Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Chiara D'Amato al Dino Bigioni Unione Fermana

Un “provino” consente a Chiara D’Amato, foggiana di 19 anni, di approdare al Dino Bigioni Unione Fermana. L’atleta, tesserata per Softball Club Foggia, infatti, parteciperà al prossimo campionato di Italian Softball League con la divisa della squadra marchigiana.

“Per me è un grande onore”, afferma il coach Valerio Iacovelli “In realtà lo è per tutta la società. La scelta finale è stata della ragazza, ma è chiaro che anche io le ho dato il consiglio di andare a provare questa nuova esperienza, così come la società stessa ha dato il nulla osta, visto che si tratta di un miglioramento di categoria. Il merito di questo successo è tutto di Chiara, ma penso che il lavoro svolto finora abbia portato buoni frutti, compreso questo passaggio di categoria”.

Per me è una grande, anzi, grandissima soddisfazione”. È raggiante Chiara D’Amato dopo la notizia del suo acquisto da parte dell’Unione Fermana, in ISL, massima serie a livello nazionale femminile. “È quello che ho sempre sognato”, conferma la ragazza foggiana “nel vero senso della parola. Quando ero piccola (ho iniziato a 10 anni) e la notte avevo paura, ricordavo le parole di chi mi diceva pensa a qualcosa di bello e le paure vanno via. Io pensavo al softball, immaginando di arrivare a grandi livelli, così i brutti pensieri svanivano. Il mio sogno, ora, è diventato realtà, certo con tanto sacrificio ma soprattutto grazie a tutti gli allenatori che ho avuto: partendo da Lucia Iaccarino che è riuscita a trasmettermi la passione sin da piccola, poi Tiziana Annecchino che mi ha insegnato a stringere i denti e a non mollare mai, cosi come Salvatore Strippoli (attuale allenatore della squadra maschile) che mi ha insegnato a mantenere sempre alta la concentrazione in campo e che, grazie ai tanti tornei invernali a squadre miste organizzati da lui, mi ha permesso di confrontarmi anche con ragazzi (quindi molto più forti di me) e questo mi ha fatto crescere molto”.

Il ringraziamento finale, naturalmente, va al suo ultimo allenatore che per ben 3 anni ha seguito le gesta della D’Amato: “Ringrazio ovviamente il mio attuale allenatore, Valerio Iacovelli, grande giocatore che ha sempre creduto in me e ha sempre prestato molta attenzione alla mia crescita. Dietro questa conquista, infine, c'è anche la mia famiglia e le mie compagne di squadra che mi hanno sempre sostenuta. Darò il massimo in questa nuova avventura e vedremo come andrà”.

Con questa operazione si apre di fatto una partnership tra le due società.