Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italian Softball League, al via il girone di ritorno

Comincia la fase discendente della Italian Softball League; comincia il girone di ritorno. Da ora in avanti si “combatte” per l’accesso ai playoff, anche se è logico pensare che le molte partite che mancano ancora, non solo quelle dell’intero girone di ritorno, ma anche le numerose che sono state rinviate a causa del maltempo nel girone di andata, potranno portare scombussolamenti alle attuali classifiche. Nel girone A guida la formazione campiona d’Italia del Rhibo La Loggia, inseguita da Bollate e poi spazio alle due “neo-promosse” Staranzano e Caronno. Nel girone B, Bussolengo sembra avere fatto il vuoto, alle sue spalle le squadre più accreditate per arrivare al secondo posto sembrano essere Forlì e Collecchio.

Nella prima giornata del girone di ritorno occhi puntati dunque sulle sfide che interessano queste squadre, anche se nel girone A è necessario fare molta attenzione al campo di Ronchi del Legionari, dove la Stars Staranzano ospitano il Banco di Sardegna Nuoro, ma non sarà una giornata normale visto che, oltre alle due partite che si disputano sabato pomeriggio, con le friulane come squadra ospitante, si tornerà in campo anche domenica per recuperare le due sfide non giocate in Sardegna a inizio campionato. Quattro partite in meno di ventiquattro ore. Nuoro deve dimostrare che la fase di rinnovamento è ormai assorbita e deve cercare di dare una scossa alla propria classifica. L’occasione è quella ghiotta, ma attenzione soprattutto alla pedana di lancio delle goriziane: Mikayla Endicott (3 vinte e 1 persa) e Teresa Cernecca finora hanno dimostrato di essere veramente difficili da colpire.

A Bollate si gioca il “derbyssimo” tra la formazione di casa e il Legnano. Una sfida sempre molto accattivante e particolarmente sentito. Bollate punta a raggiungere la vetta della classifica ma Luigi Soldi sa che non sarà un confronto semplice: “All'andata furono due vittorie nette, ora invece il Legnano, squadra molto giovane, sembra avere trovato una quadratura, quindi ci aspettano due partite complicatissime. Noi ritroveremo Lara Cecchetti, che arriverà dagli Usa; vedremo come e dove impiegarla. Unico rammarico è non avere l'intero parco lanciatrici a disposizione: infatti Boniardi, che fino ad ora ha giocato in condizioni fisiche precarie, deve stare ferma per qualche tempo, per rimettersi da dei piccoli acciacchi muscolari, mentre Bigatton non ha ancora riassorbito la botta alla spalla presa alla prima Irene Barone Legnano in battuta (Fagnani-Oldmanagency)giornata a Legnano”.
Legnano, dal canto suo, è una squadra in costante crescita e il manager Esposito conta soprattutto sul secondo miglior attacco del girone, nel quale si segnala Clare Warwick, in testa alla classifica individuale con una media battuta altissima: .524 (11 su 21). C’è un problema relativo alla composizione del line-up, visto che l'infermeria registra diverse situazioni non risolte. Scontato comunque il rientro di Irene Barone; in dubbio quelli di Sara Fogliato, Lara Frassine e Greta Turati.

Chiude il girone A la sfida di La Loggia tra Rhibo e Rheavendors Caronno. Un confronto, nonostante il predominio in classifica delle piemontesi, non così scontata, anche perché Caronno ha dimostrato di essere una delle formazioni più difficili da affrontare, sempre in grado di combattere con chiunque, tanto che finora è in pari con vittorie e sconfitte. La Loggia ha tantissime frecce al proprio arco, tanto da “inventarsi” Jessica Camello in pedana. Anche se da questa giornata, con l'arrivo dell'ex Nuoro, Lindsey Beisser, non dovrebbero esserci più queste necessità. È anche la squadra con il miglior rendimento offensivo, prima nella speciale classifica con una media battuta di .338; ma attenzione che il Rheavendors è secondo nella graduatoria dei lanciatori, con una media pgl di squadra di 2.04.

IL PROGRAMMA DEL GIRONE A   LA CLASSIFICA   LE STATISTICHE

Nel girone B, dopo quindici giorni di stop, la settimana scorsa infatti le sei squadre sono tutte rimaste ferme per il maltempo, si corre all’inseguimento del Bussolengo. Le veronesi non hanno ancora perso, sono prima a punteggio pieno. Sono una squadra compatta, solida in tutti i reparti, con una pedana di lancio altamente qualitativa che ha in Lynn Kimberly Bruins una sicurezza (mpgl 0.72 e 61 K); ospitano il Dino Bigioni Unione Fermana che, come una fotocopia in negativo, sono l’unica squadra a non aver ancora vinto una sola partita. Si può anche dire che la pitcher americana, Monica Perry, arrivata con grandi credenziali, abbia pagato lo scotto di un ambiente completamente diverso da quello nel quale è abituata a giocare. È una sfida dal pronostico totalmente sbilanciato a favore delle venete.

A Forlì il Fiorini ospita l’Old Parma Taurus. Le romagnole, che all’andata furono dominanti nella prima partita, ma nella seconda ebbero il compito un po’ più complicato, hanno una potenza d’attacco devastante: .343 di media di squadra, con 5 fuoricampo, 3 tripli e 14 doppi, ma soprattutto 4 atlete nelle prime 5 della classifica individuale (Gellerman .577, Montanari .560, Zauli .500 e Cacciamani .462).

Un primo piano di Madison Holub Collecchio  (Padovani-Oldmanagency)L’ultima sfida del gruppo è quella tra Labadini Collecchio e Caserta. Le campane sono in miglioramento rispetto a un inizio di stagione a dir poco tentennante e i quindici giorni di soli allenamenti possono essere stati utili al manager Armando Aguiar ad amalgamare al meglio il nuovo gruppo. Dall’altra parte per le ragazze di Longagnani, dopo le due sconfitte contro Bussolengo, è la vera prova del nove della stagione, per capire se Collecchio può essere la sorpresa nei playoff. Il gruppo è al completo, si è allenato al meglio, non resta che testare la condizione sul campo, ovviamente appoggiandosi sulla forza di Madison Holub: la sua media pgl 0.78 è una garanzia, o quasi.

IL PROGRAMMA DEL GIRONE B   LA CLASSIFICA   LE STATISTICHE

IL PLAY BY PLAY DELLA PRIMA DI RITORNO

LO YEARBOOK ISL