Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Parte la stagione dell'Italian Softball League: tutti all'inseguimento del Rhibo La Loggia

Prende il via sabato 5 aprile la Italian Softball League 2014. Due i gironi nei quali sono suddivise 12 squadre. Rispetto allo scorso anno entrano: Caronno, Staranzano e Parma; sono uscite dal novero delle squadre “d’elite” Bologna e Roma. Sarà una stagione molto importante anche nell’ottica della Nazionale, che a fine agosto, in Olanda, disputerà il campionato Mondiale. La competitività della ISL, infatti, potrà dare spunti interessanti al Manager della nostra Nazionale, Marina Centrone, per rendere ancora più forte un gruppo già ben amalgamato.
Il campionato sarà molto compatto: al termine dei due gironi all’italiana le prime due classificate di ognuno dei due raggruppamenti si affronteranno nelle semifinali (al meglio delle 5 partite) incrociate: sabato 21, sabato 28 e, se necessario, domenica 29 giugno. Le Italian Softball Series (al meglio delle 5 partite) si disputeranno sabato 5, sabato 12 e, se necessario, domenica 13 luglio.

Il Girone A comincia alle 16.30 a Nuoro, con due gare in leggero anticipo rispetto al resto della giornata, programmato per le 18.00 e 20.30. Il Banco di Sardegna ospita una delle nuove formazioni della ISL le Staranzano Stars, che si presentano al via con buone credenziali di “guastatrici” forti di un pre-campionato di buon livello, nel quale si sono anche confrontate – non sfigurando – con formazioni di altissimo calibro e favorite per la vittoria finale, come Bussolengo. Staranzano ha poi nel roster una lanciatrice straniera, Mikayla Endicott, dalla quale ci si attendono grandi cose. Le stesse che probabilmente ci si attende da Paola Cavallo, il forte pitcher nuorese che torna all’attività agonistica con il chiaro obiettivo di far tornare ad alti livelli una squadra che, nella passata stagione, ha avuto qualche difficoltà e che, comunque dall’età media abbastanza bassa, ha nel roster atlete di alto livello e ottimi prospetti.
La prima giornata di questo girone mette anche a confronto due squadre da sempre antagoniste, come Amga Legnano e Bollate che, oltretutto, si sono anche affrontate nel pre-campionato e hanno dato vita a un confronto equilibratissimo. La filosofia 2014 di entrambe le società è stata quella del ringiovanimento e della focalizzazione del lavoro sul miglioramento della base per creare prospetti per il futuro. Progetti che Legnano aveva già messo in atto nelle passate stagioni e che hanno iniziato a essere presi in seria considerazione anche dalla formazione di Luigi Soldi (leggi qui le sue dichiarazioni al termine della preparazione), proprio da quest’anno. Legnano dunque è forse leggermente favorita per avere un FAMA eliminata a casa da Bortolomai gara 1 FINALI ISL (Cristiano Gatti-Oldmanagency)gruppo che da più tempo lavora insieme, mentre Bollate ha perduto le straniere e anche pedine di valore assoluto come Valeria Bortolomai e Valentina Marazzi (passate a Bussolengo), che erano colonne della squadra.
La terza partita del Girone A vedrà scendere in campo le Campionesse d’Italia 2013 del Rhibo La Loggia, sul diamante di una delle new-entry, a Caronno. Le piemontesi hanno perso alcune pedine importanti, come le olandesi Van Dusschotten e Blaauwgeers e soprattutto il Manager che ha costruito lo scudetto, Armando Aguiar (passato a Caserta), ma hanno una squadra comunque molto competitiva con un gruppo di italiane di assoluto valore. Dall’altra parte il Rheavendors è squadra praticamente confermata in blocco rispetto alla passata stagione di Serie A2 e nella quale è stata innestata la pitcher venezuelana, Anyibell Ramirez, che dà garanzie di solidità in pedana.

Nel Girone B si comincia con qualche incognita in più, soprattutto per quel che riguarda Caserta (quattro volte consecutive, dal 2009 al 2012, vincitore dello scudetto), che ha rifondato la squadra, partendo – come detto – proprio dal manager che indossa virtualmente il tricolore e che comincia il campionato con il roster non ancora al completo. La formazione campana apre in casa contro il Labadini Collecchio, squadra che, invece, ha già dimostrato nel pre-campionato di aver raggiunto un ottimo livello di gioco e di avere una rosa molto competitiva. Sempre affidato a Longagnani, il Collecchio si è rinforzato rispetto alla scosra stagione con la lanciatrice americana Maddie Holub e con la sua connazionale proveniente dal Dino Bigioni Unione Fermana, Melissa Roth.Melissa Roth (Magosso)
Dal canto suo, la formazione marchigiana, pur cambiando sembra non aver perso qualità. Luconi e la nuova straniera, Monica Perry saranno le due partenti. Due pitcher  che danno una certa sicurezza, anche se già il confronto della prima giornata, contro la corazzata Bussolengo, sarà veramente molto complicato e un banco di prova altrettanto interessante. Le venete, nel cui dug-out è stato confermato Adriano Morabito, hanno aggiunto grande qualità: a iniziare dalle già citate Marazzi e Bortolomai, per arrivare all’altra azzurra, Lara Buila, senza dimenticare Ronchetti, Brandi (in arrivo da Caserta) e soprattutto la straniera, Lynn Kimberly Bruins.
Il programma si chiude (sempre che non venga messo in crisi nel suo complesso dalla pioggia) con la sfida di Parma tra Old Taurus e Fiorini Forlì. Entrambe hanno una sola straniera, ma mentre Parma ha deciso per una lanciatrice (la spagnola Parejo Alonso), la formazione romagnola schiererà un catcher d’oltre oceano: Lauren Gellerman, affidando la pedana a Ilaria Cacciamani e Mara Papucci, ormai “bandiere” della squadra. Le uscite di questa fase di preparazione danno indicazioni positive e fanno pensare che possa essere una sfida equilibrata, specie i due Manager dovessero optare per farci vedere la sfida Papucci - Parejo Alonso.

SCARICA LO YEARBOOK ISL 2014   SEGUI IL PLAY BY PLAY DELLA PRIMA GIORNATA