Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italian Softball League, pronostici rispettati. Nei playoff: Bollate, La Loggia, Caserta e Fermana

È fatta! Le semifinali dei playoff di Italian Softball League, che inizieranno sabato 20 luglio, sono state definite. Mancava un solo nome al completamento della griglia; dopo la qualificazione di Sanotint Bollate e Rhibo La Loggia nel girone A e di Caserta nel girone B, con la doppietta ottenuta contro l’Urbe Roma, anche il Dino Bigioni Unione Fermana accede alla post-season.
Si giocherà 20, 27 ed, eventualmente 28 luglio, al meglio delle 5 partite gli accoppiamenti saranno: Sanotint Bollate - Unione Fermana e Des CasertaRhibo La Loggia.

L’ultimo turno del girone di ritorno, che vedeva le Blue Girls Bologna ferme (per il turno di riposo) ad attendere i risultati di Montegranaro, nella speranza di poter sfruttare il recupero di mercoledì contro Bussolengo, ha dato i suoi responsi, rendendo inutili le partite di recupero della quinta di andata tra Urbe Roma e Dino Bigioni  e, appunto, il recupero del match di Intergirone tra lo stesso Bologna e lo Specchiasol. A proposito delle veronesi, la loro rinuncia alla trasferta in terra di Sardegna per le due partite contro Nuoro (decisione sulla quale si attende il responso del giudice sportivo) e conseguente annullamento dei match in programma, aveva già ridotto il programma a priori.

A Montegranaro si giocavano le uniche due partite che avrebbero potuto dare qualche responso e l’Unione Fermana non ha avuto alcuna difficoltà, lasciando l’Urbe Roma ancora a quota zero vittorie in campionato. Prima partita dominata e chiusa al 5° inning con il punteggio di 14-1; secondo confronto un po’ meno scontato, ma che comunque si chiude con la vittoria delle padrone di casa 4-2.

IL TABELLINO DI GARA 1   IL TABELLINO DI GARA 2

Unione Fermana che va a chiudere il girone al secondo posto, dietro le grandi favorite della stagione, le campionesse d’Italia in carica del Des Caserta che, al contrario degli anni passati, hanno perso qualche partita in più, ma hanno comunque dimostrato di essere una delle favorite. Caserta che ha chiuso la stagione regolare con una doppietta in trasferta in casa del Fiorini Forlì.
Prima partita dominata dalle lanciatrici: Dagmar Bloeming (vincente, che lascia al box romagnolo una sola valida e ottiene 10 K) e Mara Papucci (perdente). Si sblocca solamente all’ultima ripresa, nella quale le campane segnano i tre punti della vittoria 3-0. Singolo di Brandi, intenzionale per Palermi (con Brandi in terza e 2 out), doppio di Seguella, che poi ruba la terza e corre a casa su errore difensivo.
Il secondo match è decisamente più sbilanciato e Caserta non fa sconti. Vince 9-4, segnando quattro volte due punti (al primo, terzo, quarto e quinto inning), grazie alle ottime prestazioni offensive di Wigington, Brandi, ma soprattutto Timmermans, che chiude con 1 su 2 (fuoricampo da due punti) e ben 3 basi ball. Forlì prova una reazione alla quinta ripresa, quando ormai il divario è troppo ampio. Soddisfazione personale per Federica Gianferro e Ilaria Cacciamani che battono due doppi back-to-back, spingendo a casa tre punti (Montanari, Zauli e la stessa Gianferro), ma non funzionali alla rimonta. Anche perché Caserta segna ancora: singolo di Longhi (che poi ruba la seconda) e doppio di Galassi al                sesto, per il nono punto.

IL TABELLINO DI GARA 1   IL TABELLINO DI GARA 2

Nel girone A era già tutto deciso. Bollate primo, La Loggia secondo, ma il derby è sempre il derby e così capita che il Sanotint, impegnato al “Peppino Colombo” di Legnano, vinca la prima e sia costretto dall’Amga ad arrendersi in gara 2.
Sono due partite estremamente combattute e spettacolari, nelle quali si vedono pregevoli giocate individuali, ma che danno anche dimostrazione della bontà di entrambi i gruppi.
In gara 1 si apre con un fuoricampo di Kristen Wadwell al primo inning, pareggiato da un altro fuoricampo di Barbara Ungari, al quarto. Bollate ritorna in vantaggio al quinto: doppio di Kosterink, singolo di Elisa Cecchetti e base intenzionale a Wadwell; scatta così il punto automatico con la base ball di Grazzi a Marazzi, su lancio pazzo corre a casa anche a Cecchetti. Legnano accorcia con Irene Irene Barone, Amga Legnano scivola in terza (SF-Oldmanagency)Barone (singolo più avanzamento, rubata e lancio pazzo); ma il Sanotint allunga ancora al settimo con una volata di Valentina Marazzi che porta a casa Kosterink. Inutile il terzo punto Legnano segnato da Warwick, la rimonta non si completa e finisce 4-3.
Riscatto e rivincita sono le parole che pervadono la mente delle ragazze dell’Amga Legnano in gara 2. Alla fine la loro determinazione porta alla vittoria 3-1. Passa in vantaggio Bollate: doppio di Kosterink e singolo di Elisa Cecchetti. Ma l’Amga non ci sta, pareggia subito: due doppi back-to-back di Ungari e Pino portano il pareggio di Barbara Ungari, che si dimostra il battitore chiave del match. Al quinto infatti ancora un “doppio-doppio” Warwick e proprio Ungari, per il parziale 2-1. Nell’inning successivo un po’ di confusione nel diamante di Bollate permette il concretizzarsi del pareggio.

IL TABELLINO DI GARA 1   IL TABELLINO DI GARA 2

Non c’è storia nelle due partite di Collecchio tra le padrone di casa e il Rhibo La Loggia. Due vittorie nette per le piemontesi che chiudono la regular season confermando il proprio valore. In gara 1 c’è Sara Avanzi, Rhibo La Loggia scivola a casa (Maurizio Bonazzi-Oldmanagency)equilibrio fino alla fine. La Loggia va in vantaggio con singolo di Camello e doppio di Avanzi. Collecchio pareggia con triplo di Angelillo e singolo di Ravanetti. La Loggia continua a spingere sull’acceleratore: al secondo quattro valide (Di Maio, Barbieri, doppio di Camello e Carlucci) e 3 punti. Pian pianino Collecchio prova a risalire, ma al sesto inning la “solita” valida di Camello (che chiuderà con 4 su 4 con 2 punti segnati e 1 battuto a casa) apre un altro inning da tre punti per il finale di 7-3.
Gara 2 è marchiata a fuoco con il nome di Michela Musitelli: lancia una no-hit e chiude con un ottimo 2 su 2 con 2 punti segnati e 2 battuti a casa con fuoricampo (al terzo inning). Trascina la sua squadra a un finale di 11-0 che lascia spazio ad alcuna interpretazione.

IL TABELLINO DI GARA 1   IL TABELLINO DI GARA 2

IL PROGRAMMA COMPLETO DI GIORNATA   LE STATISTICHE   LA PHOTOGALLERY ISL AGGIORNATA