Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

ISL: Rovigo impone lo stop a Staranzano mentre Bollate allunga ancora; Pianoro vince lo scontro per il quarto posto con la Sestese

Piccolo passo falso delle Stars Tecnovap Staranzano che, a Rovigo, si devono accontentare del pareggio, rendendo ancora più chiara la gerarchia del gruppo A, con Bollate a dominare, La Loggia e inseguire. Nel gruppo B, invece, dopo quella del Bussolengo a Parma, arriva un’altra doppietta, per mano delle Blue Girls Bologna contro la Sestese, al termine di due match comunque equilibrati.
Un Thermotechnick Bollate pressoché infallibile vince il derby con il Legnano, anche se la squadra di Esposito, soprattutto nella seconda partita, gioca alla pari. A Caronno, invece, l’orgoglio del Banco di Sardegna Nuoro è più forte anche dei 17 strike-out di Johana Gomez

Rovigo-Staranzano
Duematch dall’andamento opposto decretano il pareggio. In gara 1, per niente spettacolare e molto tesa, si affrontano in pedana Sara Temporin e Serena Filiput. La formazione friulana è molto fallosa e non va al di là di due battute valide. Peraltro nemmeno le padrone di casa riescono a battere più di due valide, ma è quanto basta per vincere 2-1. Il vantaggio arriva al primo inning con una base ball per Giulia Ferrari, un errore difensivo sulla battuta di Giulia Salvan e un doppio di Marta Pasqualini. Poi il match è completamente bloccato fino all’ultima ripresa, quando un triplo di Marta Gasparotto (unica delle Stars a battere valido, dopo che aveva ottenuto un singolo al quarto) e un lancio pazzo portano il punto della bandiera. La rimonta finisce così.

IL TABELLINO DI GARA 1

La seconda partita ha un andamento completamente diverso e segna una bella no-hit di Veronica Comar che vince in 6 riprese, grazie anche a un attacco solido e continuo che riesce a battere 9 valide (8 delle quali arrivano nella quinta e sesta ripresa, quando Staranzano segna tutti i punti). Francesca Concina (3 su 3) e Margherita Lupetti (2 su 3) sono le mattatrici; una grande differenza tra le due squadre è anche data dalle difese: quella del Rovigo commette ben 5 errori (3 nella sesta ripresa, quando nessuno dei 3 punti segnati è guadagnato sul lanciatore). Finisce 7-0 e Staranzano riscatta parzialmente il passo falso della prima partita.

IL TABELLINO DI GARA 2

Pianoro-Sestese
Nell’altra sfida della domenica le Blue Girls Bologna conquistano la doppietta contro l’Energetic Sestese che, così, rimane all’ultimo posto della graduatoria con il Taurus Old Parma.
In gara 1 Pianoro parte forte con un bel triplo in apertura di Giulia Mattioli sul partente (e perdente) Balloni: da  lì si innesca una serie di giocate, con il doppio di Eva Trevisan e il singolo di Veronica Casella, che portano a realizzare ben 4 punti nella prima ripresa. Due buone riprese in pedana di Claudia Banchelli evitano che la Sestese reagisca, poi al quarto la formazione e toscana riempie le basi, ma Bologna si salva. Non riesce a farlo alla ripresa successiva, quando l’Energetic realizza 3 punti (con un doppio a basi piene di Virginia Martini) e si fa sotto; le Blue Girls rintuzzano l’offensiva e vincono 5-3.

IL TABELLINO DI GARA 1

Nella seconda partita nuova vittoria, 2-1, per le Blue Girls che, però, ottengono il massimo con il minimo sforzo. Solo 2 valide per la squadra di casa, contro le 5 delle toscane che hanno in pedana Monica Perry (9 strike-out) e nonostante tutto non riescono ad avere la meglio. Il primo punto al primo inning per effetto di un errore, una palla mancata e una eliminazione in diamante di Trevisan, che però produce il punto;
il secondo: ancora Trevisan decisiva con un singolo e poi una corsa a casa, dalla terza, su lancio pazzo.
Un triplo di Ilaria Di Giulio e un singolo di Gabriella Sassoli producono il punto dell’1-2 per la Sestese al settimo, ma non basta: è troppo tardi per una rimonta.

IL TABELLINO DI GARA 2

Legnano-Bollate
Equilibrato e combattuto, il derby lombardo, almeno nell’ottica delle due partite. Se in gara 1 il Thermotechnick Bollate ha imposto la legge di Greta Cecchetti, nella seconda partita è stato confronto “chiuso” fino all’ultimo out, anzi fino al tie-break, quando Bollate ha preso il largo.

Nella prima partita Cecchetti ha ottenuto la settima vittoria stagionale in pedana, ma ha contribuito in “grande stile” anche nel box di battuta, realizzando 2 doppi su 3 turni alla battuta, ognuno dei quali da 2 rbi. Una partita che era stata aperta dal fuoricampo da 2 punti, al primo inning, di Alice Parisi e che il Bollate non ha mai temuto di dover rimettere in gioco. Legnano alla fine “tocca” solo 3 valide contro il pitcher della Nazionale (Tye e i doppi di Rossini ed Esposito) e non può far nulla contro lo strapotere della squadra di Soldi, che vince 11-0.

