuoricampo in stagione.

In gara 1, con le lanciatrici italiane in pedana (da una parte Alice Ronchetti e dall’altra Giulia Bollini), il Rhibo batte 9 valide e non subisce. Solo Johana Gomez riesce a mettere la palla in gioco al quarto, ma il Rheavendors non produce altro.
Il Rhibo, invece, sfrutta la solita potenza dell’attacco e con 3 valide a inning (al terzo e al quarto) ottiene 6 punti e manda la pratica in archivio. Al terzo è proprio una sequenza da grandi battitori che porta il primo vantaggio (3-0): singolo di Giorgia Necco, doppio di Amanda Fama, triplo di Sara Avanzi (2 punti a casa) e volata di sacrificio di Beatrice Ricchi (segna anche Avanzi).
Altri 3 punti arrivano nella ripresa successiva: triplo di Patrice Jackson, spinta a casa dal singolo di Alessia Di Maio e poi arriva il solito fuoricampo (8) di Amanda Fama, che punisce subito Roberta Colombo che, dopo il singolo di Di Maio aveva rilevato Bollini. Finisce 6-0.

IL TABELLINO DI GARA 1

La seconda partita è ancor più dominata, tanto che finisce prima del limite regolamentare delle 7 riprese.
Il Rhibo fa esordire Bailey Micetich, che porta a casa subito una agevole vittoria, anche se la formazione di Maria Grazia Barberis riesce a scavare il solco solo al quinto attacco, che si apre con un doppio di Beatrice Ricchi. In precedenza: vantaggio al primo con singolo di Giulia Villirillo che spinge a casa Ricchi; 2-0 al secondo grazie al singolo di Micetich (rbi per il punto di Necco). Accorcia il Caronno al terzo con Beatrice Salvioni che batte un singolo e poi corre con due errori difensivi e una rubata. Il solo-homer di Fama al quarto allunga di nuovo e poi il big-inning del quinto con Lucia Carlucci decisiva: triplo (2 rbi) e punto dell’8-1 che manda in archivio la partita segnato su lancio pazzo.

IL TABELLINO DI GARA 2

Staranzano-Legnano

È una bella partita, tirata ed equilibrata, quella che Veronica Comar porta a compimento per le Stars, contro Alessia Buscaglia. Legnano va in vantaggio con un triplo di Clare Warwick, che corre a casa su un errore difensivo della formazionale friulana, su una battuta in diamante di Ilaria Pino. Staranzano spreca un paio di buoni inning, lasciando 2 volte consecutive 2 corridori sulle basi. Al quarto pareggia Nadia Ballarin, su eliminazione in diamante di Anna Dessenibus. Al quinto passa in vantaggio, quando Marta Gasparotto corre a casa dalla seconda su valida di Stefania Franco e al sesto arrivano altri due punti. Per Legnano è una ripresa difficile da gestire, con 2 errori, un colpito e molta confusione. Finale 4-1.

IL TABELLINO DI GARA 1

Solo la classe di Clare Warwick, con una valida al centro al primo turno di battuta della partita sporca la prestazione di Anisley Lopez, al rientro dopo un infortunio. 9 K e nessuna altra occasione lasciata al Legnano in gara 2. Anche la prestazione di Silvia Durot non sarebbe così negativa: 8 dei 9 eliminati arrivano per strike-out, con sole 6 valide concesse, ma sono valide pesantissime. Addirittura 4 tripli (2 Ballarin, DeArmas e Cernecca) sono troppo complicati da fronteggiare e con 3 punti al primo, 2 al secondo e 2 al quarto le Stars Tecnovap Staranzano vincono 7-0.

IL TABELLINO DI GARA 2

IL PROGRAMMA COMPLETO DEL GIRONE A

Sestese-Collecchio
Non c’è storia nella sfida di Sesto Fiorentino tra Energetic e Labadini Collecchio, sebbene, in gara 1 vi sia un iniziale equilibrio, maturato con 2 big-inning d’attacco per entrambe: al secondo Collecchio va in vantaggio segnando 5 punti, la Sestese risponde con 4. Poi le emiliane prendono il largo, mentre Mara Papucci in pedana si riprende dalle difficolta della seconda riprese e non concede più nulla. Nel box di battuta collecchiese funziona praticamente tutto, con Marta Angelillo, Nicole Zerbini e Chiara Bassi a guadagnarsi 7 valide (su 12 di squadra) in 3.

IL TABELLINO DI GARA 1

In gara 2 dominio assoluto delle lanciatrici, ma la partente della Sestese, Monica Perry, perde nonostante conceda una sola valida (contro 3 di Meredith Owen). Sestese in vantaggio al primo con singolo di Giulia Biancalani, che ruba seconda e terza e arriva a casa su errore difensivo.
Pareggio del Collecchio: lo realizza Chiara Bassi, che su errore difensivo arriva fino alla seconda, poi ruba la terza e corre a casa grazie a un gioco di squeeze messo in campo da Maria Scaranacasaccio. Al settimo il punto della vittoria (2-1): Meredith Owen lima la base e poi corre a casa quando la difesa toscana, su battuta in diamante di Zerbini, commette un errore decisivo.

IL TABELLINO DI GARA 2

Forlì-Parma

A Forlì, il Fiorini impone la legge del più forte e non  fa alcuna fatica a sconfiggere 2 volte l’Old Taurus Parma. Nella sfida tra manager cubani vince Calixto Soca Miyar, la cui squadra sfrutta al meglio ogni Carlotta Zauli nel box (PhotoBass)occasione e con 6 valide produce 5 punti. Parma invece di occasioni ne ha poche (2 doppi di Gaita e Zavaroni) e non riesce nemmeno a trasformarle. Il Fiorini passa subito in vantaggio con un doppio di Katelyn Bedwell, che spinge a casa Montanari salva su errore; poi allunga al terzo grazie a un errore difensivo e a un singolo da 2 rbi di Carlotta Onofri. Un triplo di Martina Laghi al quinto chiude i conti: 5-0.

IL TABELLINO DI GARA 1

La seconda partita è un monologo di Blaire Luna: 11 K su 12 battitori affrontati. Il Fiorini vince 8-1 e l’unico punto del Parma arriva al quinto, quando ormai non c’è più nulla da fare. La partita, che segna anche il ritorno in campo come dp di Carlotta Zauli, dopo essere rientrata dagli Stati Uniti, è di fatto già in ghiaccio alla prima ripresa quando la squadra romagnola segna 5 punti, per effetto di 2 sole valide: un singolo di Montanari e un doppio di Ilaria Cacciamani. Per il resto è puro controllo.

IL TABELLINO DI GARA 2

IL PROGRAMMA COMPLETO DEL GIRONE B      

LE STATISTICHE

LIVE PLAY BY PLAY DI DOMENICA

Nella foto di copertina la scivolata in terza di Sara Avanzi per il triplo in gara 1 contro il Rheavendors Caronno (Marco Magosso(Oldmanagency)