Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Tutti i movimenti di mercato della ISL

di Davide Bertoncini e Michele Gallerani

A meno di un mese dall’inizio della Italian Softball League i roster della squadre (12, divise in due gironi) che si daranno battaglia per conquistare lo scudetto 2014 sono in fase di completamento. Molte sono le novità, ma ci sono anche tante conferme, legate soprattutto alla decisione di alcune società di dare spazio alle giovani cresciute nei vivai. E, mentre nel corso della off-season­ tante atlete nell’orbita della Nazionale hanno potuto continuamente confrontarsi e lavorare con Marina Centrone presso il Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia, anche in vista del Mondiale che si disputerà in Olanda, i dirigenti hanno lavorato duro per cercare di costruire squadre che potessero essere competitive.

Per ora, comunque, le squadre che tra quattro settimane si metteranno all’inseguimento delle Campionesse d’Italia del Rhibo La Loggia non hanno ancora tutti gli spot occupati. Come vi abbiamo raccontato anche qui, la ISL 2014 è divisa in due gironi da 6 squadre: si giocherà la prima fase con girone all’italiane e, al termine, semifinali incrociate tra le prime due di ogni girone e Italian Softball Series tra le vincenti delle due semifinali.

Nel Girone A sono inserite le Campionesse d’Italia del Rhibo La Loggia, la cui ossatura rimane quella che ha portato allo scudetto; nel “reparto” straniere vengono confermate Amanda Fama e Jessica Camello, mentre è ancora da definire l’ingaggio della lanciatrice. Sul fronte italiano è ufficiale l’arrivo di Sandra Bosdachin, mentre Rizza e Barbieri hanno deciso di terminare l’attività, dalle giovanili arrivano in pianta stabile Carola Moreo e Arianna Dall'O. Maria Grazia Barberis, infine, torna al timone della squadra, coadiuvata da Luca Rinella e Corrado Setti.

Il Legnano riconferma il roster italiano dello scorso anno con l'inserimento di altre giovani del vivaio. “Per noi sarà un altro anno di transizione nel quale contiamo di far affermare in ISL le nostre under/cadette per un rilancio prossimo”, afferma il Presidente Vittorio Pino “ritengo che il nostro gruppo sia già di buon valore con diverse eccellenze, necessita solo di un miglioramento qualitativo delle giovani”. La squadra sarà affidata a Salvatore Esposito, coadiuvato da Francesca Pino e Roberto Durot, l’unica straniera al momento sarà l’australiana Clare Louise Warwick (in possesso di passaporto comunitario).

Bollate ha comunicato già da tempo le decisioni in merito al roster (una scelta di lunga prospettiva di cui abbiamo già parlato qui), molte “veterane” hanno scelto di cambiare casacca e il roster sarà composto integralmente da giovani del vivaio, le sorelle Cecchetti saranno le leader di un gruppo giovanissimo e senza giocatrici straniere.

Anche a Caronno poche novità, confermato il manager Argenis Blanco, confermato il roster dello scorso anno, con l’inserimento di alcune atlete della squadra juniores, la dirigenza sta ancora valutando l’acquisto di una giocatrice straniera “stiamo cercando una giocatrice giovane che possa rinforzare la squadra, non una stella affermata” dice il Presidente Turconi.Kori Waugh, Nuoro

A Nuoro si registra il ritorno all’attività di Paola Cavallo, mentre due saranno le straniere a disposizione del manager Rodriguez Cueto, la lanciatrice Kori Waugh ed il ricevitore Amy Moore, due americane di passaporto inglese, viste con la nazionale britannica agli Europei 2013, giocati a Praga e vinti dall’Olanda sull’Italia.

Staranzano si affida ancora al manager Federico Pizzolini e ai coach Denis Malusà e Maurizio Filiput. L’organico della stagione 2013 è stato riconfermato in blocco, la società rende noto attraverso il suo sito internet che sono previsti  uno o due innesti di atlete provenienti dal vivaio regionale per completare il gruppo. È stata inoltre confermata la presenza della slovena Masa Kusar, e si sta valutando anche l’ingaggio di una lanciatrice straniera.

Nel Girone B, invece, parte con qualche ritocco Caserta che, prima dell’affermazione dello scorso anno del Rhibo, aveva dominato il campionato per quasi un lustro e, perso il manager di tante affermazioni Enrico Obletter (tornato a Chieti in A2 per una nuova avventura sicuramente stimolante), si affida a un altro manager di grande blasone. Sarà una grande sfida per Armando Aguiar, forte dello scudetto vinto a Torino nella scorsa stagione: riportare Caserta in vetta.

Un mercato imponente ha svolto il Bussolengo che – in attesa di ufficializzare i nomi delle straniere (già individuate ma non ancora messe sotto contratto) – si è rinforzato nel roster “italiano” con pedine di Lara Buila con la maglia della Nazionale (2f/oldmanagency)assoluto valore: da Bollate sono arrivate Valeria Bortolomai, Valentina Marazzi e Lara Buila (la scorsa stagione in prestito a La Loggia); da Caserta Alice Ronchetti e dal Bologna Sabrina De Mastio e Sofia Bergamini. Un gruppo molto nuovo alla cui guida è confermato Adriano Morabito, che sarà affiancato da una coach di grande spessore come Luisa Maria Medina, di recente indotta alla Hall of Fame  della ISF e già istruttrice di softball a San Martino Buonalbergo.

L’Unione Fermana ha confermato in toto lo staff tecnico della scorsa stagione, con il manager Noelvis Matos e il coach John Escobar. In pedana di lancio la nuova straniera sarà Monica Perry, statunitense che l’anno scorso ha vinto il titolo in Olanda con il Terrasvogels. Confermata, invece, Alica Herron, insieme a buona parte del roster 2013, al quale la società ha deciso di unire le giovani promesse del vivaio.

A Forlì non cambia la politica intrapresa già da tempo dal Presidente Bombacci: “puntiamo sulle nostre giovani, ma stiamo attendendo una straniera della quale, per scaramanzia, non voglio ancora svelare i nomi”. Il resto è una squadra completamente identica a quella dello scorso anno.

Pochi i cambi anche in casa Old Parma, che ha ufficializzato qui l’ingaggio della lanciatrice straniera: la nazionale spagnola Beatriz Parejo Alonso. Una nuova esterna ex Langhirano sarà Federica Bianchi.

A Collecchio, infine, la politica della società e del manager Longagnani è quella di affrontare il campionato con “lo zoccolo duro” che ha portato fino ai massimi livelli. Perse tre pedine importanti come Fabiana Prati, Martina Pellacini e Jessica Delfante, entrano nel roster alcune giovani del vivaio, individuate come atlete prospetti per il futuro: Paola Marchi, Debora Carpena, Chiara Repetti, Giulia Fattori, Arianna Padovani. A questo gruppo vanno aggiunte le due nuove straniere: il catcher Melissa Roth (lo scorso anno a Montegranaro) e la lanciatrice Maddie Holub, entrambe statunitensi.