IL TABELLINO DI GARA 1

Decisamente diversa gara 2. Anche se è Ellen Roberts ad andare in pedana da partente, la vittoria (e sono 8) è da ascrivere ancora Greta Cecchetti, entrata agli extra-inning. Legnano fa soffrire le rossoblù High Five tra le cugine Cecchetti, Greta e (di spalle) Elisa (Dalila Spinello/Oldmanagency)anche se poi non è in grado di infliggere loro la seconda sconfitta stagionale. Bollate vince 5-1 con un ottavo inning da grande squadra. In vantaggio Legnano al quarto: singolo di Clare Warwick (poi eliminata in seconda sulla battuta in diamante di Ilaria Pino), doppio di Francesca Rossini e punto a casa di Pino.
Pareggio all’ultimo respiro del Bollate con un singolo di Alice Parisi, un bunt  di sacrificio di Greta Cecchetti e altro singolo di Brianna Mc Govern (al rientro in squadra dopo l’infortunio al gomito). Nell’ottava ripresa, quella del tie-break (in cui si piazza un corridore in seconda con zero out), un doppio a basi piene di Lara Buila e un doppio di Alice Parisi consentono al Bollate di continuare la marcia di vertice indisturbato.

IL TABELLINO DI GARA 2

Caronno-Nuoro
Pareggio
tra Rheavendors e Banco di Sardegna. Una buona prova in trasferta per le sarde che, dopo aver ceduto il passo per “manifesta” in gara 1, dimostrando di essere ancora troppo fallose (a iniziare alla prima difesa con 3 punti subiti, per effetto di troppi ball, un lancio pazzo e un singolo da 2 rbi di Giulia Fiorentini), hanno reagito e vinto una seconda partita equilibratissima. 

Come detto, in gara 1, il Rheavendors è partito subito forte alla prima ripresa, sfruttando ogni indecisione della formazione sarda. 2 punti, con un doppio di Irene Emanuele, al secondo e un punto ciascuno alla terza e quinta ripresa (altro doppio con rbi per Emanuele), hanno fissato il finale sul 7-0.

IL TABELLINO DI GARA 1

La seconda gara è un dominio delle lanciatrici: Johana Gomez elimina al piatto 17 battitori su 21, subisce solo 4 valide, ma non basta. Risponde Merlys Gonzalez, con 12 K ma solamente 3 valide subite. La differenza, minima, di un punto, è al terzo attacco sardo: singolo di Antonella Muscau (che ruba la seconda), singolo di Loredana Spada e punto della vittoria a casa 1-0. Il resto è pane per i pitcher, anche se il Rheavendors recrimina per aver lasciato due corridori in base (in posizione punto: Salvioni in terza e Gomez in seconda) alla sesta ripresa.

IL TABELLINO DI GARA 2

Parma-Bussolengo
Doppietta in trasferta per lo Specchiasol Bussolengo che, sul campo del Parma, reagisce al doppio stop subito dal Fiorini Forlì. Pur rimaneggiata, la formazione di Luisa Medina, che ha dovuto ancora fare a meno di Sarah Purvis e ha utilizzato il pitcher  Boniardi anche in seconda base, è riuscita a centrare lo sweep contro un Taurus Old Parma che sembra ancora molto inconsistente.

Pronti-via in gara 1 triplo di Silvia Refrontolotto e doppio di Kelly Sheldon per mettere subito in chiaro le cose: al termine della ripresa, con uno dei 3 errori difensivi del Parma, Bussolengo è in vantaggio 2-0.
Al cambio campo pareggio della squadra emiliana: lo producono un doppio di Nicole Gaita, che poi segna su lancio pazzo e una volata di sacrificio di Valentina Tagliavini.
Lo Specchiasol però con 5 punti segnati nel secondo attacco (triplo Parpajola, singolo di JenniferAlice Fiorio nel box di battuta (CB/Oldman) Lombardo, singolo di Refrontolotto, doppio di Sheldon e triplo di Priscilla Brandi) ritorna in possesso dell’inerzia del macth che poi chiuderà vincendo 9-6.

IL TABELLINO DI GARA 1

Ancora Sheldon e Boniardi, che si alternano, a lanciare in gara 2 per lo Specchiasol Bussolengo, contro Ismy Scull Iglesias. Ancora una vittoria per la formazione veronese che ora, sfruttando il turno di riposo del Labadini Collecchio, torna al secondo posto della classifica del girone B. Vantaggio 2-0 al secondo inning per lo Specchiasol con Bortolomai (bunt valido e singolo di Alice Fiorio) e Fiorio (su palla mancata). Pareggio del Taurus: singolo di Francesca Contini, singolo di Scull e basi ball a Zavaroni e Tagliavini, più un errore difensivo. 4 punti nella sesta ripresa, però, chiudono i conti, grazie ai singoli di Brandi e Bortolomai, un doppio di Fiorio (che poi ruba casa) e un lancio pazzo. Finisce 6-3.

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE A

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE B

Nella foto di copertina un tuffo in seconda di Virginia Martini, Eenergetic Sestese (PhotoBass)