Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Il derby Bollate Legnano accende la ISL 2015

di Michele Gallerani

Lo scossone arrivato in settimana con la rinuncia, all’ultimo momento, del Caserta, non cambia di molto l’Italian Softball League (ISL) 2015. Di sicuro, però, non è il miglior auspicio sotto il quale nasce il nuovo campionato che sarà, così, disputato da 13 squadre, divise su due gironi.
Nel gruppo A: il Rhibo La Loggia (campione d’Italia e d’Europa in carica), Thermotechnick Bollate, Legnano, Banco di Sardegna Nuoro, Rheavendors Caronno, Stars Tecnovap Staranzano e una delle tre neo-promosse, Rovigo.
Nel gruppo B: Specchiasol Bussolengo, Taurus Old Parma, Fiorini Forlì, Labadini Collecchio e le altre due neo-promosse Blue Girls Bologna e Sestese.

Fatta eccezione per la prima giornata di Fiorini Forlì e Labadini Collecchio, che hanno deciso di spostare la loro sfida al primo week-end di maggio, il calendario del girone B, visti tempi strettissimi nei quali si è dovuto agire dopo la rinuncia del Caserta, è rimasto pressoché invariato. La Commissione Organizzazione Gare (COG)

L’esordio pasquale si gioca su due giornate, come peraltro quasi tutte le giornate di questa stagione 2015 (quest’anno infatti sui tre campi delle neo-promosse: Rovigo, Pianoro e Sesto Fiorentino, non provvisti di illuminazione si giocherà anche in orari diurni, non solo del sabato, ma anche della domenica).

La prima giornata propone subito una bella e interessante sfida a Bollate, dove il Thermotechinck, allenato da Luigi Soldi, affronterà nel derby più sentito il Legnano. Subito un bel confronto con tante (4) australiane in campo: da una parte il pitcher Ellen Roberts e il catcher Brianna McGovern, dall’altra la colonna portante del Legnano Clare Warwick e Kath Tye. Sulla carta, per Bollate avere Roberts nella partita della straniera e Greta Cecchetti, in quella dell’italiana, in pedana rappresenta un vantaggio, anche perché Legnano, che non ha straniere in pedana, risponderà sì con l’esperta con Silvia Durot, ma nella seconda partita avrà la giovanissima diciasettenne Alessia Buscaglia. Un derby, però, è sempre un derby e tutto può succedere, specie alla prima di campionato.

A Nuoro, l’esordio del Banco di Sardegna è contro il Rheavendors Caronno. Anche in questo sarà sono interessanti gli spunti dati da una filosofia simile di interpretazione del gioco: tutta caraibica. Il Nuoro, che ha confermato alla guida Kleyvert Rodriguez Cueto, si affida a una batteria tutta cubana con Merlys Gonzalez Garcia in pedana e Maibelis Iglesias Campanioni dietro il piatto. Dall’altra parte la straniera è Johana Gomez che, dopo le due stagioni in ISL (2012 e 2013) a Pianoro con le Blue Girls Bologna, torna in Italia per provare a inserirsi nella lotta al terzo posto disponibile per i playoff.

Di certo la squadra per provare a centrare la post-season ce l’hanno a disposizione Malusà e Bison, nuovo tecnici delle Stars Tecnovap Staranzano che esordiranno in casa contro il Rovigo. Le rodigine, neo-promosse, hanno una squadra giovane e tutta italiana, ma che ha ambizione di costruire un progetto di lunga durata, come ha detto il capitano Roberta Boldrin nell’intervista riportata qui. Staranzano, invece, è al secondo anno del massimo campionato e, con la crescita di alcune giovani di grande prospettiva come Marta Gasparotto (utility di grande potenza), Teresa Cernecca e Veronica Comar (lanciatrici italiane con ottimo potenziale) e in attesa del rientro dagli Stati Uniti di Mariel Bertossi (altro utility con credenziali importanti), unitamente all’inserimento delle straniere Anisley Ramirez e Aleanna De Armas, ha tutte le possibilità di raggiungere la seconda fase del campionato.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA PRIMA GIORNATA DEL GIRONE A

Nel girone B, si comincia con due squadre a riposo: Fiorini Forlì e Labadini Collecchio. In base agli accordi tra le due società, infatti, dopo la rinuncia del Caserta, la loro sfida è stata spostata al 2 maggio. Rinviato dunque il loro esordio, così come quello nel girone A delle campionesse d’Italia in carica del Rhibo La Loggia, nel sabato di Pasqua, scenderanno in campo solo lo Specchiasol Bussolengo, finalista lo scorso anno, e il Taurus Old Parma. La formazione veneta in questa stagione ha cambiato guida tecnica, passata nella mani di Luisa Medina, che si confronterà dunque con il connazionale Ismy Scull Iglesias e il manager Armando Aguiar, Old Parma Taurus, durante una fase di riscaldamento (Daniela Negri-Oldmanagency)Armando Aguiar, anche lui per il primo anno nel dug-out del Taurus Old Parma. Difficile per ora pensare che Bussolengo ripeta la stagione passata, anche perché, per il momento, nonostante alcuni innesti importanti come quelli di Giulia Longhi, Serena Boniardi e Kelly Sheldon, non ci sono straniere a roster. Proprio le due ex bollatesi e Boniardi e Sheldon saranno i lanciatori partenti per le sfide contro le gialloblù che, invece, avranno in pedana Alessia Zavaroni e la cubana Ismy Scull Iglesias.  Per il manager parmigiano l’obiettivo di stagione “sono i play-off. Non abbiamo alcuna giocatrice famosa, ma tutte sono e saranno importanti, ci saranno diversi cambi perché il softball è uno sport dinamico e creativo”.

Infine la sfida tra neo-promosse del lunedì di Pasquetta tra Sestese e Blue Girls Bologna. A Sesto Fiorentino si sperimenterà per la prima volta l’orario mattutino che, in questo 2015, spesso verrà utilizzato sui campi non illuminati. C’è curiosità per vedere la straniera della Sestese, Monica Perry (ex Unione Fermana), ma soprattutto per rivedere nel massimo campionato la capitana della Nazionale, Eva Trevisan che farà da faro guida per il ritorno delle Blue Girls Bologna in ISL.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA PRIMA GIORNATA DEL GIRONE B

PLAY BY PLAY

SCARICA IL MEDIA GUIDE DELLA STAGIONE

Nella foto di copertina, Ilaria Pino (Legnano) mentre cerca di completare un out a casa (Fagnani/Oldmanagency)