Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Collecchio in forma ISL fa l’en-plein a Bollate

Era l’ultimo week-end di preparazione al massimo campionato e sui diamanti bollatesi è andato in scena un “quadrangolare” al alto livello: Bollate, Collecchio, Legnano e Pianoro.
Collecchio è quella che è apparsa decisamente più in forma mettendo a segno 3 vittorie su 3 partite giocate, mentre Legnano, come la formazione di casa del Bollate, ha ottenuto una vittoria, un pareggio e una sconfitta. Pianoro ha invece perso tutti e tre gli incontri, ma va ricordato che delle quattro presenti, era l’unica squadra che milita nel campionato cadetto.

Bollate ha ottenuto dei risultati contrastanti: il primo incontro con Collecchio si è concluso con una dura sconfitta per 14-0, il secondo e equilibratissimo match con Legnano è terminato sullo 0-0 e la terza gara contro Pianoro è stata vinta con il risultato di 7-1.

Luigi Soldi, manager della squadra di casa, ha commenta così il lavoro che la sua squadra ha effettuato in questo mese di marzo: “Sono davvero molto soddisfatto di questo pre-campionato: abbiamo giocato molto e contro avversari diversi e questo ci è servito per prepararci al meglio al difficile campionato che ci aspetta.
Per quanto riguarda questo quadrangolare, nel complesso posso dire che abbiamo fatto il nostro dovere. Contro Collecchio, che oggi si schierava al completo e ha dimostrato di essere un’ottima squadra, abbiamo preso una severa lezione di gioco: penso che alla mia giovane squadra sia servita questa dura sconfitta da cui si può e si deve imparare; si può riflettere sugli errori che sono stati compiuti durante gli incontri e ci ricorda che bisogna sempre restare con i piedi ‘saldamente fissati a terra’. Volendo fare un bilancio generale delle partite giocate nel mese di marzo, posso innanzi tutto dire che le partite fatte con avversari, sulla carta più deboli, sono state tutte giocate bene e vinte: già questo non è un dato così scontato.  Quando invece abbiamo incontrato avversari sulla carta superiori a noi, abbiamo alternato buone prestazioni ad altre più brutte: sicuramente in queste gare siamo andati molto più in difficoltà nella fase difensiva.  Ora il campionato è alle porte e dobbiamo assolutamente continuare su questa strada abbastanza lineare a ordinata: sicuramente non possiamo pensare di poter far male alle squadre costruite per vincere il campionato, sarebbe un errore madornale, ma dobbiamo avere la determinazione di voler giocare ogni partita al massimo e con la più alta concentrazione possibile, con la voglia e la risolutezza di fare risultato nelle partite alla nostra portata, che saranno parecchie”.