Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

La penultima giornata di regular season della ISL è destinata a dare risposte

Si scende in campo per il penultimo turno (4° del girone di ritorno) della regular season, alla ricerca dei verdetti che dovranno determinare la griglia delle semifinali playoff, il cui inizio è previsto per sabato 21 giugno, la settimana immediatamente successiva alla fine del campionato.

Tutto è ancora da decidere, in entrambi i gironi. Anche nel gruppo B, quello finora dominato (senza sconfitte) dallo Specchiasol Bussolengo, non vi è ancora la certezza aritmetica che la formazione veronese possa chiudere al primo posto; manca poco, manca una sola vittoria, da ottenere nel big-match di giornata contro il sorprendente Labadini Collecchio, ma un piccolo passo deve essere ancora compiuto. Di sicuro questa sfida al vertice del girone B monopolizzerà l’attenzione e, soprattutto, potrebbe consentire (in caso di ennesimo sweep da parte del Bussolengo) al Fiorini Forlì che ospita il Dino Bigioni Unione Fermana (unica squadra senza vittorie) di approfittarne.
Anche nel gruppo A c’è incertezza: in questo caso ancora di più, visto che la distanza tra la prima, Rhibo La Loggia e la seconda, Bollate, è di sole due partite e alle spalle possono correre ancora per una qualificazione le Stars Staranzano e perfino (almeno per il secondo posto) il Rheavendors Caronno. Molti dei dubbi saranno comunque sciolti alla fine di questo turno, visto che anche in questo raggruppamento andrà in scena un big-match: quello tra Bollate e Rhibo La Loggia, remake della finale scudetto dello scorso anno. Scontro diretto del quale potrebbero approfittare entrambe le inseguitrici, visti gli impegni, apparentemente abbordabili contro Legnano (in casa), per lo Staranzano e a Nuoro, per il Caronno.

IL PROGRAMMA DEL GRUPPO A

La sfida più interessante e avvincente è di certo quella di vertice tra Rhibo La Loggia e Bollate. Si gioca in Lombardia e la squadra di Luigi Soldi può cercare ancora di sorprendere e, con una doppietta, agganciare le piemontesi. Lo stato di forma delle lanciatrici (Cecchetti, Nicolini, Boniardi, Brandino), viste lo scorso week-end al Torneo della Repubblica, sembra buono e tutto fa pensare che la sfida possa essere decisa in pedana di lancio dove, al contrario del Bollate, La Loggia può contare su una straniera di alto calibro come Lindsey Beisser. Attenzione però al potenziale delle nuove straniere rossoblù: Kiki Draaijer e Cindy Van Der Zanden, sulle quali la società ha puntato per questo finale di stagione.

Dello scontro diretto potrebbe approfittare lo Staranzano, che ospita il Legnano. Le Stars potrebbero addirittura scavalcare il Bollate, in caso di doppia vittoria del Rhibo. La squadra isontina, che quindici giorni fa aveva impattato con la diretta concorrente, ora può capire se parteciperà alla post-season. A disposizione del manager Pizzolini ci dovrebbe essere la squadra al completo, con la sorpresa del possibile ritorno in campo di Nadia Ballarin, che in questi giorni dovrebbe rientrare dagli Stati Uniti dove sta vivendo un’esperienza scolastica e sportiva di grandissima soddisfazione. La squadra della Foreman High School, in cui gioca Nadia, ha infatti vinto il Campionato Statale dell’Arkansas per la settima volta nella propria storia, grazie anche al contributo determinante della giocatrice italiana.
La terza sfida del girone è quella tra Banco di Sardegna Nuoro e Rheavendors Caronno. Solo le varesine possono ancora sperare di raggiungere i playoff. Con una serie di incastri di risultati sugli altri campo potrebbero ancora arrivare al secondo posto, un compito arduo, ma aritmeticamente possibile. Anche se i numerosi infortuni che hanno colpito la squadra nelle ultime settimane non sono certo un buon punto fi partenza per la trasferta in terra sarda.

IL PROGRAMMA DEL GRUPPO B

Nel girone B, quello in cui Bussolengo ha finora vinto tutte le partite giocate, c’è grande attesa per il confronto proprio tra la capoclassifica e il Labadini Collecchio. Si gioca in casa delle biancoverdi e questo è un ulteriore vantaggio, ma la squadra di Longagnani ha finora dimostrato di essere capace di ottime prestazioni e anche di sorprendere, soprattutto quando in pedana sale Madison Holub. Bruins, Bussolengo scivola in seconda sul tentativo di tag di Ravanetti Collecchio ISL (Cantini/Oldmanagency)L’americana del Collecchio ha ottenuto finora 123 K in 52 riprese lanciate: una stratosferica media di 2,3 K a inning, con una media pgl di 0.81, 7 vittorie e 1 sconfitta. Ma il Bussolengo, dal canto suo, ha Lynn Kimberly Bruins (mpgl 0.57 e zero sconfitte). Sarà una sfida stellare.

Un senso importante per la classifica ha anche il confronto di Forlì, tra Fiorini e Dino Bigioni Unione Fermana. Due incontri dal pronostico scontato, visto lo strapotere in attacco delle romagnole e il fatto che le marchigiane non abbiano ancora vinto una sola partita e che potrebbe permettere alla squadra di Calixto Soca Miyar l’aggancio al Collecchio al secondo posto.

Completa il quadro il match che va in scena a Parma tra Old Parma Taurus e Caserta, che non dovrebbe suscitare stravolgimenti in classifica, nemmeno in caso di doppia affermazione delle campane che, sì, devono ancora recuperare quattro partite (contro Bussolengo e Forlì), ma sarebbe un vero miracolo dovessero riuscire nell’intento di non perdere mai da qui alla fine sella regular season.

PLAY BY PLAY DI GIORNATA