Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La FIBS ha incontrato le realtà amatoriali del centro nord

Si è tenuta questa mattina, presso il Comitato regionale dell'Emilia Romagna di Bologna, un incontro tra la FIBS, rappresentata dal Presidente Riccardo Fraccari e dai Vice Massimo Fochi e Totoni Sanna, e alcune realtà del movimento amatoriale del Nord e Centro Italia per valutare un possibile inserimento del batti e corri non agonistico all'interno della FIBS.

Il responso del confronto, durato diverse ore, è stato positivo. La Federazione, infatti, considera l'attività amatoriale di grande importanza per tutto il movimento e vuole agevolare le squadre semplificando la parte burocratica con appositi tesseramenti e assicurazioni, in modo tale da garantire una spesa non troppo elevata per poter giocare e soprattutto la copertura sanitaria in caso di infortuni ai signoli atleti.

Non rientra invece nell'interesse della FIBS modificare e unificare, invece, le regole tecniche delle diverse realtà in quanto si andrebbe a perdere il concetto ''amatoriale'' del gioco.

La gestione infatti sarebbe a livello regionale, con uno o più referenti per l'attività amatoriale (in base alla zona di appartenenza) presente all'interno del proprio comitato regionale. Già nella prossima settimana la Federazione darà risposta ai diversi quesiti posti dai presenti, riguardanti alcune questione burocratiche e i relativi costi di tesseramento.