Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

In A2 softball l'Old Parma aggancia il Caronno

di Fabio Ferrini

Prosegue senza intoppi la marcia dello Staranzano in vetta al girone A di serie A2 softball. La squadra giuliana si sbarazza del Dynos Verona con una doppia shutout, firmate da Russi e Comar che concedono solo una valida a testa alle avversarie, e chiudono entrambe le partite per manifesta dopo cinque riprese. Non è stato però un fine settimane solo di rose e fiori per lo Staranzano che nell'anticipo della terz'ultima giornata di regular season ha conosciuto l'amaro sapore della prima sconfitta stagionale. A firmare l'impresa il Rovigo che, dopo aver perso la prima sfida per manifesta con una no-hit di Silvia Filiput, ha inflitto il ko al nove giuliano con un ultimo attacco da 4 punti che ha ribaltato l'esito della seconda partita. Finisce in parità la sfida tra Wild Pitch ed Junior Alpina. Le triestine si sono imposte in gara-1 con una shutout di Silvia Trapa ed un fuoricampo interno di Ilaria De Conti, la squadra veneta ha risposto con una partenza a razzo nella seconda partita che gli è valsa la vittoria (homer di Marianna Martignoni).

Nel girone B l’Old Parma aggancia in vetta il Caronno approfittando di un mezzo passo falso delle avversarie che si sono fatte fermare sul pareggio dalle Bulls Rescaldina. Dopo aver vinto con una two-hit di Giulia Bollini in cinque riprese, il Caronno ha ceduto di misura alle cugine lombarde impostesi con il punto siglato da Laura Colombo al sesto inning. Tutto facile invece per l’Old Parma contro il Saronno: la squadra ducale esce con due vittorie per manifesta, nella prima con una shutout di Alessia Zavaroni, nella seconda con una no-hit di Carlotta Mori che sfiora il perfect game rovinato da due errori difensivi.

Nel girone C, nell’unica sfida di giornata, la Sestese espugna due volte il campo del Liburnia: una shutout in gara-1 e un successo per manifesta in sole quattro riprese nella pomeridiana.

IL QUADRO DEL GIRONE A

IL QUADRO DEL GIRONE B

IL QUADRO DEL GIRONE C